Marvel’s Avengers

Scritto da il il Recensioni, 7 più
chiudi [x]

Marvel’s Avengers

Siete amanti di Supereroi da cinema e fumetti? Avete amato ogni singolo film Marvel e magari avete la casa piena di action figures dedicate? Bene, allora avete appena trovato il videogioco giusto per voi che solleticherà la vostra voglia di diventare voi stessi dei supereroi e vi farà sentire uno di loro a tutti gli effetti. Oggi vi parliamo di Marvel’s Avengers, il nuovo titolo di Crystal Dynamics e Square Enix, continuate a leggere perché c’è davvero tanto, tantissimo da dire.

Iniziamo subito dicendo che si tratta di un gioco super completo (ebbene sì, ogni cosa è davvero “super” qui). Prevede gameplay variato, storia avvincente e ben snocciolata, sceneggiatura forse addirittura migliore rispetto ad alcuni film della serie, e tantissime ore da giocare. La modalità campagna è un classico ben rodato: un’avventura da poter affrontare singolarmente nei panni di Kamala Kahn, una ragazzina che all’inizio della vicenda si reca a San Francisco con il padre per partecipare come finalista ad un concorso di storie a fumetti con protagonisti gli Avengers.

La finale si tiene durante l’Avengers Day, in cui Iron Man, Capitan America, Black Widow, Thor e Hulk hanno in previsione di presentare una nuova forma di energia al pubblico. Quindi riassumendo: un assemblamento gigantesco di persone innocenti (avranno le mascherine?), tecnologie potenti e potenzialmente pericolose nelle mani sbagliate e il gruppo di eroi con più nemici in assoluto a patrocinare l’evento… cosa potrà mai andare storto? Esatto, come avrete già intuito i cattivoni non si lasceranno certo sfuggire un’occasione così ghiotta per seminare panico e distruzione e impadronirsi così di tecnologie Stark molto molto pericolose.

Durante lo scontro iniziale si potrà da subito tastare con il proprio pad la giocabilità di ogni Avenger, accorgendosi subito di quanto possa variare l’esperienza di gioco decidendo di usare uno al posto dell’altro. Ogni eroe infatti ha le proprie abilità e caratteristiche che rispecchiano la sua personalità e potrà essere sviluppato e potenziato nel prosieguo del gioco. All’inizio sarà un po’ ostico padroneggiare bene un eroe dopo l’altro, non si avrà molto tempo per acquisire al meglio le singole tecniche da usare con ognuno perché nel frattempo avremo il Golden Gate Bridge che si sbriciola letteralmente sotto i nostri piedi, ma sarà comunque un’esperienza esaltante che accrescerà la voglia di andare avanti e saperne di più. Dopo questo prologo catastrofico ci troveremo con l’attacco sventato, sì, ma a carissimo prezzo: migliaia di vittime, un Avengers caduto in battaglia e gli Avengers sciolti dopo esser stati ritenuti responsabili dell’accaduto. A coronare il tutto ci sono le radiazioni della nuova forma di energia che doveva essere presentata al mondo, le quali hanno trasformato il DNA di alcuni sopravvissuti, rendendoli creature con particolari mutazioni e che verranno definite da quel momento in poi “Inumani”.

È qui insomma che la nostra storia inizia davvero! Sempre nei panni di Kamala Kahn, ma cinque anni più grande e naturalmente con un potere in più, perché sì, anche noi abbiamo subito delle mutazioni (ma poteva forse essere altrimenti? È un gioco di supereroi dopotutto) iniziamo la vera campagna, fatta di covi segreti, ricerca di ogni traccia di Avenger nell’etere digitale e passaggi stealth per non farsi catturare come gli altri Inumani della città. Il nostro potere assomiglia molto a Tiramolla o Mr. Fantastic o ancora meglio Elastigirl, niente di nuovo quindi ma saremo noi quella farfalla il cui battito d’ali genererà un susseguirsi di eventi che porteranno gli Avengers alla ribalta. Naturalmente non mancheranno anche oggetti da scovare e collezionare (pagine di fumetti per esempio) e luoghi da esplorare.

Iniziativa Avengers

Come se la campagna di per sé già non fosse sufficiente, troviamo anche la modalità “Iniziativa Avengers”, che altri non è se non un multiplayer che quasi quasi potrebbe essere da solo un gioco di suo e molte campagne-evento aggiuntive che daranno la possibilità di guadagnarsi ulteriori potenziamenti e personalizzazioni per i vari personaggi, utilizzabili anche nella campagna single player. Insomma, tanta tanta roba.

Tecnicamente parlando

Il gioco è disponibile per Pc, PS4, Xbox One e Stadia. Marvel’s Avengers arriverà anche su PS5 e Xbox Series X/S e chi avrà acquistato il gioco sulle console precedenti potrà effettuare il passaggio alla nuova generazione senza costi aggiuntivi e con la possibilità di trasferire i propri dati di salvataggio ed il proprio profilo per poter riprendere da dove ci si era interrotti. Il gioco sarà anche supportato in futuro su entrambe le generazioni per permettere a tutti i giocatori di continuare a giocare insieme nel multiplayer. Ogni contenuto aggiuntivo successivo al lancio è disponibile gratuitamente per i giocatori che hanno acquistato il gioco base.

Insomma, Marvel’s Avengers di Crystal Dynamics e Square Enix è un supergioco che promette (e mantiene) ore e ore di gioco, graficamente accattivante, sonoramente godibile, totalmente doppiato in italiano e con gameplay molto variato… What else?

Ci piace

  • Ottima realizzazione
  • Graficamente ottimo
  • Ottime performances anche su PS4 normale
  • Sonoro
  • Longevità e contenuti aggiuntivi gratis

Non ci piace

  • Macchinoso imparare ogni tecnica per ogni Avenger
5.5
Tania

Scritto da : Tania

Tania è un'appassionata di videogiochi fin da quando era piccola. È cresciuta con Nintendo e Playstation e adesso sviluppa i suoi videogiochi personali come Stelex Software, di cui è co-proprietaria e 3D artist

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Joypad è membro di