Reportage dal Lucca Comics and Games 2016

Quest’anno, per la prima volta, la redazione di Joypad si è trasferita per un memorabile weekend nella cittadina di Lucca per assistere alla cinquantesima edizione del Lucca Comics and Games. Armati di pazienza (vista la folla oceanica) e di macchina fotografica (visti i tantissimi cosplayer) ci siamo accodati al tour organizzato dal negozio giapponese di Bellinzona Myoko alla volta della cittadina italiana.

logo-lcg-2016

Ufficialmente parlando

L’edizione di quest’anno del Lucca Comics and Games segnava appunto i cinquant’anni della manifestazione. Per questo motivo, gli ospiti erano tanti e di alto calibro. Tra i vari presenti non possiamo non citare ospiti internazionali del calibro di Charlie Adlard, Terry Brooks, Jogn Cassaday, Frank Miller, Kazuhiro Fujita, Sarah Anderson ma anche più “nostrani” come Leo Ortolani, Licia Troisi, Zerocalcare (l’autore del poster dell’edizione 2016), Cristina D’Avena, Bruno Bozzetto, Giorgio Cavazzano, Sio, Maccio Capatonda e molti, moltissimi altri. Il programma di incontri, mostre ed eventi vari è stato omogeneamente distribuito sui 5 giorni di fiera, rendendolo fittissimo ma costante. Come non citare l’incontro Rocco vs Rocco (che ha, per così dire, contrapposto Rocco Tanica e Rocco Siffredi) o l’incontro “Da Rebibbia a Sin City” che ha visto sullo stesso palco Zerocalcare e Frank Miller. Non dimentichiamoci nemmeno del fittissimo programma dell’Area Cinema, che tra anteprime (come Snowden di Oliver Stone, l’allucinante commedia animata Sausage Party: Vita segreta di una salsiccia e un paio di episodi, inediti alle nostre latitudini, di Supergirl e il nuovo film di One Piece) e incontri col pubblico ha offerto appuntamenti imperdibili.

lucca01

C’è stato tempo anche per i Gran Guinigi e i premi del festival che hanno premiato graphic novel (Gli equinozi di Cyril Pedrosa. BAO Publishing), storie breve (Green Manor di Fabien Vehlmann e Denis Bodart. BAO Publishing), serie (Sunny di Taiyo Matsumoto. J-Pop), maestro del fumetto (Albert Uderzo) ma anche giochi da tavola che hanno visto il best of show assegnato a Pozioni Esplosive – di Lorenzo Silva, Andrea Crespi e Stefano Castelli, edito da Horrible Games e distribuito da Ghenos Games, il GDR dell’anno Alba di Cthulhu- Ideato da Matteo Cortini e Leonardo Moretti, prodotto da Serpentarium Press e distribuito da Asterion e l’inedito Number of Gold di Evin Ho da Taiwan. Gli eventi speciali e ufficiali sono continuati con incontri con Youtuber famosi nella vicina penisola (Player Inside, Tml , Mates, 3Pix, Illuminati, Dexter, Joker e Megatube) e l’immancabile contest dedicato ai cosplayer.

lucca02

Per l’edizione di quest’anno sono stati venduti ben 271’208 biglietti per un totale stimato di 500’000 visitatori. Tutto merito dei 20 ospiti dal mondo del cinema e delle serie tv, 25 proiezioni e 11 eventi tra incontri con gli ospiti, panel e anticipazioni esclusive. Code chilometriche fin dalle prime ore del mattino per gli 8 appuntamenti completamente sold out, per un totale di circa 10.000 spettatori nell’area movie. Altrettanto chilometriche le code per visitare i padiglioni Warner Bros. in piazza san Michele, Fox Tv in piazza Anfiteatro e gli stand al Loggiato Pretorio con 200.000 gadget a tema (zaini, spille, cappellini, t-shirt, palloncini) distribuiti durante i giorni della manifestazione.

lucca03

Tutto esaurito anche nell’area Japan Town, sempre più grande ed accogliente, e con un offerta ancora maggiore degli scorsi anni. Più grande ed accogliente anche l’area ‘games’, tra momenti di gioco e incontri. Continua anche nel 2016 l’espansione dell’area Junior, dedicata ai visitatori più piccoli e le loro famiglie, dove si sono intervallati momenti ludici ed eventi. Lucca è anche videogiochi, degnamente rappresentati da marchi di assoluto valore come 2K presente nell’area ‘games’, e le ‘installazioni speciali’ di Battlefield 1 che ha portato a Lucca un aereo della Grande Guerra, e Sony PlayStation, che ha concesso a migliaia di visitatori di provare l’esperienza della VR, la realtà virtuale secondo il colosso giapponese. Il festival ha goduto di una delle migliori colonne sonore di sempre, con generi diversi tra loro ma sempre molto apprezzati, dall’eterna Cristina D’Avena, a gruppi come la Band Maid J-Rock, che ha portato a Lucca uno dei più apprezzati sound di rock giapponese.

lucca04

Lucca vista da noi

Al Lucca Comics siamo andati in due e non c’era nessun modo di andare a vedere tutto quanto. Per chi non fosse mai stato alla manifestazione, essa si svolge in diverse location per la città vecchia. Questo significa camminare parecchi chilometri al giorno (25 sabato, solo 18 domenica) per poter anche solo vedere ogni attrazione. E ci siamo messi d’impegno per vedere il più possibile. Dopo aver perso il senno nella gargantuesca zona dedicata ai board games (lo shopping è stato dei più selvaggi) abbiamo visitato i padiglioni. Di particolare effetto quello di Warner Bros, che conteneva i costumi di The Flash, Arrow e Supergirl, oltre che ad alcuni props da Harry Potter e dal prossimo Animali Fantastici e Dove Trovarli. Niente male pure la zona dedicata a The Walking Dead, in cui c’erano oltre che a shops anche parecchi attori vestiti da zombie (molto più entusiasmanti loro che la serie tv in effetti…). I vari padiglioni dedicati ai fumetti erano un misto di giovani autori emergenti e realtà consolidate. Tra i padiglioni Panini e Bonelli, frequentatissimi, e quello in cui abbiamo intravisto Bigio (che intervistammo tempo fa) c’era davvero di tutto per i fan dei personaggi a fumetti. Molto suggestiva l’area nipponica, dove ci siamo rifocillati e abbiamo visitato diversi store, tra cui quello ufficiale di Namco Bandai. Non ci siamo lasciati sfuggire nemmeno una capatina alla ESL Arena (organizzata dentro una chiesa!), lo stand dedicato a PlayStation VR, Battlefield 1, la zona tornei dedicata a Overwatch e l’area di Final Fantasy XV. La componente gaming era decisamente molto importante anche se rimane secondaria al resto della manifestazione (meglio così, in fondo!). Divertente la Dylan Dog Experience in cui, per circa 15 minuti, abbiamo preso le sembianze dell’indagatore dell’incubo. Accompagnati all’interno di un hotel, abbiamo seguito una breve storia in compagnia di attori che, camminando in mezzo a noi, hanno inscenato una sinistra storia riguardante un matrimonio finito male e uno spirito tormentato. Surreale ma assai divertente!

lucca05

Camminare per le viuzze di Lucca è stato molto complicato per via dell’indisciplinata fiumana di gente ma è anche stato un modo spettacolare di ammirare i cosplayer. Giunti da ogni dove (Ticino compreso), ci hanno stupido per la spettacolare qualità e quantità (e ve lo dice gente che ha visto raduni ben più importanti di questo al livello internazionale). Le immagini in questo articolo parlano decisamente da sole. Nonostante la difficoltà di “navigazione” e le attese che possono diventare anche parecchio spossanti, grazie al bel tempo e alla moltitudine di cose da fare, la nostra esperienza è stata decisamente positiva. Il nostro consiglio è ovviamente quello di recarsi alla fiera durante la settimana e non nel weekend. Per chi volesse segnarsi il calendario, per il 2017 l’appuntamento è dall’1 al 5 novembre 2017.

Trovate tutte le foto, fatte dal magnifico Alessio Bernardi, sulla nostra pagina facebook!

lucca06

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Joypad è membro di