Logitech MX Keys Mini

Scritto da il il Recensioni Hardware, 5 più

Logitech MX Keys Mini

L’ultima volta che abbiamo guardato una tastiera puramente dedicata alla produttività, se non andiamo errati, fu la interessante Logitech Craft. Ora, a qualche anno di distanza, il brand elvetico-statunitense ritorna con una linea di tastiere da ufficio Bluetooth assai intriganti, le MX Keys e MX Keys Mini.

La prima l’abbiamo regalata durante i nostri concorsi di Natale, la seconda invece la recensiamo oggi!

Mini taglia

MX Keys Mini è una tastiera 65%m, ovvero è grande il 65% rispetto ad una tastiera full size. Per questo motivo, come immaginerete facilmente, è anche una tastiera tenkeyless. Insomma, è compattissima, sia per quanto riguarda la dimensione che il profilo. 131x295x20 millimetri le dimensioni e 506 grammi di peso (è più pesante di quanto ci aspetteremmo insomma!) è dotata di retroilluminazione bianca, una porta USB type-c per la ricarica e collegamento Bluetooth LE. Volendo possiamo anche collegarla tramite un ricevitore Logi Bolt USB che però non è incluso con la confezione. Come Craft e Mx Keys, anche la versione Mini è dotata di un sensore di prossimità che attiva automaticamente la retroilluminazione quando mettiamo le mani vicino al device, spegnendo invece i LED quando non la stiamo usando per risparmiare batteria.

Batteria che tra l’altro promette 10 giorni di autonomia con l’illuminazione attiva e 5 mesi senza. Meglio ancora se usiamo il tasto fisico d’accensione posto sul lato superiore destro. Il layout dicevamo è a 65% ma i tasti principali sono di dimensioni standard, solo il layout è più denso rispetto al modello grande e ovviamente non c’è il tastierino numerico, visto che era impossibile integrarlo. I tasti riportano sia le icone per Windows che per OSX e i tasti funzione di base offrono controlli multimediali e avanzati, come un tasto per aprire automaticamente il pannello degli Emoji e tre tasti per altrettanti profili bluetooth. Ci sono anche tasti per bloccare il PC, per disattivare il microfono e per la dettatura a voce (che comunque non è disponibile su Windows 10 in italiano-Svizzera, dovrete fare aggiustamenti a riguardo). Insomma, una tastiera pensata per l’home office in periodo pandemico: prende poco posto ma offre quelle funzioni che definiremmo mission critical per il lavoratore a distanza: controlli rapidi per la gestione non solo del PC ma anche delle componenti di comunicazione e uno switch rapido tra diversi device. Possiamo dunque collegare la tastiera ad un fisso, un laptop e uno smartphone, per esempio, e passare tra i tre device in modo rapido e semplice. In effetti il passaggio tra un device e l’altro è praticamente istantaneo e non abbiamo praticamente mai avuto problemi.

L’unica cosa che abbiamo notato è brevissimo ritardo quando riprendiamo in mano la tastiera dopo un po’: ci mette forse mezzo secondo a ricollegarsi all’ultimo device con la quale l’abbiamo usata. Ma tutto sommato non è un problema! Logitech, tra l’altro, mette avanti la sua funzione software Flow semplicemente muovendo un mouse supportato tra lo schermo di un device e l’altro, con tanto di copia incolla e switch immediato della tastiera, anche tra Windows e OSX. Peccato che comunque sia necessario installare l’app sui due device e spesso sui laptop professionali non avremo questa possibilità.

Bestiola da scrivania

MX Keys Mini ci piace un sacco: dal design minimalista ed essenziale, è disponibile in diversi colori (grafite, pale gray e rosa – abbiamo testato il modello grafite). Si adatta bene ad un contesto sia casalingo che professionale e l’abbiamo trovata comoda anche per inserire testo su smart tv anche se non avendo a disposizione un trackpad l’uso in tale ambito è limitato. In realtà né noi né Logitech consiglieremmo davvero di usarla per un uso del genere, né tanto meno per il gaming. MX Keys Mini è una tastiera da business e tale dovrebbe restare. Il feeling dei tasti è buono: non siamo ovviamente di fronte ad una tastiera meccanica (non ce li vedremmo degli switch meccanici in un ufficio, questi sono di tipo scissor switch) ma lunghezza di pressione è buona, i tasti non ondeggiano quando li premiamo né altri fastidi che impediscono una scrittura rapida ed accurata. Certo, ci mancano i tasti extra di una tastiera full size ma se optiamo per un modello tenkeyless sappiamo cosa stiamo facendo (vero?).

Usare MX Keys Mini è stato un piacere durante il nostro periodo di test. Abituati oramai da parecchio a scrivere con Craft, MX Keys Mini è stato come essere a casa. Il feeling della scrittura ci piace molto, a metà tra una tastierona e un ottima tastiera da laptop e il suo essere wireless permette un ampio ventaglio di setup. Occhio però ad un potenziale problema: sul nostro fisso principale l’antenna bluetooth deve essere o poco potente o posizionata in un posto assurdo sulla motherboard perché abbiamo avuto qualche problema di mancata responsività o di collegamento tout court. Sui diversi laptop su cui abbiamo testato invece nessun problema, con MX Keys Mini in grado di funzionare anche a qualche metro di distanza. Un problema più del nostro PC che del device di Logitech ma è importante menzionare ogni cosa.

Mi serve?

MX Keys Mini è una ottima tastiera: bel design, chassis robusto, compatta, versatile e, specialmente, comoda per scrivere. È perfetta per chi ha poco posto sulla scrivania, non ha la necessità del tastierino numerico e vuole qualcosa di business stiloso. È anche ottima se vi capita di passare spesso tra due device, visto i tre profili integrati. Certo, è piuttosto costosa (109 CHF al momento della stesura della recensione)… non proprio bruscolini! E ovviamente non è fatta per giocare, potete anche provarci ma non è il massimo! Una cosa da tenere a mente è che è leggermente angolata verso l’alto e se siete abituati ad una tastiera perfettamente piatta (mostri che non siete altro!) potreste avere qualche difficoltà all’inizio. Da parte nostra l’unica cosa che abbiamo trovato che manchi è un poggia polsi, come dovrebbe esserci nel modello full sized. Diciamo le cose come stanno: MX Keys Mini è una competitor diretta della Magic Keyboard di Apple (ne esiste anche una versione fatta apposta per Mac!) sia per prezzo che per funzionalità offerte. Tra le due, preferiamo l’offerta di Logitech: costa di meno e offre un feeling di scrittura decisamente migliore di quanto faccia Apple. Consigliata (se il prezzo non vi spaventa) per l’home office!

Ci piace

  • Layout
  • Comoda per scrivere
  • Dimensione
  • Versatile

Non ci piace

  • Prezzo non per tutti
  • Un mini poggia polsi ci avrebbe fatto piacere

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
the(G)net.ch