Sony SRS-XB41

Scritto da il il Recensioni Hardware, 2 più
chiudi [x]

Sony SRS-XB41

È passato poco più di un anno e mezzo da quando recensimmo il Sony SRS-XB40 che già “tocca” parlare del suo successore, lo SRS-XB41. Scopriamo allora questa nuova iterazione dell’altoparlante Bluetooth secondo Sony. Di sicuro il costruttore nipponico ha le idee ben chiare! Leggete fino in fondo perché regaliamo un XB41 a uno di voi!

Full optional

Iniziamo, come nostra tradizione consolidata, da qualche specifica dura e pura. L’XB41 è un altoparlante bluetooth 4.2 dotato di speaker full range da 58 mm i quali hanno una risposta in frequenza di 20Hz – 20 kHz. Di dimensioni 291mm x 104mm x 105mm e 1,5 Kg di peso, è sicuramente più grandicello dei soliti speaker di altre marche (e anche leggermente più grande del suo fratellone ma di molto molto poco). Grazie alla sua connettività senza fili può essere spostato fino ad un massimo di 30 metri dalla sorgente sonora (in condizioni ottimali) e supporta i codec SBC, AAC e LDAC. Ma non c’è solo bluetooth: in uno sportellino resistente agli spruzzi sul retro del device troviamo anche un mini jack stereo da 3,5 millimetri, una porta USB Type-A (che fornisce solo un’uscita alimentazione), una porta micro USB (per caricare il device) e un plug DC in per usare il caricatore incluso nella confezione e non dimentichiamo nemmeno l’NFC per il pairing senza problemi. Abbiamo parlato di resistente agli spruzzi non a caso: l’XB41 è infatti certificato IP67, ovvero è totalmente resistente alla polvere e resiste alle immersioni in acqua fino ad un metro di profondità per un massimo di 30 minuti.

In pratica: rovesciarci addosso un bicchiere d’acqua non è un problema, una caduta accidentale in piscina dovrebbe essere senza danni. In ogni caso, ed è un nostro consiglio spassionato, eviteremmo di sottomettere qualsiasi device certificato IP67 a immersioni troppo frequenti, prolungate o regolari. Anche perché questo XB-41 costa circa 200 CHF! Non abbiamo finito con le specifiche! La batteria, sfortunatamente di dimensione imprecisata nella scheda tecnica, permette allo XB-41 di sparare musica per 24 ore filate, bene inteso con gli effetti di luce disattivati. E riguardo a questi ultimi, lo XB-41 (come lo XB-40) è dotato sia di effetti RGB led (in una striscia che fa tutto il giro del device, davanti e sui lati) che di illuminazione dei due speaker e di uno strobo! Non trasformano un salotto in una discoteca a livello luminoso ma sono comunque niente male, specialmente perché possiamo gestire animazioni e colori tramite l’app per smartphone Music Center, sviluppata appositamente da Sony per Android e iOS. A differenza dello XB-40 è stato fatto molto in termini di personalizzazione dell’esperienza finale per quanto riguarda le luci: se l’anno scorso dovevamo accontentarci del preset automatico, ora possiamo selezionarne diversi (rave, chill, cool, strobe, calm e via dicendo). Forse un filo fastidioso dover per forza usare uno smartphone, ma poco male, funziona.

Boombox!

Iniziamo con la filosofia dietro un prodotto del genere. Poco importa della reale qualità audio nei termini in cui ne discuterebbe un audiofilo. L’importante è che il volume sia alto, i bassi siano potenti e l’autonomia sia il più possibile. D’altra parte, l’utilizzo principale di un device del genere è quello fuori casa, in piscina o alla grigliata con gli amici. Ed è in questa direzione che Sony ha deciso di puntare, specialmente con le funzioni Live ed Extra Bass. Live sound in pratica apre il ventaglio dell’emissione sonora, in modo che sembri provenire da una zona molto più ampia. Non siamo sicurissimi di amare questa feature, che può comunque essere disattivata in un secondo tramite un tasto fisico sul device. Extra bass invece, beh, pompa i bassi. E lo fa di parecchio, cosa che a dipendenza del tipo di musica che vi piace può essere un bene o un male. Fan di EDM e affini, sarete soddisfatti! Fan della musica da camera, avete sbagliato qualcosa. Ci sono altre features, alcune decisamente più utili di altre. Iniziamo dal party mode, la cosa più inutile del mondo. Si attiva premendo volume su e giù per tre secondi. A questo punto potremo percuotere il device in diversi punti per ottenere degli effettini sonori. Ascoltare per credere (nell’unbox qua sotto). Ora, una cosa del genere è già piuttosto inutile di suo quando funziona ma ci siamo resi conto che non è molto precisa ed è quasi impossibile produrre dei suoni a tempo. Il classico nice do have? Secondo noi, nemmeno quello! Decisamente migliore la possibilità di linkare fino a 100 diversi XB-41 tramite wireless party chain. Un numero esagerato, per altro che vi costerebbe 20’000 CHF realizzare! Ma è bello sapere che se siete pazzi, c’è qualcosa anche per voi!

Party animal

L’XB-41 è un bell’animaletto da party. Dal volume alto, MOLTO alto e dall’autonomia spettacolare, ci ha convinto. In ottica evolutiva, rispetto al modello del 2017 Sony ha fatto moltissimo, correggendo il tiro su parecchie cose (cavo usb anche per la ricarica, resistenza all’acqua) e lasciando le cose giuste al suo posto. La possibilità di caricare uno smartphone mentre si ascolta la musica per noi è un assoluto win perché se è vero che non capiterà spesso di ascoltare qualcosa per 24 ore filate è altrettanto più probabile ritrovarsi col telefono scarico durante quelle 6 ore di una serata con gli amici.

Concorso!

Ahinoi, il nostro tempo in compagnia con l’XB-41 è terminato! Ma per una volta non dobbiamo spedirlo indietro a Sony, lo spediremo ad uno di voi! Esatto: potete vincere questo XB-41! Per vincere avete esattamente una settimana di tempo (fino al 22 luglio 2018).

Mandateci una mail (cliccando qui) con il party più selvaggio a cui siete stati in cui l’XB41 avrebbe dato una svolta sonora. La mail migliore a nostro insindacabile giudizio, sarà eletta vincitrice!

Come sempre, il concorso è valido solo ed esclusivamente per i domiciliati in Svizzera. Che vinca il più savage!

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.