Thrustmaster TMX Force Feedback

Scritto da il il Recensioni Hardware, 2 più

Thrustmaster TMX Force Feedback

Hardware impegnativo questo weekend su Joypad! Dopo aver fatto un’enorme carrellata su cuffie e tastiere ci sporchiamo le mani con l’olio di motore e la polvere dei tracciati! Si fa ovviamente per dire visto che oggi parliamo del nuovo Thrustmaster TMX Force Feedback, volante compatibile PC e Xbox One!

Thrustmaster

Volantino volantino

È passato del tempo dal G29 di Logitech ed era parecchio che volevamo mettere le nostre mani su un volante di Thrustmaster visto che il marchio produce questo tipo di periferiche da parecchio tempo. Questo TMX ha una licenza ufficiale Xbox One e l’occasione era troppo perfetta per sprecarla visto che la console Microsoft ha parecchi titoli automobilistici di punta, sia multipiattaforma che esclusive. E non dimentichiamo certo che su PC il numero di titoli è elevatissimo.

Cominciamo con la nostra usuale panoramica. Nella confezione, di dimensioni tutto sommato ridotte per questo tipo di prodotto, troviamo il volante e la pedaliera che comprende gas e freno (niente frizione). Il blocco che contiene motore e volante è in materiale plastico ma comunque d’aspetto niente male e dall’aria robusta. Il volante, sempre di plastica, è in parte ricoperto di gomma e la presa su di esso è sempre sicura. Sul davanti troviamo nella parte alta i quattro tasti tradizionali di Xbox mentre sotto troviamo i quattro bumper che non sono ovviamente analogici ma digitali. Subito sotto ci sono i tasti select e menu mentre il tasto guida xbox è posizionato sul blocco del motore in una posizione meno comoda di quanto vorremmo. Non mancano, per finire, due alette per il cambio sequenziale e la croce direzionale per selezionare i menu. Questo TMX non ha lo stesso aspetto premium del G29 ma d’altro canto viene venduto alla metà del prezzo, posizionandosi più nell’entry level. Se la cosa si traduce ovviamente in materiali meno pregiati e in un design forse meno stiloso ma fossi in voi aspetterei a giudicarlo male…

thrustmaster-tmx-force-feedback-1

L’importanza di un buon motore

Il TMX ha un angolo di rotazione da 270 a 900 gradi con 12bit di risoluzione ovvero 4096 diverse posizioni, più che sufficienti per una buona esperienza di guida. L’installazione è semplicissima: nella confezione troviamo un comodo gancio per fissare il volante al tavolo oppure ad un kit per volanti. Basta poi collegare pedaliera al volante, poi il volante alla corrente e infine il volante alla console (o al PC) tramite cavo USB. Su Xbox One il device viene riconosciuto immediatamente senza problemi mentre su PC è necessario scaricare e installare i driver dal sito del fabbricante. Non tutti i giochi contengono dei profili per questo modello ma ho scoperto che non è un problema visto che bsata selezionare profili generici. I miei primi test li ho fatti con Project CARS su PC e ho preferito fare una rapida calibrazione, giusto per andare sul sicuro. Su One invece ho provato Forza Motorsport 6 e Dirt Rally (in realtà, ci ho recensito Dirt Rally con questo volante!) e non ho avuto problemi. Nonostante i materiali plastici potrebbero spaventare, Thrustmaster non ha trascurato il motore del force feedback. L’effetto è forte senza essere esagerato, liscio senza fastidiosi scatti e, a seconda del gioco, sa trasmettere ottime sensazioni alle mani. In Dirt Rally sentiamo ogni asprezza della strada mentre in CARS cogliamo molto bene sbandate e cordoli. A differenza del già citato G29, che aveva una fastidiosa zona morta proprio nel mezzo della corsa del volante, nel TMX non ci sono sbavature. Insomma, assieme ad una presa sicura sul volante e ad un layout dei tasti tutto sommato comodo abbiamo anche un ottimo blocco motore, specialmente per questo range di prezzi.

91gXpCIzHRL._SL1500_

Pedali e accessori

Il TMX viene venduto assieme ad una pedaliera gas-freno. Scordiamoci il favoloso pistone del freno del G29 in questo caso. I due pedali sono ben diversi: il gas è semplice mentre il freno oppone una certa resistenza anche se non in modo progressivo. Mancanza della frizione a parte, non ho apprezzato molto il fatto che i pedali siano scivolosi e che tendano a muoversi in avanti sul pavimento. Dei piedini di gomma più incisivi di quelli inclusi sarebbero stati meglio. Il mio consiglio è quindi di mettere i pedali su un tappeto se non avete qualche kit di montaggio serio. L’ultima cosa che volete è correre dietro al pedale del freno prima di una curva a gomito! Thrustmaster ha comunque pensato bene di rendere il TMX compatibile con le pedaliere T3PA e T3PA-Pro e con il cambio manuale TH8A se siete alla ricerca di qualche addon in un secondo tempo. Segnalo che non è possibile sostituire il volante con un altro della stessa marca (come invece possibile con altri modelli più costosi).

thrustmaster-tmx-force-feedback2

Qualità ad un buon prezzo

È possibile trovare il Thrustmaster TMX Force Feedback a circa 190 CHF e per questo prezzo (lontanissimi dagli oltre 400 del G29) avremo un set entry level di qualità. Se riuscite a tralasciare il look plasticoso e la mancanza della frizione in cambio avrete un onestissimo volante di 28 cm di diametro in grado di restituire ottime sensazioni grazie al motore di qualità caratterizzato da un sistema misto a cinghia e ingranaggi con un e asse con cuscinetti a sfera. Per iniziare la vostra carriera di pilota senza svenarvi, questo è un set davvero interessante!

Thrustmaster TMX Force Feedback Wheel

Ci piace

  • Prezzo
  • Compatibilità con accessori

Non ci piace

  • Non si può cambiare volante
  • Texture plastica
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.