Yo Kai Watch 2 – Polpanime e Spiritossi

Scritto da il il Recensioni, 2 più
chiudi [x]

Yo Kai Watch 2 – Polpanime e Spiritossi

Torna precisamente dopo un anno il famoso franchise prodotto da Level 5. Si stiamo parlando di Yo Kai Watch, serie che ha fatto innamorare tutto il mondo con i suoi personaggi disegnati dal famoso Masami Suda, che abbiamo avuto il piacere di incontrarlo lo scorso anno al Japan Matsuri di Bellinzona.
Come sempre la serie è in ritardo rispetto al Giappone, ma anche dal resto del mondo rispetto l’Europa. Infatti Yo Kai Watch 2 è uscito nel lontano luglio 2014 nella terra del sol levante e l’autunno scorso negli altri continenti. Ma scopriamo la nuova avventura di Natan, Whisper e il mitico Jibanyan, disponibile nei negozi il prossimo 7 aprile nelle versioni Polpanime e Spiritossi.

Continua l’estate:

Yo Kai Watch 2 inizia esattamente dal punto in cui termina il primo episodio, ossia le vacanze estive. Una notte due Yo Kai osservano dormire il giovane eroe (o eroina se sceglierete la ragazza) che indossa lo Yo Kai Watch, un orologio speciale in grado di vedere essere simili a spettri che influiscono ogni giorno sulla vita quotidiana degli esseri umani. Tramano un piano ben preciso e non vogliono nessun essere umano ad intralciarli, ed è per questo che decidono di far sparire l’orologio e fargli perdere la memoria di tutte le sue avventure e amicizie affrontate in precedenza. Ma non passerà molto tempo, per ritrovare l’oggetto smarrito e il valletto più esuberante e inaffidabile della storia, si stiamo parlando di Whisper. Come per Natan, anche gli Yo kai hanno perso i ricordi verso il protagonista, ma non appena si tornerà ad essere amici si riacquisterà immediatamente la memoria. Ma qualcosa di molto più terribile di Poliministro (il boss finale del primo capitolo), sembra minacciare non solo Valdoro, ma tutte le regioni che le circonda.
Il movente dell’amnesia, permette di introdurre tranquillamente tutti i giocatori al secondo capitolo, specialmente anche chi non hai mai visto niente di questo brand.

Gameplay e features:

Il titolo riprende tutte le dinamiche del precedente capitolo, ossia cercare insetti e pesci, scoprire Yo Kai nei luoghi più insoliti per affrontarli e diventare amici, utilizzare la videocamera del 3DS per fare dei selfie e scoprire chi ci circonda nella nostra vita reale e muoversi per la mappa ad affrontare missioni primarie e secondarie (maggiori informazioni sulle vecchie dinamiche le trovate nella recensione di Yo Kai Watch).

Ma cosa c’è che fa differenza allora in questa nuova versione? Ovviamente quello che vi abbiamo appena raccontato è solo una piccola parte, infatti Yo Kai Watch 2 implementa moltissime nuove caratteristiche, tra cui lacune che i giocatori della prima versione ne sentivano la mancanza. Tra tutti sicuramente lo scambio delle medaglie e le battaglie di lega online. Un po’ come succede in Pokémon, si potrà completare più facilmente il proprio medaglium (libro per collezionare le medaglie raccolte) e affrontare combattimenti con altri giocatori con regole ben precise (Yo kai preimpostati a livello 60, alcuni non sono validi, massimo quantitativo di alcune medaglie per rango, eccc). Insomma una bella “feature” che rallegrerà molto i “vecchi” giocatori, ma anche i nuovi soprattuto se arrivano dalla famosa serie di Niantic. Anche lo Yo-kai Pad si è evoluto. Se prima permetteva di visualizzare solo l’inventario, medaglie, tane Yo-kai, guide di gioco, salvare e modificare le impostazioni, durante l’intera avventura persone o Yo-kai installeranno nuove APP all’interno. Per esempio si potrà controllare le previsioni del tempo, per vedere se pioverà prossimamente per scoprire nuovi determinati “nemici/amici” o visualizzare i propri trofei (si, avete capito bene, ci sono gli “Achievements”).
Ma non sono finite le sorprese. Se prima si era costretti a girare per le strade di Valdoro, adesso si potrà addirittura prendere il treno e viaggiare in altre regioni. Volete di più? Grazie allo Yo Kai Trispecchio si potrà tornare indietro di 60 anni e scoprire le zone nel loro antico splendore. Insomma, ora c’è ne di roba da scoprire.
Un altro aspetto che ci ha reso particolarmente contenti è l’introduzione di maggiori informazioni sui Yo Kai nemici in battaglia. Spieghiamoci meglio, prima se si voleva diventare amico di uno Yo Kai bisognava lanciare del cibo a caso e, se gradito, uscivano dei cuori. In questo modo si scopriva che quel tipo di alimento era adatto per tentare di fare amicizia. Ma visto che non era semplice fare amicizia (molto casuale), la soluzione migliore era andare su internet e vedere la lista dei cibi preferiti di ogni Yo Kai. Adesso, invece, quando si andrà a posizionare lo spillo su un nemico durante le battaglie, verrà scritto che tipo di cibo preferisce.

Adesso oltre alla fusione nel tempio della Retta via, dove si poteva combinare oggetti e Yo-kai per crearne dei nuovi, è possibile trasformare gli Yo-kai in gemme dell’essenza nel nuovo tempio della Virtù. Questi oggetti, che possono essere potenziati a loro volta con nuove gemme, possono essere assegnati ad un Yo-kai (per esempio dello stesso tipo) per aumentare notevolmente le proprie statistiche. Da fare attenzione però che una volta trasformata una medaglia in gemma, non si potrà più utilizzarla in battaglia. Questo significa che conviene convertire le medaglie doppie se si é intenzionati a potenziarne uno.

Anche lo Yo Kai Watch viene potenziato ad un certo punto della storia. Infatti si potrà ottenere il “Model Zero”, che permetterà di usare comandi nuovi e potenti. Per esempio, una volta attivato, si potrà usare il comando Abilità M (al posto del Energimax) che effettuerà un potente attacco ma che consumerà tutti gli energimetri della squadra in testa.

Queste sono solo alcune delle molte novità introdotte in questa versione di Yo-kai watch, molte sono presenti in determinati momenti sotto forma di minigiochi. Resta a voi scoprire cosa vi attende.

Potere al terrore Onirico:

Vogliamo aprire un capitolo anche sul terrore Onirico. Per chi non lo sapesse in Yo Kai, specialmente durante la notte, era possibile imbatterci nella modalità Onirica, nel quale si doveva raccogliere determinati oggetti (se si voleva) e scappare da una porta speciale senza essere scoperti dalle “sentinelle”. Se per puro caso si veniva scoperti, ed era meglio di no, lo spaventoso Yo-kai Koross correva velocemente verso il giocatore per eliminarlo in pochi colpi.
Adesso, oltre a questa modalità, è possibile affrontare il terrore onirico con i nostri amici Yo-kai. Grazie ad un APP chiamata “Yo-kai Blasters”, si potrà affrontare ogni volta che si vuole il terrore onirico ma con gli Yo-kai in modalità wireless locale con i propri amici, formando una squadra di al massimo 4 utenti.
L’obiettivo rimane sempre lo stesso, raccogliere le sfere e scappare, ma con la differenza che l’Oni può essere sconfitto e ogni giocatore controlla uno Yo-kai in uno dei seguenti quattro ruoli: Guerriero, Difensore, Guaritore o Ranger. Ognuno dispone di mosse diverse a seconda del suo ruolo e possono essere attivate con i pulsandi della console, inoltre sono presenti anche oggetti speciali per recuperare energia o effettuare attacchi speciali. Una volta raggiunta l’uscita entro il tempo, le sfere raccolte potranno essere convertite per ottenere delle monete Oni, che potranno essere usate nella Slot-kai Oni (ovviamente).

Polpanime o spiritossi?

Concettualmente è il ricalco della tipologia di Niantic. Le due versioni si differenziano dagli Yo-kai che puoi scoprire, dove alcuni sono presenti solo in una determinata versione. È anche possibile, grazie al menu nella schermata principale, è possibile collegare le due versioni per cimentarsi in covo nemico. Purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di testarla, visto che abbiamo ricevuto solo una versione, ma abbiamo notato che è possibile collegarsi passando un codice pin, generato in quel momento, ad un’altra persona nelle vicinanze, oppure su una copia personale (digitale o fisica) tramite una procedura guidata. Insomma altra carne al fuoco.

Conclusioni

Yo Kai Watch 2 è, finalmente, il gioco completo che ci aspettavamo. I dialoghi scritti e parlati in italiano, enfatizzano ancora il capolavoro creato da Level-5. Non ci sono grandi novità sul livello grafico ma, sinceramente, non se ne sente minimamente il bisogno, visto che è stato riempito di contenuti da far “perdere di vista” il giocatore dalla missione principale. Abbiamo anche notato che molti dialoghi e storie ricalcano l’anime della serie, cosa ben gradita, ma soprattutto, che sono stati aggiunti 100 nuovi Yo-kai alla lista, per un totale di 350. Che altro dire, se siete alla ricerca del vostro prossimo acquisto sulla famosa console portatile Nintendo 2DS/3DS, con questo titolo andate a colpo sicuro e il divertimento è garantito per moltissime ore.
Vogliamo concludere con un’ultima “feature” che renderà felici molti utenti, si potrà “abbandonare” Whisper come valletto (che non sarà molto contento) per farci accompagnare da un qualsiasi Yo-kai amico, per esempio Jibanyan. Terrete con voi il morbido e batuffoloso valletto bianco, il pigro ma affascinante gatto che ruba le barrette di cioccolato, o qualcun altro? Fatecelo sapere siamo curiosi delle vostre risposte.

 

 

Ci piace

  • Scambio delle monete
  • Battaglie online
  • Molta longevità
  • Nuove caratteristiche interessanti

Non ci piace

  • Nessun miglioramento a livello grafico
6
Neme

Scritto da : Neme

Diplomato in Digital Graphic Computer Animation, sviluppatore web e grafico pubblicitario con una passione nello sviluppo di videogiochi. Nato negli anni d'oro dell'intrattenimento videoludico, ha incominciato la sua passione da ragazzino con i Game&Watch e il MegaDrive per poi passare a tutte le piattaforme.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.