Samsung 970 EVO Plus

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più
chiudi [x]

Samsung 970 EVO Plus

Ancora una volta prepariamoci, miei giovani padawan, ad addentrarci nelle misteriose vie della forz… dello storage su PC. L’occasione, ghiotta come il proverbiale cacio sui maccheroni, proviene da Samsung e dal lancio di 970 Evo Plus, nuovo drive SSD NVMe che va a migliorare il già impressionante 970 Evo (di cui peraltro parlammo già in tempi non sospetti su Joypad). Upgrade in vista?

Più layers per tutti!

Samsung 970 Evo Plus, come detto, è un’evoluzione diretta del modello precedente, col quale condivide diversi componenti ma con alcune differenze chiave. I diversi modelli di 970 Evo Plus, da 250 GB, 500 GB (il modello testato da noi), 1 TB e 2 TB sono tutti equipaggiati con lo stesso controller Samsung Phoenix già visto l’anno scorso. Ancora una volta, ovvio, l’interfaccia è PCIe Gen 3.0 x4 NVMe 1.3 e il form factor è m.2 (2280), una dimensione che è divenuta praticamente la norma quando parliamo di drive NVMe per PC desktop (e sempre di più anche nei laptop). Invariata anche la RAM, 2 GB LPDDR4 DRAM (modello da 2 TB), 1 GB LPDDR4 DRAM (modello da 1 TB) e 512 MB LPDDR4 DRAM (modelli da 250GB/500GB).

Quello che cambia, ed è un dettaglio cruciale, è il tipo di memoria flash. La nuova memoria 3D Nand di quinta generazione usata dal costruttore coreano passa da 64 a 96 layer, con una velocità maggiore rispetto al passato. Grazie a questa miglioria, le prestazioni del modello Evo Plus sono, sulla carta, decisamente interessanti, i particolar modo per quanto riguarda la scrittura sequenziale, che passa da 2’500 MB/s a 3’300 MB/s. Anche i dati li velocità di scrittura e lettura aleatoria guadagnano, con migliorie nell’ordine dei 100’000 IOPS (vedete la tabella qua sotto). Tutti questi dati, in teoria, si capisce.

Specifiche 970 EVO Plus 970 EVO (in comparazione)
Interfaccia PCIe Gen 3.0 x4, NVMe 1.3 PCIe Gen 3.0 x4, NVMe 1.3
Form Factor
M.2 (2280) M.2 (2280)
Memoria Flash
Samsung 9x-layer V-NAND 3-bit MLC Samsung 64-layer V-NAND 3-bit MLC
Controller Samsung Phoenix Controller Samsung Phoenix Controller
DRAM 2 GB LPDDR4 DRAM (2 TB)
1 GB LPDDR4 DRAM (1 TB)
512 MB LPDDR4 DRAM (250/500GB)
2 GB LPDDR4 DRAM (2 TB)
1 GB LPDDR4 DRAM (1 TB)
512 MB LPDDR4 DRAM (250GB/500GB)
Capacità 2 TB, 1 TB, 500 GB, 250 GB 2 TB, 1 TB, 500 GB, 250 GB
Velocità lettura / scrittura sequenziale
Fino a 3’500/3’300 MB/s Fino a 3’500/2’500 MB/s
Velocità lettura / scrittura aleatoria
Fino a 620’000/560’000 IOPS Fino a 500’000/480’000 IOPS
Crittografia dati
Class 0 (AES 256), TCG/Opal v2.0, MS eDrive (IEEE1667) Class 0 (AES 256), TCG/Opal v2.0, MS eDrive (IEEE1667)
Total Bytes Written 1’200 TB (2 TB)
600 TB (1 TB)
300 TB (500 GB)
150 TB (250 GB)
1’200 TB (2 TB)
600 TB (1TB)
300 TB (500 GB)
150 TB (250 GB)
Garanzia 5 anni 5 anni

 

Grazie alla rinnovata funzione Dynamic Thermal Guard, il drive si regola in funzione della temperatura raggiunta in modo da massimizzare il trasferimento di dati prima di dover attivare il termal throttle per salvaguardare l’integrità dei chip NAND. Tra le varie migliorie apportate troviamo allora qualche accorgimento termico: l’algoritmo per la gestione del throttling è stato migliorato e un nuovo sistema di dissipazione sul controller della memoria fanno in modo che le performances degradino a causa del calore più in ritardo rispetto al passato (oltre l’85% dei dati in più può essere trasferito prima che l’unità debba ridurre la velocità di trasmissione).

Risultati del benchmark di Samsung Magician

Sul banco di prova

Come al solito, le schede tecniche non significano nulla di fronte ai fatti nudi e crudi. Fatti che poi ovviamente verranno influenzati da una miriade di altri fattori esterni, non da ultimo qualità e classe degli altri componenti del PC in cui installeremo il drive. Proprio per evitare di usare dati troppo sfasati, abbiamo deciso di ritestare il modello 960 Evo assieme a questo 970 Evo Plus, in modo da vedere ad oggi, nella nostra macchina attuale (i7-7800X, Asus Prime X299-Deluxe, g-skill TridentZ RGB 3600 MHz), le differenze tra i due drive, oltre che a qualche numero duro e puro.

Apriamo le danze con AS SSD Benchmark.

Da subito, notiamo notevoli passi avanti per quanto riguarda quasi ogni singolo dato, in particolare la scrittura sequenziale. Non siamo proprio ai 3200 MB/s annunciati ma il miglioramento è abbastanza da farsi sentire, specialmente se lavoriamo con file di grandi dimensioni (appunto, sequenziali). Ottimi miglioramenti in tutti i campi che fanno guadagnare al nuovo arrivato ben 4929 punti contro i 3753 del modello 960.

Proseguiamo con un altro dei nostri must test: ATTO Disk Benchmark. Grazie ad ATTO possiamo dare uno sguardo sulle velocità di lettura e scrittura per diverse dimensioni dei file.

Ancora una volta, il modello 970 Evo Plus straccia il 960 Evo, con migliorie davvero interessanti per quanto riguarda la scrittura del file da 64MB che passa da 164 a ben 268 MB/s. La velocità di lettura è anch’essa migliore ma la miglioria è nettamente minore.

Per finire con CrystalDiskMark notiamo, ancora una volta, un netto miglioramento per quanto riguarda le scritture sequenziali, con oltre 1000 MB/s di scarto tra i due modelli e miglioramenti più marginali negli altri work load. Da notare comunque che, stranamente, i valori di lettura 4KiB sono maggiori per il vecchio modello. Altre run hanno evidenziato lo stesso pattern ma, sfortunatamente, non siamo in grado di verificare il motivo di questo vantaggio del vecchio modello.

Per finire, abbiamo provato a trasferire una cartella di file di diverse dimensioni contenente sia file molto pesanti che molto piccoli da 960 Evo a 970 Evo Plus, ottenendo picchi fino a 1,58 GB/s e una media attorno a 980 MB/s. Un test molto poco standardizzato (se siete curiosi, la cartella di installazione di Destiny 2) ma che ha il pregio di evidenziare come il trasferimento di file tra un drive e l’altro è rapidissimo, ovvero quello che ci interessa nell’utilizzo di tutti i giorni.

Bottom line

Samsung Evo 970 Plus ha due grandi vantaggi: velocità migliorate rispetto alla generazione precedente e prezzi notevolmente contenuti. Il modello da 500 GB costa, al giorno della stesura di questa recensione, 149 CHF, il che è 10 CHF superiori al vecchio modello (il quale però costava nettamente di più la lancio). Insomma, nel giro di meno di un anno Samsung ha migliorato le performances in maniera sostanziale e al contempo ha tagliato i costi per l’utente finale. Certo, se avete già un modello 970 Evo o anche 960 Evo un upgrade magari non è totalmente sensato ma ciò non toglie che se siete alla ricerca di un drive NVMe con un rapporto qualità prezzo davvero MOLTO interessante, 970 Evo Plus è un prodotto estremamente valido.

Ci piace

  • Prezzo
  • Prestazioni

Non ci piace

  • Lo volevamo da 2TB :D
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.