Xbox Design Lab

Scritto da il il Recensioni Hardware, 4 più

Xbox Design Lab

Xbox Design Lab è una di quelle buone idee da cui la Svizzera è stata a lungo esclusa. Un servizio di personalizzazione ufficiale di Microsoft che permette di customizzare i dettagli del controller di Xbox One (almeno, nel 2017 quando il servizio è stato attivato nei paesi limitrofi era Xbox One) e di Xbox Series.

Il periodo di magra è comunque finito perché Xbox Design Lab sta arrivando in Svizzera e noi l’abbiamo provato in anteprima!

Disegno un controller

Xbox Design Lab, lo dice il nome, è un laboratorio per customizzare il nostro controller. Quando ci lanciamo nell’esperienza ci ritroviamo davanti un classico controller Xbox Series con tutte le feature a cui siamo abituati da un controller originale: wireless/bluetooth, i tre tasti menu, la solita eccellente ergonomia. Quello che però possiamo fare da ora è cambiarne i dettagli. Nulla di estremo, non potremo spostare la posizione dei tasti o ottenere levette extra (tipo Elite Controller per intenderci). La personalizzazione è praticamente solo visiva con una buona scelta di colori e qualche materiale extra. Il nostro controller, che abbiamo personalizzato al massimo, con tutti i materiali più premium possibili e ogni colore, è giunto in redazione in un tempo piuttosto rapido, calcolando che è stato fatto su misura e spedito dalla Cina.

Il lavoro di personalizzazione inizia coi colori di base: cover frontale e posteriore. La scelta di colorazioni non è infinita e i vari motivi selezionabili si limitano a una texture camo di diversi colori e una edizione speciale LGBTQIA+, quest’ultima precedentemente disponibile solo per un numero selezionato di content creator e influencer e che ora è finalmente più inclusiva (nel senso che potete averla anche voi). Abbiamo scelto un ciano tendente al verde e che, dal vivo, è assai piacevole. Per la parte posteriore abbiamo selezionato un grigio, perché siamo persone noiose. In seguito, possiamo selezionare diversi stili per i pulsanti A, B, X e Y. Tra le scelte possibili ci sono i classici pulsanti colorati, pulsanti bianchi (che abbiamo scelto) e pulsanti neri. Non c’è una scelta ovvia o corretta e tutto dipenderà dai nostri gusti e dal design sui cui stiamo lavorando. Gli stick analogici possono anch’essi essere customizzati e abbiamo scelto un bel giallo canarino (tra l’altro, rendendoci conto dopo che è uscita la bandiera Ucraina, non che volessimo fare messaggi politici di alcun genere – i due colori stanno semplicemente bene assieme!).

La croce direzionale l’abbiamo fatta blu metallizzato, una opzione più costosa della semplice finitura plastica. Personalizzazione anche per i tasti menu, che abbiamo deciso essere nero su bianco ma che potevamo invertire facilmente. Ebbene sì, alcune scelte aggiungeranno costi sul totale e più sceglieremo opzioni interessanti e più il prezzo finale crescerà. Il nostro controller, con tutte le personalizzazioni di cui abbiamo già parlato più altre di cui diremo tra poco, è finito per costare 99,94CHF, sensibilmente di più del prezzo di un controller standard. Sul retro del controller abbiamo selezionato lo stesso blu per i bumper e la stessa finitura metallizzata blu per i trigger. Per finire abbiamo applicato una superfice gommata anti scivolo, del tutto simile a quella di Elite Controller, per migliorare finiture e presa in mano. Ultimo tocco, l’iscrizione sul davanti, personalizzabile. Abbiamo scelto di mettere il nickname di Xbox Live ma possiamo scrivere quello che ci pare.

Il gran totale delle personalizzazioni è:

  • Back: Storm Grey
  • Body: Mineral Blue
  • Bumpers: Shock Blue
  • Triggers: Photon Blue (metallico) (+3.99 CHF)
  • D-Pads: Photon Blue (metallico) (+3.99 CHF)
  • Thumbsticks: Lighting Yellow
  • ABXY: Grigio su bianco
  • View, Menu, Share: Bianco su nero
  • Grips: Rubberized Side Grips (+5.99 CHF)
  • Back Grips: Rubberized Back Grips (+5.99 CHF)
  • Engraving: MrPipistro (+9.99 CHF)

Totale: 99.94 CHF (senza IVA, che non abbiamo incluso nel conteggio perché non abbiamo dovuto pagarla, visto che il controller per finire noi non l’abbiamo pagato. Ma fate attenzione al dettaglio!).

Come vedete dalla lista, le personalizzazioni di base sono comprese nel prezzo ma se vogliamo aggiungere cose particolari come i colori metallici o i grip (per non parlare dei 10CHF per scrivere il nome sul controller) la lista delle spese si allunga.

Ordino e aspetto trepidante

Xbox Design Lab è una cosa che, dal lancio nel 2016, stavamo aspettando. Non solo perché è indubbiamente intrigante potersi customizzare il controller senza dover passare da qualche sito cinese di dubbia origine e poi dover mettere mano personalmente al controller. Anche se farlo è particolarmente semplice nel caso dei controlli di Series X, la fotografia qua sotto ritrae un controller modificato da noi con delle parti fornite da ExtremeRate).

La modifica non ufficiale, appena la applichi addio garanzia

Il vantaggio della soluzione Microsoft è che andiamo a rifornirci direttamente dal produttore, con un controllo qualità e una garanzia del costruttore che qualsiasi mod fatta in casa si sogna.

Una volta ordinato comunque, non abbiamo che da aspettare. Ordinato il 12 maggio, ricevuto il 23 maggio. Non è un delivery il giorno dopo ma contando il fatto che hanno dovuto assemblarlo apposta e spedirlo dall’altro capo del mondo, siamo rimasti assolutamente positivamente impressionati. Il controller arriva ben protetto e avvolto da una confezione bianca assai piacevole alla vista. All’interno della confezione poi troviamo il controller e un paio di batterie AA, non ricaricabili, come nelle confezioni standard.

Colori e materiali a parte è identico a qualsiasi altro controller ufficiale Xbox: funziona alla stessa maniera, ha le stesse performance, lo stesso feeling. L’unica cosa che cambia sono i colori.

Passo alla cassa?

La disponibilità di Xbox Design Lab in Svizzera è una bella opzione. Peccato che, come al solito, il sito non sia disponibile in italiano ma solo tedesco e francese. Meno inclusivo di quanto avremmo desiderato ma tant’è, siamo messi molto meglio rispetto ai tempi di Xbox 360 e la dashboard metà in tedesco. La domanda è: vale la pena di spendere 100CHF per un controller super pimpato? Da un punto di vista di budget, no. Un centello per un controller senza alcuna funzione speciale sono un po’ tanti. Ma qua non state pagando le features ma semplicemente il lato artistico della cosa. E per come tutte le cose personalizzate, si paga per questo privilegio. Quindi se state cercando un controller qualsiasi, ne trovate di uguali a meno nel negozio più vicino. Se invece morite dalla voglia di avere un controller unico, magari col vostro nome scritto sopra, Xbox Design Lab fa esattamente quello che ci aspettavamo. Un controller personalizzato, di ottima qualità, direttamente a casa vostra. Lasciate che sia il vostro senso estetico (e il vostro conto in banca) a guidarvi!

Ci piace

  • Personalizzazioni
  • Materiali
  • Colori

Non ci piace

  • Textures limitate

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
the(G)net.ch