Logitech G533 Wireless Gaming Headset

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più

Logitech G533 Wireless Gaming Headset

Le abbiamo unboxate a dovere e ora le abbiamo pure recensite! Che cosa? Ma le Logitech G533, le nuove cuffie da gaming con supporto DTS Headphone: X 7.1. Dopo averci proposto le G933 Artemis Spectrum nel 2015, è ora di rinnovare l’offerta!

 

Compatte

Le G533 non sono minuscole (197x189x85 millimetri) e 350 grammi di peso eppure sembrano più compatte di quanto potremmo aspettarci. Sarà il design estremamente sobrio ed elegante, scevro di effetti led pirotecnici o altri nonsense da tamarri? Le cuffie sono interamente matte black, tranne i padiglioni che sono glossy. Sul padiglione sinistro troviamo tutti i controlli: tasto accensione, ruota volume, tasto programmabile e porta micro USB per ricaricare la batteria interna. Il tasto accensione non è a pressione ma va fisicamente spostato nella posizione acceso o spento, il che lo rende a nostro modo di vedere migliore di molte altre soluzioni in cui si preme il tasto e si aspetta (talvolta invano) che l’headset si accenda (vero, Razer?). Il tasto programmabile ha una superfice ruvida per essere trovato facilmente senza dover togliere le cuffie dalla testa e generalmente è programmato per mettere il microfono in muto. Tuttavia possiamo scegliere qualsiasi altra funzione tramite il software di gestione. La ruota volume è generosamente larga e di facilissimo accesso, è perfetta. Avrete notato che non ho parlato di connettori jack da 3.5 millimetri… non ce ne sono.

Queste cuffie funzionano solo su PC tramite un ricevitore USB (anche piuttosto grandicello rispetto ad altri brand). Scordatevi di usare queste cuffie con il cellulare o una console casalinga. Generalmente l’avremmo giudicato un lato negativo ma guardiamo in faccia alla realtà, oramai nel mercato hardware gaming PC non c’è più spazio per i jack da 3.5 mm oramai da tempo. Un peccato? Certo! Ma così è la vita… Per quanto riguarda il microfono, Logitech ha optato per una soluzione semirigida: il corpo principale del microfono è di plastica rigida. È possibile posizionarlo sul davanti oppure in verticale, a dipendenza se vogliamo usarlo o meno (muoverlo in una posizione o l’altra lo attiverà o disattiverà a seconda del caso). L’ultima parte del microfono però può essere allungata, rivelando un paio di centimetri di zona flessibile per regolare la posizione del microfono. Fermo restando che preferisco il design a scomparsa totale delle ManO’War di Razer, questa soluzione funziona altrettanto bene. Il supporto del microfono non oscilla o si sposta in modo indesiderato ma abbiamo in ogni caso la possibilità di fare regolazioni di fino. Il meglio dei due mondi. Il microfono è anche dotato di un minuscolo filtro pop per ridurre rumori fastidiosi. Funziona, non fa miracoli ma funziona.

Passiamo ai padiglioni e al confort. Per prima cosa, il confort. Non sono un grandissimo fan delle spugne che vanno a contatto delle orecchie. Sono ricoperti di stoffa, il che è perfetto per evitare sudorazione e riscaldamento ma d’altro canto sono meno comode di altri headset che ho provato (ManO’War e Cloud II per esempio). Nelle G533 sono troppo rigidi per i miei gusti. Tuttavia il confort generale di questo headset non è affatto male anche dopo qualche ora. Il rivestimento dell’arco è uguale a quello dei padiglioni e in cima alla testa il vantaggio di dissipare meglio il calore di una superfice plastica è innegabile.

DTS X

Fin qui tutto bene, ma come si comportano queste G533? Logitech G promette fino a 15 metri di range wireless. In linea d’aria ovviamente. Abbiamo fatto qualche test, camminando in giro per casa e andando fino in giardino e bisogna dire che il range è molto soddisfacente. Non siamo nemmeno lontanamente vicini a 15 metri ma con qualche muro in cemento armato in mezzo diventa sempre complicato avere un buon segnale. Diciamo che dovreste poter coprire un appartamento senza problemi e, potenzialmente, raggiungere pure i 15 metri, se restate in vista del dongle USB.

Come al solito qua su Joypad non siamo degli enormi fan dei surround virtuali. DTS ci prova con la versione Headphones X 7.1. Dopo aver configurato minuziosamente le cuffie per il suono 7.1 abbiamo provato il test incluso in Logitech Gaming Software e siamo rimasti inorriditi. Semplicemente orribile! Per fortuna che in game le cose vanno meglio. Rimane comunque difficile distinguere sette canali audio ma in Overwatch le direzioni sono definite e la cosa può addirittura diventare un vantaggio sui vostri nemici in certi casi. Arrivare ad ottenere il suono perfetto però richiede tempo e qualche smanettamento con l’equalizzatore che per fortuna offre di profili di base (FPS, MOBA, Flat, Drop the Bass, Cinematic Gaming e Communications). Niente profili dedicati alla musica! Con queste cuffie si gioca e basta. Va detto che l’ascolto è piacevole, una volta smanettato come si deve con l’equalizzatore (e si presuppone che sappiate cosa state facendo). Le cuffie fanno un eccellente lavoro nel bloccare i suoni esterni però poi se le lasciamo accese senza niente in riproduzione si sente un distinto rumore bianco che è sempre presente, anche se il PC sta effettivamente emettendo suoni. Non è grave e dopo qualche ora semplicemente non ci faremo più a caso, ma rimane sempre lì.

Conclusioni

Su queste G533 abbiamo sentimenti contrastanti. Bello il design, non male il DTS (lo ammettiamo) e la qualità costruttiva ci è sembrata migliore di molti altri headset (ManO’War e Cloud II comprese). L’autonomia di 15 ore è molto buona. Il confort non è però dei migliori. La qualità sonora c’è anche se personalmente preferisco le cuffie di Razer. Abbiamo chiesto aiuto al nostro esperto audiofilo e dopo attenta considerazione su pezzi jazz ha dichiarato le G533 vincitrici, seppur di poco. Le ManO’War hanno i mid-range più pieni ma le G533 hanno una dinamica migliore. I gusti non si discutono, la fisica nemmeno.

Le G533 sono buone cuffie, tutto considerato. Le sceglierei al posto delle ManO’War? No, ma principalmente perché preferisco le imbottiture più morbide e il microfono retrattile. Si entra alla grande nel dominio dei gusti personali. Di sicuro, queste G533 hanno un arco migliore e una qualità costruttiva che le cuffie Razer si sognano.

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.