Sapere è Potere: I Decenni

Scritto da il il Recensioni, 3 più

Sapere è Potere: I Decenni

Prima o poi sapevamo che sarebbe arrivato il secondo capitolo di Sapere è Potere ed infatti così è stato, intitolato `”i Decenni”, è tra i nuovi titoli PlayLink di novembre.
Per chi ancora non conoscesse PlayLink, è dovere sapere che si tratta di una collana di videogiochi social, per PS4. Basta scaricare il gioco sulla console, scaricare la rispettiva app gratuita (sia sull’App Store sia su Google Play) sul proprio cellulare ed inizia il divertimento. Pur essendo una seconda edizione del gioco iniziale, non serve avere la prima versione per poterci giocare.
Ma cosa c’è di nuovo per convincere il giocatore ad acquistare anche questa versione?

Cellulari in mano e cervelli accesi

Per chi non lo sapesse, Sapere è Potere è un gioco tipo quiz, dove si può giocare con un minimo di due persone e un massimo di 6. In Sapere è Potere: I Decenni le domande saranno per lo più inerenti alla cultura pop degli ultimi 40 anni, ma si parlerà anche di musica, film, cultura e molto altro ancora.
Il gioco inizia quando il nostro cellulare ci chiederà di scattarci un selfie, dopo aver scelto uno degli otto nuovi personaggi presenti, come ad esempio l’amante dei cabinati arcade o la rockstar. Dopo aver scelto un argomento di partenza si procederà nelle 4 grandi categorie: musica, tv, film e cultura e da qui via via si scopriranno sempre altre categorie più piccole all’interno come lo sport, l’arte o i libri.
Questa versione di gioco si chiama “i Decenni”, perché appunto ogni tanto capiterà di scegliere l’epoca in cui si vuole rispondere alle domande successive. Alla fine delle domande, c’è la sfida finale: la piramide del Sapere. In base al punteggio ottenuto rispondendo alle varie domande, si inizierà la scalata della piramide più in alto o più in basso rispetto ai propri compagni di gioco. Chi raggiunge prima la cima, vince la partita e riceve una pergamena dove ci sarà scritta una curiosità.
Questa modalità principale standard ha un ritmo molto tranquillo e rilassato che permette ai giocatori di parlare tra di loro tra una domanda e quella seguente. Per i più frettolosi invece, Wish Studios ha pensato a tre diverse soluzioni: la Partita Veloce ha meno “manche”, la variante Sfida e quella a Domande.

Per quanto riguarda le sfide, ne sono state aggiunte quattro nuove: trova le lettere (bisogna completare la parola toccando le lettere mancanti), abbinamenti (bisognerà collegare una risposta ad un’altra), scaccia l’intruso (si deve eliminare la risposta sbagliata) e Questo e Quello dove la risposta dovrà essere trascinata nella giusta categoria. Il tutto amplia la varietà e ovviamente si svolge sempre tramite schermo tattile, che si dimostra all’altezza del compito senza troppi compromessi.
Ovviamente anche in I Decenni tornano i poteri per ostacolare gli altri concorrenti prima di ogni domanda, alcuni dei quali sono tutti nuovi, dalle luci stroboscopiche che oscurano le risposte, alle zip che le nascondono, rallentando quindi il processo di scelta. Se però questa funzionalità vi infastidisce, nelle opzioni principali, è anche possibile disattivarli eventualmente.
L’estetica della produzione rimane sempre ben curata e apprezzabile, realizzata con uno stile simil-stop motion di cui è difficile non innamorarsi, farcito con l’immancabile doppiaggio in italiano di ottima fattura, proprio come in un vero quiz televisivo.

Due meglio che uno?

Non sarebbe stato male migliorare la prima versione invece di farne una seconda. Avrebbero potuto semplicemente aggiornare la prima versione del gioco, vendendo il contenuto aggiuntivo dal Playstation Store, così sarebbe aumentata la longevità del precedente capitolo, ma hanno preferito ricominciare “tutto” da capo, così da conquistare altre tipologie di persone, visto che i temi delle domande cambiano.
Malgrado questo, resta comunque un divertente gioco per passare delle serate alternative con i propri parenti o amici, ideale per le prossime festività natalizie.

L’uso del sistema PlayLink è facile e intuitivo, proprio alla portata di tutti, specialmente a chi magari non ha mai usato un controller. Non è necessario l’uso di una rete wirless per poter giocare. Infatti, potrete sfruttare la connessione wireless messa a disposizione dalla console anche in assenza di internet, utile specialmente se volete portare la vostra console in montagna durante questo inverno.

Riuscirete a battere i vostri “vecchi” e conquistarvi il trono di Sapere e Potere? È allora, smartphone o tablet alla mano e via con la sfida!

Ci piace

  • Nuovi poteri
  • Nuove sfide

Non ci piace

  • Praticamente identico al primo capitolo
  • Nessuna funzionalità online
4.75
Neme

Scritto da : Neme

Diplomato in Digital Graphic Computer Animation, sviluppatore web e grafico pubblicitario con una passione nello sviluppo di videogiochi. Nato negli anni d'oro dell'intrattenimento videoludico, ha incominciato la sua passione da ragazzino con i Game&Watch e il MegaDrive per poi passare a tutte le piattaforme.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.