Borderlands: The Handsome Collection

Il ritorno di due capitoli che faranno commuovere i vecchi fan e divertire i nuovi arrivati con una collection tirata a lucido!

logo_handsome

Dopo diversi remake e passaggi di giochi da PS3 e Xbox 360 a PS4 e Xbox One, ecco un nuovo arrivo su console next gen di un titolo che farà la gioia dei vecchi fan e molto probabilmente anche di chi non ha avuto ancora l’opportunità di giocarlo. Borderlands: The Handsome Collection è una raccolta di contenuti che gireranno in full HD e a 60 fps che incentreranno la narrazione sul protagonista di Borderlands: The Pre-Sequel e Borderlands 2 ossia Jack il Bello (infatti, purtroppo, nella raccolta non potremo godere le gioie di giocare o rigiocare al primo capitolo della serie in full HD). Grazie alla gentile concessione di Xbox che ci ha fornito il gioco, noi di Joypad abbiamo potuto provarla e siamo qui pronti a raccontarvi la nostra esperienza di gioco.

borderlandsTHC_sshot (3)

Una raccolta ricca di contenuti

Dal punto di vista della trama logicamente tutto è rimasto invariato, il Vault Hunter sul pianeta Pandora ha l’obiettivo di cercare la leggendaria stanza segreta contenente una misteriosa e potente tecnologia aliena. Jack il Bello è il nome di colui che vuole approfittare di questi segreti. Per chi è nuovo della serie potrebbe però avere qualche problema per quanto riguarda la scelta del gioco con cui iniziare la propria esperienza di questa Collection, personalmente consiglio di giocare prima a Borderlands 2 e poi a Borderlands: The Pre-Sequel per godersi totalmente la bellezza e le sorprese dei capitoli così come i vecchi fan hanno potuto fare. La raccolta include tutti i DLC precedenti, sia quelli compresi nel Season Pass sia quelli che non erano inclusi, dando quindi la possibilità di selezionare fin dall’inizio uno dei sei personaggi presenti nei vari titoli e scegliere le location ottenute dai contenuti digitali. borderlandsTHC_sshot (10)Borderlands 2, grazie ai quattro contenuti aggiuntivi contenuti, ciascuno caratterizzato da una stilistica personale, scenari innovativi e diverse nuove aggiunte, offre anche una valida alternativa al gioco principale oltre a un’enormità di eclatanti sfide contro i boss e altre minacce. Le missioni aggiuntive hanno solitamente nemici a livelli già considerevoli, solitamente dal livello 30 in su, quindi consiglio ai neofiti della serie di dedicarsi prima alla campagna principale, per prendere la mano con le meccaniche e i ritmi di gioco e magari giocare anche in cooperativa per potersi divertire ancora di più e godere al massimo delle possibilità che il gioco da per quanto riguarda l’esplorazione della superficie lunare, per poi dedicarsi alle missioni aggiuntive in maniera più godibile. Per la felicità dei veterani della serie invece, gli sviluppatori di Gearbox offrono la possibilità di usufruire dell’importazione dei propri personaggi che si utilizzavano sulle precedenti console con il livello, le armi e tutto ciò che si era ottenuto anche se, purtroppo, tutto ciò si può fare solo con console della stessa casa (quindi si potranno passare i personaggi da PS3 solo su PS4 e da 360 solo su One e non si potranno fare quindi passaggi incrociati). Inoltre, anche se il passaggio risulterà più macchinoso, potete copiare anche più personaggi e il tutto sarà positivo visto che verrete ricompensati con una marea di punti Badass e 50 chiavi d’oro. La raccolta da quindi la possibilità di godersi appieno ogni cosa, dalla storia alle missioni secondarie, poiché anche solo grazie giocando alle ultime (in compagnia di amici o anche da soli) offrono la possibilità di divertirsi tanto da rimanere incantati dal titolo per la prima volta come per l’ennesima e insomma, è godibile al 100% in ogni sua parte.

borderlandsTHC_sshot (2)

Ottima rimasterizzazione grafica

A livello grafico il gioco si presta molto bene, a parte alcuni piccolissimi difetti grafici (come alcune texture pixellizzate per essere pignoli) e soprattutto abbiamo riscontrato alcuni dei cali di framerate già visti nell’edizione originale su PS3 in Borderlands: The Pre-Sequel (soprattutto nella Co-Op, quando uno dei due giocatori si trova nel menù di gioco), sebbene qui siano stemperati dalla potenza delle console di nuova generazione. In generale comunque non ci hanno mai particolarmente infastiditi. borderlandsTHC_sshot (5)Possiamo assicurare quindi che tutto ciò alla fine non intacca la bellezza di questo remaster che infatti si dimostra, oltre che bello da vedere, anche molto fluido e davvero godibile che su next gen rende in maniera pienamente soddisfacente.

Per concludere vorrei dire senza nessun dubbio che Borderlands: The Handsome Collection è una raccolta molto ben fatta, ricca di una marea di contenuti che rendono il gioco ancora più bello di quanto lo sia già, senza contare che il rapporto tra la qualità e il prezzo è indubbiamente equilibrato e grazie a quelle piccole aggiunte (come il trasferimento dei personaggi tra una gen e l’altra o la totalità dei DLC già compresi nel gioco) darà la possibilità anche a chi ha giocato questo capolavoro sulla vecchia console di godersi il gioco appieno, come se fosse la prima volta. Purtroppo come già abbiamo anticipato all’inizio, nella collection non potremo giocare al primo capitolo della saga rimasterizzato in full HD. Speriamo quindi che Gearbox si decida a far uscire anche il primo capitolo tirato a lucido sulle console next gen per completare e armonizzare al massimo questa fantastica collection e soprattutto per chi vorrebbe godersi al 100% la totale esperienza che può regalare la saga di Borderlands (e su questo la software house ha già commentato in merito, dicendo che nel caso un gran numero di fan lo richiedesse non avrebbero nessun problema a rilasciarlo). Nel frattempo possiamo spendere un bel po’ di ore, divertendoci, con questa fantastica Collection.

 

 
 

Alberto Foroni

Scritto da : Alberto Foroni

Cameraman - Videomaker un tempo youtuber ma da sempre appassionato di videogames

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
insidegames.ch
the(G)net.ch