Nokia 7.1

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più

Nokia 7.1

Di nuovo a parlare di smartphones Nokia prodotti da HMD Global? Ma davvero? Beh, ovviamente sì. Oggi sotto la nostra indiscreta lente scrutatrice troviamo Nokia 7.1, un ottimo candidato per essere il dominatore della gamma mid-range.

Seguiamo il trend sbagliato?

Iniziamo con le specifiche e capirete subito perché il titolo di questo segmento. Nokia 7.1 è uno smartphone basato su processore Snapdragon 636 octa-core da 1.8GHz e 3 o 4 GB di RAM a dipendenza di quanto spazio d’archiviazione abbiamo scelto (32 o 64GB). Le dimensioni sono 149.7 x 71.2 x 8 mm, il peso 160 grammi. Lo schermo è un LCD IPS da 5,84 pollici, risoluzione 1080×2280 (aspect ratio 19:9, 79,9% screen-to-body ratio) con supporto ad HDR e, ahinoi, integra un notch nel mezzo per alloggiare la fotocamera frontale da 8 megapixel con f/2.0) oltre che qualche sensore utile. Diciamo ahinoi perché, come tanti altri là fuori, semplicemente non siamo affatto dei fan di questa sciagurata scelta di design introdotta dai fanatici bevitori di sidro di Cupertino. Tra questo e la rimozione del jack stereo, semplicemente non possiamo perdonarli. Pur essendo un mid-range, Nokia 7.1 offre due fotocamere posteriori, una da 12 megapixel con f/1.8 e l’altra con 5 megapixel e f/2.4. Il che, almeno sulla carta, ne fa un device interessante nel comparto fotografico, in grado anche di filmare in 2160p a 30 fps, stabilizzato con un gyro-EIS. Troviamo poi le connessioni classiche (wi-fi a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, GPS, NFC e USB 2.0 Type-C). La batteria è da 3060 mAh. Dimenticavamo, il jack stereo da 3,5 mm è, per fortuna, presente. Per concludere, il sistema operativo è Android 8.1 e l’aggiornamento a 9.0 è già in programma, visto che anche questo Nokia 7.1 fa parte di Android One, il che garantisce due anni di aggiornamenti e tre anni di patch di sicurezza. Se aggiungiamo il fatto che i device Android One vengono venduti con pochissime (se non praticamente zero) app inutili rasentanti il boatware, c’è da stare contenti.

Solido compagno

Abbiamo speso qualche settimana in compagnia di Nokia 7.1 è ne siamo usciti con un generale senso di soddisfazione. Per cominciare il design è sobrio e piuttosto elegante. Sul davanti troviamo dei bezel piuttosto sottili, specialmente se parliamo di un device che viene venduto a 380 CHF per il modello da 64GB. Sul davanti troviamo solo lo schermo e il tanto detestato notch e uno schermo molto luminoso e generalmente piacevole da guardare. I fianchi sono caratterizzati da un doppio profilo color alluminio che racchiude i tasti volume e accensione sul lato destro.

Sul retro troviamo l’array delle fotocamere, il led a due colori e il lettore di impronte digitali, posizionato nel mezzo a circa un terzo dell’altezza dello smartphone. Una posizione che troviamo perfetta: non troppo vicina alle lenti dei sensori fotografici (che però avanzano fuori dal corpo di un pochino) e non troppo in basso da risultare scomoda da raggiungere mentre usiamo il telefono. In generale insomma siamo dei fan di un design senza stupidate, sobrio e funzionale. Il device, coi sui 160 grammi di peso, trasmette una buona sensazione in mano, senza sembrare né plasticoso né fragile. Una cosa importante da tenere a mente: il device è estremamente scivoloso! L’abbiamo appoggiato sul divano solo per vederlo muoversi lentamente, come dotato di vita propria, verso il bordo. Assicuratevi di posarlo solo su superfici piatte!

Usare Nokia 7.1 come telefono di tutti i giorni è un esercizio semplice. Il device è sufficientemente rapido e scattante per un utilizzo regolare. Broswer web, social media, YouTube, Netflix e email sono scenari tipici in cui il device non batte ciglio. Se invece si desidera fare cose più intensive, pensiamo ovviamente al gaming, cominceremo ben presto a renderci conto che CPU e RAM non sono molto adatte a grafica 3D di ultima generazione. L’importante è tenere a mente il target di un device simile! Proprio riguardo il consumo di contenuti multimediali, siamo rimasti favorevolmente impressionati. Il supporto ad HDR10 su YouTube e specialmente Netflix fanno di questo smartphone di Nokia un buon compagno di viaggio. Il software farà anche la conversione di contenuti normali verso HDR e sebbene l’effetto non sia stratosferico, i video risulteranno comunque più vibranti e pieni. Un po’ peccato che ci sia solo un altoparlante, anche se comprendiamo la necessità di risparmiare da qualche parte, perché altrimenti sarebbe stato davvero un’ottima Netflix machine!

Le performances fotografiche dei device mid-range non sono mai stellari. In questo senso Nokia 7.1 fa meglio di tanti altri. In condizioni di buona illuminazione le fotografie sono molto più che decenti e sebbene non possano di certo competere con un Note 9 o un iPhone XS, hanno ragione d’essere. Abbiamo notato comunque qualche punto negativo, come la qualità degli scatti in condizioni di scarsa illuminazione. È anche necessario restare ben fermi quando usiamo sia la camera posteriore che quella per i selfie, il rischio è di ottenere immagini leggermente sfuocate. Piuttosto impreciso anche l’effetto bokeh ma d’altra parte anche devices d’alta gamma spesso deludono sotto questo aspetto.

Conclusioni

Nokia 7.1 è un solidissimo mid-range. Si posiziona molto bene per un acquisto senza rinnovare abbonamenti e altre trappole escogitate dai vari carrier e offre molto più di quanto logico attendersi per questo segmento di prezzo. Certo, non bisogna aspettarsi tutti i fronzoli offerti dai top di gamma, sia di Nokia che di altri, ma quello che fa lo fa bene. Bello il design, decentissime le fotocamere. Le performances nei giochi lasciano a desiderare quindi se volete solo giocare a PUBG o Fortnite sarà meglio indirizzarsi verso qualcosa di più potente (e costoso). Peccato che non ci sia la ricarica wireless e quel notch proprio non possiamo vederlo ma tutto il resto ci piace.

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.