Giocato a Los Angeles: Roller Champions

Tutti cercano di fare il nuovo Rocket League. O meglio, tutti cercando di proporre il prossimo grande titolo di esport competitivo. Ci prova ovviamente anche Ubisoft che comunque nella sua scuderia ha già qualche titolo piuttosto interessante per la community di esporters. Questa volta si tratta di un titolo pensato per i gamer su PC a cui piacciono i pattini a rotelle! Come?

Roller Champions, questo il titolo dell’ultima fatica del publisher francese, è un gioco estremamente competitivo in cui i due squadre da tre giocatori corrono in arene ovali. Scopo del gioco è fare un giro intero dell’arena in possesso di palla per poi lanciarla all’interno di un cerchio parallelo al terreno. Più giri facciamo in possesso di palla (per un massimo di tre) e maggiore sarà il punteggio assegnato da un singolo gol. Durante i giri di campo possiamo passare la palla ai compagni di squadra che devono per prima cosa richiedere il passaggio, altrimenti non potremo tirare verso di loro. Non è necessario che a fare il giro sia sempre lo stesso giocatore, basta che sia un membro della squadra.

Ovviamente, in campo c’è anche la squadra avversaria. Il loro scopo è rubare la palla, sia intercettando un tiro andato male, sia colpendo fisicamente i nemici per farli cadere perdere possesso della sfera. La meccanica di placcaggio è semplicissima: basta arrivare vicino ad un avversario, premere il relativo tasto, e fare un bel body check contro di lui. Noi resteremo in piedi e senza subire rallentamenti mentre l’avversario finirà a terra e dovrà spendere un paio di secondi per rialzarsi. Le meccaniche, per quanto abbiamo capito durante le 4 partite che abbiamo fatto nello stand Ubisoft, sono tutte qui. Niente di troppo complicato da imparare: passaggio, body check e posizione “a uovo” per guadagnare velocità durante i salti. La sfida non è muoversi per l’halfpipe circolare in cui ci troviamo, la sfida è riuscire davvero a fare un giro di pista senza finire coi pattini all’aria. Anche perché se non completiamo almeno un giro, non possiamo fare gol. E il tiro in porta non è automatico, dobbiamo premere il bumper destro del controller, far apparire una linea per la traiettoria e tirare al momento giusto – un momento critico perché il team avversario non aspetta altro per venirci addosso e farci cadere la palla!

Durante l’E3 abbiamo fatto, come detto 4 partite. Le prime due sono state piuttosto caotiche perché il gioco è molto rapido e ci vuole un attimo di tempo prima di impratichirsi coi comandi. Per le prime partite nemmeno avevamo capito che c’è il tasto per frenare! Ma una volta che siamo entrati nel gioco e lo stesso hanno fatto i nostri compagni di squadra, dobbiamo dire che ci siamo divertiti col free to play di Ubisoft. Le partite sono diventate tesissime, con un team di 3 giornalisti contro un team di 3 impiegate Ubisoft che decisamente odiavano perdere (e hanno perso ogni volta! Yeah team stampa!). Più si gioca e più si scoprono piccole tattiche per fermare gli avversari o assicurarsi la vittoria.

Si può per esempio girare in senso opposto a quello della corsa per andare addosso frontalmente agli avversari. Abbiamo imparato abbastanza rapidamente a girare con la telecamera rivolta verso il dietro per tenere d’occhio l’arrivo dell’altra squadra. Bisogna assolutamente fare team play, magari mettendo due giocatori (uno con la palla e l’altro senza) assieme, per proteggersi a vicenda mentre magari il terzo giocatore fa sfondamento girando contromano. Insomma, Roller Champions sembra avere una certa profondità di gameplay e tattica ma, come al solito, 4 partite non bastano per sviscerare completamente un gioco.

Tecnicamente il gioco ci è parso solido, nonostante la sua fase alpha. Le animazioni sono belle e le piste coloratissime pur restando non troppo complesse geometricamente, segno che Ubisoft sta puntando ad un pubblico più ampio possibile. L’unica cosa che non abbiamo davvero capito è perché il gioco sia previsto solo su PC: un’uscita su Xbox One e PlayStation 4 ci sembra chiave per il successo di Roller Champions.

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.