Samsung Galaxy S7

Scritto da il il Recensioni Hardware, 2 più

Samsung Galaxy S7

Samsung è una forza dirompente nel mondo dei cellulari. In qualche anno è riuscita ad imporsi come il maggior produttore di cellulari del mondo, con parti di mercato ben più importanti rispetto ad Apple e ridicolizzando gli altri competitor. Noi di Joypad abbiamo seguito a distanza il produttore coreano, in attesa del momento propizio. Tale momento è giunto perché oggi vi parliamo de nuovo flagship, il Galaxy S7.

Galaxy-S7

Interiora impressionanti

Se ci seguite da tempo saprete sicuramente che il sottoscritto ha una predilezione per Windows Phone. Oramai sono anni che uso il sistema operativo di Microsoft con soddisfazione e ho sempre guardato con enorme diffidenza ad Android, specialmente perché ho sempre vissuto esperienze poco piacevoli con hardware mai all’altezza della situazione (tipo il mio Galaxy Tab 4… lasciamo perdere). Mi sono quindi avvicinato all’S7 con grande titubanza e diffidenza. Provenendo da WP il primo impatto è spiazzante… ma prima di parlare di esperienze personali, soffermiamoci sul telefono in sé (suspense!).

s7 colori

Per prima cosa il design: piatto (certi direbbero “classico”) come tutti i Galaxy usciti finora. Niente stile alla Apple, niente impatto solido alla Lumia d’alta gamma. Le dimensioni della scocca sono di 142,4 x 69,6 x 7,9 mm, un formato a cui siamo oramai abituati per gli smartphone. L’S7 è incredibilmente simile ai suoi predecessori e non spicca certo per design d’avanguardia. Tuttavia appena lo accendiamo lo vediamo subito sotto una luce ben diversa. Animato da un processore Exynos 8890 octa-core (ne esiste anche una versione con uno Snapdragon 820 per il mercato USA) e una GPU Mali 800, 4GB di RAM, 32GB di memoria d’archiviazione (espandibile con microSD) e una capiente batteria da 3000mAh, l’S7 è una bestiola assai potente. Tale potenza è stata accoppiata ad uno schermo da 5.1 pollici con risoluzione QHD 1440×2560 protetto da un Gorilla Glass 4. La fotocamera principale è da 12MP con un sensore f/1.7 in grado di filmare fino a risoluzione 4K mentre quella frontale è da 5MP e come sempre coi cellulari è adatta a malapena a fare selfie. Non manca ovviamente un flash LED per la fotocamera principale. Sulla scocca troviamo i tasti volume e d’accensione (mmmh… ma dov’è il tasto fotocamera??), i due tasti a sfioramento classici di Android e il tasto menu che incorpora un lettore per le impronte digitali. Proprio quest’ultimo funziona davvero bene, permettendo l’accesso al telefono in modo praticamente istantaneo. Quello che colpisce l’attenzione comunque è lo schermo Super AMOLED. Sarà la densità di 577 PPI, la grande nitidezza o la brillantezza dei colori ma è molto difficile non restare affascianti dal pannello scelto da Samsung. Volendo possiamo anche regolarlo con quattro modalità differenti tra cui una automatica che regola valori come saturazione e gamma per offrire la miglior esperienza possibile. Come alcuni modelli di Lumia, anche l’S7 ha una modalità a risparmio energetico dello schermo per mostrare orologio e notifiche ma devo dire che attivare tale funzione riduce l’autonomia del device in modo evidente. Per quanto riguarda la batteria, che ricordo è da 3000 mAh, essa si ricarica rapidamente (in circa 80 minuti) e può essere anche ricaricata tramite caricatori wireless basati sullo standard Qi (ho provato con il caricatore Fatboy del Lumia 920 e in effetti la cosa funziona perfettamente anche se il tempo di ricarica è maggiore). Dall’S7 riusciamo ad avere quasi due giorni di funzionamento con utilizzo medio (tutte le notifiche attive, compresi mail push) tra telefonate, navigazione web e utilizzo di varie app social. Davvero niente male! La nostra carrellata di features prosegue con la certificazione IP68, ovvero resistenza alla polvere e acqua. Per scrupolo (e perché non ho speso 700CHF di tasca mia per averlo) l’ho messo nel lavandino e ho acceso, non senza un certo timore, l’acqua. Ebbene, il test sembra superato senza problemi, il device funziona! Voi fatelo pure quanto volete per impressionare amici e parenti ma, certificazione o meno, io eviterei tanto per stare sicuri.

La macchina fotografica mi ha soddisfatto in pieno e sono abituato ad avere un sensore da 20MP sul mio ormai vetusto Lumia 930. Date un occhiata qui sotto!

fotodemos7

Androidi

Il Galaxy S7 viene venduto con Android 6.0.1 Marhmallow ampiamente ricoperto dall’interfaccia utente di casa Samsung, TouchWiz e da parecchio software personalizzato. Grazie alla potenza sotto il cofano tutto il sistema è veloce e scattante: l’apertura delle app è immediata (anche di quelle fatte coi piedi) e non si nota un rallentamento nemmeno dopo giorni di accensione del sistema. Bisogna dire che Samsung ha pensato bene di fare le cose al posto nostro installando di default parecchie app che poi mi sono trovato a disinstallare. Tra le varie app troveremo un client email, un browser internet, S Voice, S Health, uno store per le app Galaxy eccetera. Personalmente ho preferito installare altre app come Outlook e Chrome ma la scelta è totalmente oggettiva. A lato gaming troviamo il Game Launcher che raggruppa tutti i giochi installati in una sola schermata e offre altre features dedicate al gaming come registrazione delle partite, risparmio energetico e via dicendo. Segnalo anche che l’S7 supporta le librerie Vulkan, sostanzialmente l’OpenGL nextgen. Il sistema alla base comunque rimane Android, con tutti i suoi pro e i contro. Per quanto riguarda i pro c’è ovviamente la sconfinata offerta di app, decisamente più interessante rispetto a Windows Phone. C’è anche la profonda integrazione con i servizi di Google, tra search e now, senza scordarsi di maps, earth, gmail eccetera. Certo, TouchWiz o Vanilla, Android rimane esteticamente bruttino. Sarà la mia abitudine alle grandi e interattive tiles di WP, ma le iconcine di Android (e di iOS) continuano a farmi un po’ pena. Possiamo ovviamente pensare a mettere skin, temi e sfondi ma il succo resta quello. Insomma, non sono un fan di questo OS anche se ne riconosco certamente i meriti, in primis la sua enorme diffusione al livello mondiale che garantisce un supporto da parte di sviluppatori, terze parti e community senza pari. Sarei molto felice di vedere un Nexus fatto da Samsung con un hardware simile!

s7black

Stregato!

Cerchiamo di tirare le somme. Questo Galaxy S7 non ha un design spettacolare e nemmeno la sua interfaccia è miracolosa. Ma è riuscito lo stesso a farmi desiderare di possederne uno. Schermo assolutamente fantastico, grandi prestazioni, autonomia molto interessante. Si dimenticano presto i difetti quando abbiamo a disposizione uno schermo tanto bello che poi, ricordiamo, è quello che davvero ci interessa in uno smartphone visto che l’interazione si fa solo attraverso quello! Samsung ha promesso aggiornamenti costanti al software (una cosa che ha fatto parecchio difetto al marchio negli anni passati) e se saprà mantenere le promesse ne saremo felici. Ovviamente tutte queste features hanno un costo non indifferente se scegliete l’acquisto senza un abbonamento (cosa che comunque di norma conviene fare, visto che l’acquisto combinato generalmente porta a pagare di più un device… ma non sono affari nostri!). Abbandonerei il mio fidato Lumia 930 per l’S7? Ci potete scommettere!

 

 
 

Ci piace

  • Hardware potente
  • Schermo
  • Fotocamera
  • Durata batteria

Non ci piace

  • Design anonimo
  • Costoso
  • Gli update usciranno?
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.