Dji annuncia Mavic Mini

DJI ha annunciato in queste ore un nuovo drone della linea Mavic in formato però ridotto. Mavic Mini riprende la filosofia del drone pieghevole già visto in altri quadricotteri simili, riducendo ancora di più peso e dimensioni e integrando una videocamera in grado di filmare in 2,7K a 30fps. Qua sotto, il comunicato stampa!

 

Mavic Mini riprende la scia innovativa della rinomata serie Mavic, i droni pieghevoli di DJI iniziati con Mavic Pro e con Mavic Air e Mavic 2 a seguire, che punta a racchiudere le caratteristiche dei droni professionali in strutture sempre più leggere. Questo colloca Mavic Mini nella categoria dei droni più sicuri che, a differenza di droni di peso maggiore, è esentata dall’applicazione di regolamentazioni di volo in molte aree geografiche. Si raccomanda comunque ai piloti di volare sempre con consapevolezza e in conformità alle leggi e regolamentazioni locali.

Mavic Mini è il drone più piccolo e leggero mai creato da DJI, ed è lo strumento creativo perfetto per riprendere le avventure della vita quotidiana osservate da una prospettiva nuova, o per immortalare momenti spensierati in famiglia e con gli amici. Mavic Mini integra gli efficaci sistemi di sicurezza di DJI: come il geofencing, che consente ai piloti di evitare di volare in aree ad accesso riservato, o AeroScope, il sistema per l’identificazione remota che protegge le zone sensibili; o ancora, i limiti di quota preimpostati e la funzionalità di ritorno automatico al punto di decollo qualora il drone perdesse la connessione con il radiocomando o raggiungesse un livello di carica della batteria estremamente basso.

Mavic Mini è il primo drone DJI del peso di 250 grammi, che le autorità regolamentatrici per l’aviazione di tutto il mondo considerano la categoria di droni più sicura per volare. In molti Paesi, i droni al di sotto dei 250 grammi sono considerati sufficientemente sicuri da poter essere utilizzati con creatività e divertimento. Gli utenti sono tenuti a consultare la normativa di volo della propria area per conoscere le opportunità offerte dall’uso di Mavic Mini. Creato per essere il drone per tutti, anche per i meno esperti, Mavic Mini è semplice da pilotare e da utilizzare con l’apposito radiocomando. Il design ultraleggero e i motori potenti garantiscono a Mavic Mini fino a trenta minuti di volo, offrendo più tempo per esplorare e catturare contenuti. Il segnale di trasmissione Wi-Fi[ ] permette il controllo stabile e immagini in streaming ad alta definizione per un’esperienza di volo nitida e sicura. I ricevitori GPS e i sensori di visione verso il basso rilevano il terreno sottostante a Mavic Mini, per garantire un volo stazionario preciso, movimenti stabili e un atterraggio accurato sia al chiuso che negli spazi aperti. Mavic Mini offre ai piloti la possibilità di riprendere immagini di ottima qualità, come video in 2,7K a 30 fps, 1080p a 60 fps, o fotografie da 12 MP con un sensore da 1/2,3 pollici. Una sospensione cardanica motorizzata a tre assi supporta e stabilizza la fotocamera, garantendo video fluidi e professionali, rendendoli perfetti per la condivisione sui social.

Mavic Mini sarà in prevendita dal 30 ottobre 2019 su store.dji.com. Ci saranno due opzioni: la versione standard, che comprende il Mavic Mini, un radiocomando, una batteria, eliche di ricambio e tutti gli attrezzi necessari, avrà un prezzo di 399€. La Mavic Mini Fly More Combo, che include anche un paraeliche circolare, una stazione di ricarica doppio uso, due batterie extra, tre set di eliche di ricambio e una custodia per il trasporto, costerà 499€.

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.