Nintendo Labo

Scritto da il il Recensioni, 1 più

Nintendo Labo: Kit veicoli

Dopo il lancio dei primi kit di Nintendo Labo (kit 1: assortito, Kit 2: Robot, già recensiti in altra sede), la casa di Kyoto ne presenta un terzo. Nintendo Labo: kit veicoli offre ben cinque nuovi Toy-con di cartone da costruire (oltre a una chiave di accensione di cartone davvero geniale), e parimenti compatibili con Mario Karto 8 Deluxe, titolo di corse esclusivo su Nintendo Switch rilasciato l’anno scorso. Il kit veicoli è disponibile all’acquisto già a partire dalla metà di questo mese, al prezzo di circa CHF 69.–. Nintendo Labo: kit veicoli ha raccolto fin da subito numerosi consensi da parte degli appassionati. In primis è stata elogiata la scelta di rendere compatibili alcune periferiche con il più famoso gioco di corsa arcade, Mario Karto 8 Deluxe. In secondo luogo, è stato molto apprezzato il connubio fra gli elementi costruire, scoprire e giocare che rendono unica l’esperienza complessiva di Nintendo Labo. Come per i primi due kit, Nintendo Labo: kit veicoli offre una longevità non solo su schermo ma anche fuori schermo, affidandosi alle capacità costruttive dell’utente nel corso dell’assemblaggio dei Toy-con. L’esperienza in-game, invece, consente di sviluppare una certa creatività, permettendo al giocatore di personalizzare il proprio veicolo mediante il Toy-con spray, o semplicemente creare nuovi sistemi di controllo sfruttando la modalità Garage Toy-con. Nel predetto kit sono ben tre i veicoli protagonisti con i relativi Toy-con:

  • la macchina (auto Toy-con);
  • l’aereo (Aereo Toy-con);
  • il sottomarino (sottomarino Toy-con).

La prima è caratterizzata dal volante di cartone e il relativo pedale separato, la seconda si tratta di una leva di controllo mentre il terzo è caratterizzato da un pannello quadrato accompagnato da due leve rotonde atte a controllare le eliche del sottomarino. Il tempo richiesto per costruire i Toy-con suddetti varia a seconda degli stessi. L’auto Toy-con e il relativo pedale richiederà dalle due alle tre ore, meno tempo, invece, è richiesto per assemblare i Toy-con Aereo o sottomarino. Complessivamente il tempo di costruzione si attesta a circa 6-7 ore. A dipendenza di quante persone saranno coinvolte, il tempo di costruzione potrebbe variare sensibilmente.

L’esperienza di costruzione di Nintendo Labo è unica e particolarmente emozionante. Ogni passo è ben illustrato sulla Nintendo Switch, per i più giovani viene spiegato ogni singolo pezzo e il suo determinato utilizzo. Chiaramente, non mancano tutte le descrizioni ad opera completata. Infatti è possibile aprire, ad esempio, il volante Toy-con al fine di scoprire i segreti che lo compongono: e meglio viene spiegato il funzionamento di una vera automobile illustrandone i principi tecnici che la caratterizzano. L’approccio di Nintendo è sicuramente da elogiare sotto questo aspetto, la formula che caratterizzava i primi due kit è ripresa fedelmente anche dal kit Veicoli: i Toy-con possono essere completati ed usati senza problemi da chiunque, anche dai più piccoli, rendendo chiunque un target di questo particolare prodotto.

Superata la fase costruttiva, si passa alla fase scoperta e gioco, caratterizzate principalmente dalle modalità di personalizzazione (Garage Toy-con e personalizzazione con la bomboletta spray) e dai giochi / minigiochi. Cominciando dalla parte ludica, la modalità pista è un minigioco avente per oggetto la gara fra macchine; miniauto, invece, richiede l’ausilio del solo pedale Toy-con al fine di controllare l’accelerazione o la decelerazione di una macchinina in un percorso prestabilito. La modalità battaglia, invece, si tratta di una sfida fra automobili a colpi di pugni nello stesso modus operandi di “Arms”. Tali minigiochi prevedono l’opzione multigiocatore locale fino da due a quattro giocatori. Chiaramente, gli altri giocatori dovranno essere in possesso di un pedale, Auto Toy-con o, richiamando la propria creatività, assemblare il proprio Toy-con personale mediante la modalità Garage Toy-con. Quest’ultima modalità, come precedentemente citato, rappresenta un’altra grande fetta dell’esperienza di Nintendo Labo la quale consente di creare nuovi sistemi di controllo completamente da zero, i quali si aggiungono ai già preassemblati Toy-con nel kit Veicoli.

Infine, la modalità avventura, una sorta di esplorazione in un grande mondo sandbox suddivisa per regioni, in cui il giocatore può cambiare istantaneamente veicolo a seconda del Toy-con utilizzato grazie a una chiave di accensione di cartone, in cui al suo interno alloggia un Joy-con. A grandi linee, si tratta di una modalità incentrata sul singolo giocatore (che supporta anch’essa il multigiocatore locale) dove l’utente si cimenta ad esplorare dieci diversi settori, i quali presentano alcune missioni da completare e diverse attività: quali il rally. In quest’ultima attività, il giocatore deve superare e passare attraverso dei cerchi in determinati percorsi. Ogni veicolo possiede sue determinate caratteristiche, l’autoveicolo, ad esempio, è equipaggiato di motosega per tagliare gli alberi. Al fine di immedesimarsi maggiormente nella modalità suddetta, grazie all’alloggio cruscotto del volante Toy-con è possibile appoggiare la Nintendo Switch in modalità portatile. Lo schermo simulerà, sfruttando gli appositi sensori di movimento dei Joy-con, la guida in prima persona di un autoveicolo e come se si stesse guardando, de facto, direttamente da un cruscotto.

Insomma, per molti questi mini giochi e modalità potrebbero sembrare una sorta di demo che mostrano il funzionamento dei Toy-con, alla stregua di prodotti simil Wii Sport et similia. Tuttavia, risiede nella loro semplicità la bellezza di questo ecosistema caratterizzato da costruzioni di cartone, il quale stimola l’utente a crearne di nuove totalmente da zero richiamando quella categoria di prodotti di costruzione occupata per moltissimi anni dai Lego. Nintendo Labo è un’esperienza interattiva che unisce il ludico alla scoperta e alla formazione, capace di indirizzarsi non solo a un giovane pubblico, ma anche a quegli adulti cresciuti a pan di lego che desiderano cimentarsi in costruzioni di cartone.

Ci piace

  • Costruire - scoprire - personalizzare - giocare
  • Garage Toy-con e tanta creatività
  • le diverse modalità non sono solo una semplice "demo"

Non ci piace

  • comandare Mario Kart 8 con i Toy-con non è una soluzione particolarmente comoda
5.25
Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.