Tutte le novità di Corsair ed Elgato dalla gamescom

Durante la gamescom 2019 abbiamo avuto l’occasione di dare un’occhiata agli ultimi prodotti di Corsair. Il marchio statunitense era presente nelle halls pubbliche con novità per quanto riguarda tastiere e sistemi di cattura ma è stata anche l’opportunità per dare uno sguardo da vicino alla nuova serie Hydro X.

K57 RGB

Abbiamo iniziato la nostra visita al booth Corsair con la K57 RGB. Si tratta di una tastiera RGB dotata di collegamento wireless a 2,4GHz che sfrutta la tecnologia Slipstream di Corsair e che promette un tempo di risposta inferiore a 1 ms. K57 RGB è comunque anche dotata di Bluetooth 4.2 + LE e di un collegamento via USB Type-C ma di sicuro una latenza inferiore a 1 ms è un qualcosa di interessante anche se poi finirà per scontrarsi con il polling rate massimo di 1kHz dello standard USB. Saremmo comunque davvero curiosi di sapere come ha fatto Corsair a raggiungere una cifra simile!

K57 RGB è dotata di una batteria da 3200 mAh che dovrebbe permettere una buona autonomia anche con l’illuminazione attivata. Corsair riporta 35 ore con RGB e 175 ore senza, davvero niente male! In modalità bluetooth invece siamo attorno alle 40 e 200 ore rispettivamente. Per quanto riguarda gli switch troviamo dei rubber dome tattili, con anti ghosting e selective 8 key rollover, sufficienti per non avere problemi durante praticamente qualsiasi gioco.

Corsair non ha optato per switch meccanici il che ha i suoi svantaggi e vantaggi ma si tratterà principalmente di una preferenza personale (avremmo comunque adorato avere la scelta di un secondo o addirittura terzo tipo di switch su questa K57). La tastiera è in materiale plastico, matte su la maggior parte del corpo tranne nella parte superiore in cui troviamo una finitura lucida che incapsula alcuni dei tasti multimediali e quelli per la scelta di illuminazione e delle macro. Sfortunatamente non abbiamo passato molto tempo in compagnia di questo device, in pratica solo qualche minuto mentre il rappresentante del marchio ce ne illustrava le funzionalità, ma ci è parsa una tastiera degna di nota, a condizione che il prezzo non sia troppo elevato.

Elgato 4K60 Pro MK.2

Elgato è un brand che è entrato nella famiglia di Corsair da poco ed è ora di vedere i frutti di questa acquisizione. Durante la gamecom abbiamo visto 4K60 Pro MK.2, la revision della apprezzata scheda di cattura 4K lanciata tempo addietro da Elgato. Le novità sono significative: per prima cosa il prezzo è stato quasi dimezzato rispetto al passato e ora si attesta attorno ai 250$ al posto dei 400 di prima.

Come il nome suggerisce, 4K60 Pro MK.2 è in grado di catturare video in 4K a 60 fps ma non solo: è anche possibile catturare video in HDR10 sempre in risoluzione 4K. I refresh rates sono supportati fino a 240 Hz ma non con risoluzione massima (240 Hz sono disponibili in 1080p mentre a 1440p è possibile arrivare fino a 144 Hz). Interessante anche la capacità della scheda di gestire diversi flussi in uscita contemporaneamente: è possibile giocare in 4K HDR sul nostro monitor e inviare ad OBS Studio o Xsplit un video 1080 60 fps SDR e al contempo registrare una versione RAW in 4K HDR10 su HDD.

Elgato ha lavorato molto sulle sue tecnologie per permettere a 4K60 Pro MK.2 di occuparsi in modo automatico del remapping dei colori (che viene effettuato via hardware dalla scheda per non impattare sulle performances di gioco). Nel caso poi abbiamo un PC dedicato esclusivamente allo streaming oppure abbiamo necessità molto particolari, Elgato supporta diverse 4K60 Pro MK.2 nello stesso PC in modo da catturare diverse sorgenti contemporaneamente. Non è uno user case molto comune ma farà felici alcuni tipi di utenti molto esigenti. Per finire, la scheda è chiaramente PCI-E ed ha una dimensione decisamente più contenuta rispetto al passato, in modo da essere compatibile anche coi case più piccoli (pensiamo ad esempio a sistemi mini-ITX).

Corsair Hydro X Series

Torniamo nel brand Corsair con Hydro X Series. Si tratta di un nuovo ecosistema di prodotti per il water cooling. Nello stand della gamescom abbiamo potuto dare un’occhiata a diversi componenti indispensabili per creare un loop completo. Hydro X in pratica offre tutto dai tubi alle pompe ai blocchi per CPU e GPU e possono essere scelti con un configuratore presente sul sito di Corsair.

I blocchi per CPU sono compatibili con tutti i processori moderni e sono divisi in XC7 e XC9, che poi servono ad accomodare le diverse dimensioni dei die delle CPU AMD ed Intel moderne. Il blocco è nickel-rame e all’interno troviamo un sistema a 70 lamelle che non sono create con un CNC ma con un sistema di scavo per renderle più fini possibili, aumentando la superficie a contatto con l’acqua in modo netto. Ogni blocco contiene poi 16 led gestibili singolarmente.

I nuovi blocchi sono stati pensati per le GPU della serie RTX 20XX come ad esempio le 2080 Ti. Sono in alluminio e hanno una sezione trasparente (ed RGB) con anche un indicatore di scorrimento del liquido. Il design è particolare ma ci è parso molto elegante di persona. Per finire, Corsair offre anche un suo combo pompa-serbatoio da 330 ml con porta fill integrata e ovviamente illuminazione RGB top-bottom.

Tramite il configuratore di Corsair sarà possibile selezionare questa pompa e tutto il resto dei componenti (compresi radiatori, ventole, fittings e tubi) per un assemblaggio il più semplice possibile. Non che comunque Corsair si occupi anche di tagliare e piegare i tubi, si tratta di una cosa che dovremo per forza fare noi a casa. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla completezza dell’offerta Corsair per quanto riguarda i loop custom per PC anche se, lo immaginerete, non si tratta di una cosa per i deboli di cuore sia per quanto riguarda la difficoltà di installazione che per il prezzo. Giusto per farci un’idea abbiamo provato a fare una configurazione intera per CPU e GPU e siamo arrivati a poco meno di 1000 CHF: d’altra parte si sa che il raffreddamento a liquido è una cosa riservata al mercato enthusiast (noi continueremo a sognare).

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.