Mercenaries Saga 3

Scritto da il il Recensioni, 3 più

Mercenaries Saga 3

Rideon Games ci regala un’altra “chicca” da aggiungere alla nostra collezione di giochi sull’amata Nintendo 3DS. Molti di voi, sicuramente, avranno giocato, o si ricorderanno, titoli come Final Fantay Tatics o Vandal Herats. Ebbene la saga di Mercenaries, la quale è ormai arrivata al terzo capitolo, non ha nulla da invidiare a quei titoloni storici. Ci immergeremo in battaglie in stile tattico, dove non basterà preme un tasto e attaccare, ma bisognerà valutare diversi fattori caratteristici di questo genere di giochi, come ad esempio l’altezza da cui attacchiamo rispetto il nostro avversario, la posizione in cui ci metteremo se frontale laterale o da dietro e lo scenario stesso può influire sulla battaglia.

Storia

La storia narra di due regni divisi dall’oceano, sviluppati in modo completamente diverso l’uno dall’altro. A nord, Flare Kingdom estese il suo potere unificando tutto il continente, mentre a sud, le Tribù dei Kiriados erano costantemente in guerra per il avere più potere e risorse. Fu cosi che Flare Kingdom decise d’intervenire per porre fine a queste guerre e conquistare sotto la propria bandiera anche questo regno. Traendo in inganno i Kiriados, Flare Kingdom riesce a porre fine alle guerra, ma con l’unico scopo di rubare tutte le materie prime di questo continente. Fu allora che comparve la Liberation Army, un gruppo di guerrieri, determinata a spezzare le catene dello sfruttamento, cercando con ogni mezzo di rovesciare il governo in carica senza esclusione di colpi. Il Flare Kingdom, per proteggersi, assoldò i migliori mercenari, creando un gruppo chiamato: Kingdom’s Dogs. In questo capitolo, impersoneremo la divisione dei Grey Wolf of Cornea, un piccolo gruppo composto dal comandante Marion, dal suo vice Urbain, dalla sacerdotessa Arabelle e dall’esploratrice Celeste. Pronti sotto la bandiera del loro regno, dovranno difendere ed eliminare la minaccia che li circonda, in un nuovo ed entusiasmante capitolo.

 

 

Gameplay

Il gameplay si struttura su delle battaglie con livelli isometrici, dove a turno potremmo interagire e impartire ordini ai nostri personaggi. Il sistema di gioco ci permette di schierare un massimo di 6 mercenari, con abilità e stili di gioco completamente unici tra di loro. Non sono presenti grandissime novità, rispetto i predecessori, cercando di mantenere quel “feeling” classico anni ’90. Durante le battaglie bisognerà tenere conto dell’ambiente circostante. Per esempio se useremo Urbain, potrà attaccare con il suo arco, che se posizionato in un’area sopraelevata rispetto al nemico, infliggerà danni maggiori. Durante le battaglie si avrà anche la possibilità di scoprire numerosi tesori, aspetto molto importante per due semplici motivi. Il primo è che all’interno potrebbero esserci degli equipaggiamenti, tra cui armature e armi speciali. Altrimenti si potranno recuperare dei pezzi di puzzle, dove oltre ad’essere molto rari, sono molto importanti per acquistare equipaggiamenti unici e speciali, oppure tomi per le classi finali dei personaggi.

 

 

Sviluppo dei personaggi

Come ogni GDR che si rispetti, si avrà la possibilità di sviluppare i nostri personaggi, con lo scopo di renderli più performanti per le battaglie. Questo titolo calca su questo fattore, offrendo diversi parametri per personalizzare le statistiche di ogni “character”. Ad esempio si potranno controllare i punti abilità, che permettono di acquistare tecniche e specializzazioni. Tra queste sono presenti sia quelle attive e passive, che potranno aumentare la potenza di alcune statistiche. Dopo aver raggiunto il decimo livello, si potrà selezionare una specializzazione della classe di combattimento. Ogni personaggio potrà avere al massimo tre specializzazioni diverse, che svilupperanno in più rami specifici a dipendenza della selezione precedente. Sarà comunque possibile, se la selezione iniziale del ramo non vi soddisfa, continuare successivamente su un altra specializzazione.

 

 

Modalità di gioco e shopping

Tra una missione e l’altra, si avrà la possibilità di rigiocare una mappa di una missione precedente, dove si incontreranno nuovi nemici per incrementare le statistiche della squadra. Questa modalità servirà soprattutto per facilitare lo sviluppo degli alleati a “riposo” (quelli che non si utilizzeranno). È presente inoltre un negozio, dove puntualmente fornirà nuovi oggetti per affrontare al meglio le future battaglie. Oppure si potrà fondere, oggetti con armi, per ottenere armi uniche e prezziose.

Conclusione

Mercenaries Saga 3 non è una novità assoluta. Il suo genere ricalca benissimo quel feeling nostalgico, che hanno fatto appassionare un infinità di videogiocatori. Rideon, su questo aspetto, ha fatto un lavoro più che discreto, ricalcando le basi e offrendo al pubblico un titolo di grande successo. Divertente e piacevole da giocare, Mercenaries Saga è, tutt’ora uno dei migliori GDR Tattici attualmente disponibili in commercio. E per adesso solo su Nintendo 3DS. Non sapete cosa fare per le prossime vacanze di carnevale? Con un prezzo più che accessibile, 7.80 CHF, avrete modo di “rilassare” le vostre meningi, mentre un ondata di nemici tenta di attaccare il regno di Flare Kingdom.

Ci piace

  • Classico sistema tattico
  • Possibilità di sviluppare in modi diversi i nostri personaggi
  • Modalità di gioco libera

Non ci piace

  • Unicamente in inglese
  • Nessuna novità rivoluzionaria
5.5
Sephir0 (Davide Mu)

Scritto da : Sephir0 (Davide Mu)

Nato negli anni 80 con un forte interesse per il mondo videoludico. Assiduo giocatore multi piattaforma ma con basi ben salde sul mondo Xbox.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.