Nanoleaf Aurora Rhythm

Scritto da il il Recensioni Hardware, 2 più
chiudi [x]

Nanoleaf Aurora Rhythm

Non è la prima volta che parliamo di smart light su Joypad (ricordate il Tradfri?) e molto probabilmente non sarà nemmeno l’ultima. Oggi però ci concentriamo su Nanoleaf Aurora Ligth Panel Rhythm Edition, un kit davvero fuori dal comune.

Bionda aurora

Cos’è una Nanoleaf Aurora? Si tratta di un sistema modulare di pannelli led RGB triangolari componibili. Non solo un sistema di luci smart ma un sistema di luci smart che non esiteremmo a definire “di design”. Si perché le Nanoleaf sono uno di quei gadget dal prezzo esorbitante, molto più vicino ai 300 CHF che ai 200 se volete un vero set come quello che abbiamo recensito noi.

Ogni “foglia” può essere collegata in cascata ad un’altra tramite delle piccole unità di collegamento che si occupano di trasferire alimentazione e dati, al fine di accendere e controllare ogni singola luce in modo coerente con le altre. Un kit Nanoleaf Aurora di base contiene 9 foglie e una unità d’alimentazione. Il nostro kit invece conteneva 12 foglie, l’alimentazione e l’unità di espansione Rhythm, su cui torneremo più avanti. Assemblare le Aurora richiede un po’ di pazienza e, specialmente, pianificazione. Prima di incollare gli elementi al muro o comunque su una superficie piana e liscia tramite il nastro biadesivo fornito con il kit, è bene decidere quale disegno creare. Nel video in fondo alla recensione trovate il nostro Lunch Unbox in cui potete vedere ogni singolo passo del montaggio. In poche parole: creare una forma, testarla sul pavimento, incollare con molta attenzione gli elementi al muro e, per finire, collegare le Aurora alla Wi-Fi di casa tramite l’app disponibile su Android o iOS. Un processo un po’ complesso ma non di difficile messa in pratica, che richiede più che altro pazienza.

Il processo di setup tramite l’app è anch’esso piuttosto facile: basta scaricare l’app e assicurarsi di inserire correttamente il numero seriale scritto dietro all’unità d’alimentazione delle Aurora. A questo punto possiamo aggiungere pannelli (fino ad un massimo di 30 per ogni access point / unità d’alimentazione) e gestirne gli effetti.

Luci e suoni

Il kit Rhythm Edition contiene un modulo extra. Si tratta del piccolo add-on Rhythm che permette ai pannelli di reagire in base al rumore ambientale. L’idea di Nanoleaf è di far reagire le varie foglie in base alla musica ma in realtà esse reagiranno in base a qualsiasi suoni, essendo il Rhythm sostanzialmente un microfono. Il risultato è comunque davvero interessante e gli effetti sono convincenti. Effetti che possiamo definire a piacimento tramite l’app, davvero intuitiva. Oppure possiamo scaricarli da internet direttamente tramite l’app su smartphone. App per altro in gradi di interfacciarsi con diversi sistemi come Apple HomeKit, Google Assistant, Amazon Alexa e IFTTT. Ovviamente non tutti questi sistemi sono disponibili in italiano e in Svizzera ma sapere che c’è un minimo di future proofing ci fa piacere.

Le Aurora più che luci sono decorative. Intendiamoci, il nostro kit da 12 foglie se impostato alla massima luminosità e sul bianco fa una luce quasi fastidiosa ma non è quello lo scopo. A meno che decidiate di appenderle al soffitto (ma in questo caso piuttosto che il nastro biadesivo vi consiglieremmo di usare il sistema di fissaggio con le viti disponibile sul sito di Nanoleaf) però le Aurora sono una decorazione. Stravaganti, particolari e che vi garantiamo attireranno lo sguardo di chiunque vi faccia visita. Non solo per i colori ma anche e soprattutto perché potete davvero creare moltissimi tipi di disegni diversi e perfino montarle ad angolo (con, ovviamente, un kit aggiuntivo di connettori ad angolo). Il limite è la fantasia e il vostro budget, dal momento che Nanoleaf vende i pannelli a gruppi di 3 per circa 74 CHF. Creare un design da 30 pannelli potrà il totale di spesa ben oltre gli 800 CHF al prezzo attuale. Decisamente un gadget di design!

Per gente ricca (e stilosa)

Nanoleaf Aurora è un sistema che ci piace moltissimo. A parte i costi esorbitanti, l’unica pecca è un fischio ad alta frequenza che ogni tanto viene emesso dai nostri pannelli. Non siamo riusciti a capire se sia un difetto oppure un effetto collaterale del sistema di controllo delle luci, rimane il fatto che quando è udibile è un filo fastidioso. Anche l’app a volte è un po’ confusa e, specialmente, ci mette troppo ad aprirsi sul nostro Galaxy S8. Ma la buona notizia è che una volta impostate e salvati gli effetti che preferiamo, possiamo accendere e modificare i colori delle Leaf coi due tasti fisici posti sull’unità d’alimentazione. Nanoleaf Aurora è una cosa molto inutile ma decisamente molto bella che porta una ventata di colori in qualsiasi ambiente decidiate di installarli.

 

Ci piace

  • Sistema di montaggio
  • Effetti luminosi
  • Modulo Rhythm

Non ci piace

  • Prezzo esorbitante
  • App lenta
  • Fischiano ad alta frequenza
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Se volete contattarlo, provate su twitter @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.