Anteprima: Forza Horizon 5

Per molti, Forza Horizon 5 è uno dei giochi più attesi della seconda metà del 2021. Microsoft ci ha offerto un assaggio del gioco di corse open-world poco prima della gamescom.

In un evento stampa digitale, Mike Brown, direttore creativo dello sviluppatore Playground Games, ha rivelato l’inizio completo del titolo, in cui siamo guidati attraverso diverse aree dell’enorme mondo di gioco. Questo dà a noi, e a voi, una buona idea di ciò che offrirà il quinto capitolo.

Off to Mexico

Gli sviluppatori chiamano questa prima parte del gioco “Opening Drive”, e la sequenza di esattamente otto minuti inizia in modo piuttosto spettacolare con una Ford Bronco Badlands del 2021 legata sotto la pancia di un potente aereo da trasporto. Mentre la rampa di carico si sposta verso la parte posteriore, improvvisamente diventa evidente che l’aereo è ancora in aria e il SUV si sta paracadutando verso il suolo. “Drop it like it’s hot” è il nome di questa sezione che ci trasporta direttamente a La Grand Caldera Vulcano – uno spettacolo mozzafiato di lava incandescente, neve che la circonda e ondate di fumo e nebbia. Secondo Mike Brown, il Bronco è “il veicolo perfetto” per esplorare questo terreno off-road con le sue piste di ghiaia. E così l’auto robusta, accompagnata dall’aereo sullo sfondo, sfreccia oltre un’enorme antenna satellitare da “uno dei punti più alti in un gioco di Forza, verso la valle. È una bella dimostrazione delle condizioni climatiche e degli ambienti che cambiano costantemente, passando rapidamente da un paesaggio vulcanico roccioso e invernale a una zona desertica. Accompagnato da un altro veicolo da rally, il Bronco solleva sabbia e polvere – ci ritroviamo nel mezzo del deserto della Baja, passando accanto a cactus e a qualche sparuta abitazione. Alla fine di questa sequenza si intravede brevemente il circuito di Baja, quando all’improvviso si torna all’aereo.

Varietà a perdita d’occhio

L’Horizon Festival fa un’altra consegna. Quello che salta fuori dalla pancia dell’aereo questa volta è una Corvette Stingray 2020 arancione. Il bolide scivola giù col paracadute in una valle verdeggiante, un lussureggiante terreno agricolo messicano. All’inizio, l’auto sfreccia lungo una sottile strada asfaltata attraverso la zona pittoresca dritta verso una tempesta di sabbia visibile all’orizzonte. Da sinistra e da destra, altri veicoli rovinano occasionalmente l’idillio – un’indicazione del perché siamo qui: l’Horizon Festival. A questo punto, l’aereo ci accompagna di nuovo sullo sfondo mentre l’auto gira finalmente su una pista di ghiaia e si ritrova nella tempesta di sabbia. Secondo Mike Brown, le tempeste di sabbia sono eventi meteorologici speciali che possono verificarsi durante gli eventi di gara così come in qualsiasi altra parte del mondo aperto. È impressionante quanto bene questo sia messo in scena graficamente – l’auto è immediatamente completamente coperta di polvere e sabbia, e la visibilità è forse da cinque a dieci metri intorno al veicolo. Questi tipi di tempeste non dovrebbero avere un impatto diretto sulla fisica del veicolo comunque. Le tempeste tropicali in particolare, tuttavia, influenzano il comportamento di guida a causa di tutta l’acqua sulla strada.

E mentre la Corvette ruggisce nella tempesta, la telecamera si sposta di nuovo sull’aereo, dal quale spunta la prossima auto: una Porsche 911 Desert Flyer. I primissimi secondi mostrano che stiamo di nuovo atterrando in un ambiente completamente diverso: una giungla. In “Thunder in the Jungle”, altre sfide di guida ci aspettano – e non stiamo parlando dei numerosi fenicotteri che arricchiscono il paesaggio e che vengono spaventati dal passaggio dalla nostra auto. La Porsche si fa strada attraverso un terreno estremamente fangoso, interrotto da diversi passaggi d’acqua. L’alta umidità è letteralmente palpabile mentre il proiettile giallo-verde al neon corre attraverso la fitta vegetazione, occasionalmente accompagnato da altri veicoli. Infine, c’è uno spettacolare salto sotto un enorme ponte, sotto il quale vediamo persino sfrecciare l’aereo. E proprio quando riusciamo a scorgere nella nebbia l’accenno di un antico tempio, veniamo catapultati nella prossima e ultima sezione.

Highway to the Danger Zone

La Highway to Horizon ci trasporta a Baja California, siamo arrivati al tracciato finale che ci fa entrare nell’atmosfera, e che ci mette al volante di una Mercedes AMG One. Il bolide rosso scuro è basato sull’attuale tecnologia di Formula 1, ma ha l’approvazione ufficiale per essere usata su strada. Così ci dirigiamo lungo la costa del Pacifico su una strada asfaltata verso la zona del festival, fiancheggiata da alcune rocce e sabbia, che presto si trasformano in una vegetazione lussureggiante e in giardini finemente curati di ville di lusso. A rotta di collo, la corsa continua rapidamente verso l’interno, con sempre più veicoli che si uniscono alla corsa. Accompagnato dagli aerei che volano estremamente bassi, il campo finalmente raggiunge il traguardo e la schermata di partenza di Forza Horizon 5 appare sullo schermo – che corsa che dimostra superbamente cosa ci aspetta.

Forza Horizon 5 ci porterà in Messico, nel caso non fosse ancora chiaro. Secondo Mike Brown, sarà il mondo più vario mai visto in un gioco della serie – vulcani, deserti, giungle, canyon, città storiche con architettura brillante e siti antichi. Brown ha affermato che fortunatamente la maggior parte della ricerca per questo gioco è stata completata prima della pandemia di Covid. In questi viaggi di tre anni fa, non solo sono state scattate foto e video, ma è stata catturata anche la musica originale delle rispettive parti del paese. Inoltre, il gioco contiene una serie di composizioni originali di artisti messicani. Parte della costruzione del mondo sono anche molti nuovi animali, come i cani selvatici, le capre di montagna o i già menzionati fenicotteri – naturalmente con un’evasione automatica incorporata.

Seguito diretto di Forza Horizon 4

Uno dei due veicoli di copertina è la Mercedes AMG One – è basata sulla tecnologia attuale della Formula 1 e può essere commutata dalla modalità stradale a quella di gara. Lo vedremo anche in giocoo in quanto le sospensioni si abbassano, le prese d’aria di scarico aumentano di dimensioni, ecc. Questo cambio di modalità non si nota solo visivamente, ma anche nelle prestazioni e nella gestione. La seconda auto di copertura è la Ford Bronco menzionata all’inizio. A proposito, la quinta parte della serie di corse segue direttamente il suo predecessore in termini di contenuto. Così non si inizia più come un rookie sconosciuto, ma come una delle superstar del festival Horizon UK che accompagna la manifestazione in Messico. Nel complesso, Playground Games si appoggia sulla campagna di Forza Horizon 4: Con Timothy, per esempio, ritroveremo un personaggio familiare. E così rimarrà con la libertà per i giocatori di esplorare il mondo in qualsiasi momento. Secondo Brown, in passato non era sempre assolutamente chiaro cosa si dovesse fare dopo o cosa il gioco avesse in mente. Gli obiettivi sono quindi ora chiaramente visibili e riconoscibili sulla mappa, senza dettare cosa e come dobbiamo giocare. A proposito, c’è una sorta di Easy Mode (Turista), che dovrebbe permettere ai bambini e ai principianti di giocare attraverso il gioco.

Anche le stagioni faranno di nuovo parte del gioco. In Messico, naturalmente, hanno un impatto diverso sul paesaggio rispetto al Regno Unito, dice Brown. Quindi il tempo cambia con un ritmo settimanale. Anche se c’è neve sul vulcano in inverno in Messico, tutto il paese non ne è immediatamente ricoperto. Una delle maggiori differenze è che i livelli d’acqua nel paese e nel gioco cambiano con le stagioni. In alcune stagioni, quindi, si sperimenta molta più pioggia, e in autunno si aggiungono tempeste tropicali con effetti meteorologici intensi.

Un’ ultima parola per quanto riguarda la tecnologia: Forza Horizon 5 dovrebbe girare in 4K a 30 fps su Xbox Series X e in 1080p a 30 fps su Xbox Series S. Per i giocatori che preferiscono giocare ad un alto frame rate, ci sarà una modalità performance con 60 fps. Gli effetti di Ray Tracing sulle auto saranno usati solo nell’area del festival e nelle case dei giocatori. Playground promette anche che l’Event Lab sarà ancora più potente questa volta che in passato e darà ai giocatori molte opzioni per creare i propri eventi di gara.

Articolo originale di games.ch, pubblicato previa autorizzazione

Scritto da : games.ch

Questo profilo ripubblica contenuti da games.ch tradotti in italiano

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
insidegames.ch
the(G)net.ch