Pure StreamR

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più

Pure StreamR

Pure, dopo essere stata nostra ospite su Joypad con una radio DAB, ritorna a farci visita con StreamR, uno speaker bluetooth con una marcia in più.

Ci faccio anche il caffè!

Come detto, StreamR è principalmente un altoparlante Bluetooth, un po’ come ce ne sono tanti altri là fuori sul mercato. Il device è di dimensioni contenute: 105x110x110 mm (aperto) e 80x105x105 mm (chiuso) con peso di 728 grammi. All’interno troviamo due altoparlanti (woofer e tweeter) che combinati danno una potenza d’uscita di 30W RMS, una batteria ricaricabile da 2500 mAh (per un’autonomia di circa 15 ore) che si ricarica in circa 6 ore. Il device offre connettività Bluetooth 4.2 e BLE oltre che un cavo jack stereo da 3,5 mm e una porta USB Type-B per la ricarica. Ma non è tutto! Sulla parte frontale troviamo anche uno schermo LCD da 1.7 pollici monocromatico e una serie di LED RBG sull’anello superiore per comunicare diversi stati e risposte all’utente. StreamR non è comunque solo uno speaker, perché contiene anche un ricevitore FM e DAB+ e può essere usato anche come hub per Amazon Alexa, che funzionerà però in concomitanza con l’app Pure Home su uno smartphone connesso via Bluetooth. In pratica, davvero un piccolo altoparlante tutto fare!

Modernosho!

Per accendere StreamR bisogna premere sulla parte superiore, la quale si sgancia e si solleva dal corpo centrale, rivelando una banda nera lucida che contiene anche lo schermo LCD. Il device si anima, illuminando i propri LED a dipendenza della modalità scelta (per esempio, blu per il Bluetooth), modalità che possiamo cambiare facilmente con uno dei tasti a sfioramento sulla parte superiore. Di questi tasti ne troviamo 5: volume su e giù, selezione sorgente, menu e Alexa (che si sdoppia a tasto mute) sul centro. La navigazione tra i menu, di per sé piuttosto semplici, è rapida e indolore.

Possiamo saltare tra le varie stazioni radio DAB+ o FM che abbiamo preimpostato premendo prima menu e poi i tasti più o meno per spostarci. La selezione della sorgente musicale è rapida e permette di circolare tra FM, DAB+, Aux e Bluetooth. Il pairing con uno smartphone è davvero semplice e non è necessario usare l’app Pure Home (che però non ci piace molto, visto che metà delle volte non rileva StreamR come connesso sebbene il device sia effettivamente collegato e appaia come tale nelle impostazioni di Android). Quando stiamo ascoltando musica via Bluetooth, ad esempio su Spotify, vedremo artista e titolo della canzone scorrere sullo schermo e possiamo andare avanti, indietro e mettere pausa direttamente da StreamR senza passare dallo smartphone.

È anche possibile telefonare con StreamR, avvalendosi del microfono integrato. La qualità in ricezione è ottima e anche dall’altro lato della chiamata abbiamo avuto ottimi feedback. C’è un po’ di riverbero ma è più dovuto alla conformazione della stanza che colpa della creazione di Pure. Bisogna far partire la chiamata dal telefono ma una volta fatto, c’è piena soddisfazione (anche perché, sul nostro Google Nest Hub questa cosa non si può fare!). Per invocare Alexa bisogna premere il pulsante apposito: una cosa che abbiamo trovato un po’ fastidiosa perché se ci dobbiamo alzare e premere un pulsante, tanto vale acchiappare uno smartphone e fare quello che dobbiamo direttamente da lì. Dover interagire fisicamente col device è limitante in uno smart speaker con assistente e, dopo brevissimo tempo, siamo tornati a usare Google Assistant sul già citato Nest Hub.

Audio a palla

L’emissione sonora è potente e, compatibilmente con la dimensione ridotta dei due speaker, di buona qualità. Certo, ci pare che tutto il device sia stato costruito tenendo a mente principalmente l’ascolto della radio (che barbarie!) il che significa però che l’equalizzatore di base è sia adatto alla musica che alla voce (che si tratti di programmi radiofonici o podcast). Certo, non aspettatevi un rumore da stadio ma considerando la dimensione, StreamR si fa sentire senza problemi, con pochissime distorsioni anche a volume alto.

Amo queste foto stock, con tanta allegria immotivata!

StreamR è interessante, visto che offre una serie completa di funzioni che normalmente non troviamo in prodotti simili, ad esempio di Sony o Ultimate Ears. Il prezzo di vendita è alto, 249CHF, che si spiega appunto con l’abbondanza di features. L’unico vero punto negativo, a nostro avviso, è l’integrazione di Alexa. Prima di tutto, perché Alexa non ci sembra l’assistente più usato in Svizzera (Assistant e Siri la fanno da padrone) e poi perché, come accennato, non è in perenne ascolto ma dobbiamo premere un pulsante. StreamR è portatile ma diremmo che è stato fatto per essere usato principalmente in casa, dal momento che non è resistente all’acqua. Nell’offerta di Pure, questo device lo situeremmo un po’ a metà (tra DiscovR e StreamR Splash). Ve lo consigliamo solo se davvero volete le funzioni FM e DAB+.

Ci piace

  • Design
  • Features
  • Cavo audio

Non ci piace

  • La companion app
  • Funzionalità Alexa limitata
  • Prezzo elevato?
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Joypad è membro di