Mario Sports Superstars

Scritto da il il Recensioni, 2 più
chiudi [x]

Mario Sports Superstars

Mario Sports Superstars nasce come prodotto all-in-one per Nintendo 3DS. La sua formula consiste nel racchiudere in un unico software cinque discipline sportive, sulla falsariga dei party game come Mario&Sonic ai giochi olimpici. Sviluppato dai due veterani nelle saghe sportive di Super Mario, Camelot e Bandai Namco, il software offre un gameplay essenziale per ogni disciplina. Inizialmente, quando fu annunciato, pensavamo che Sports Superstars fosse effettivamente una collection comprendente titoli già usciti in passato su Nintendo 3DS, quali Mario Tennis e Mario Golf, o come Mario Strikers, totalmente rimasterizzati. Tuttavia mi tocca anticipare che il risultato è tutt’altro che soddisfacente. Come già menzionato ogni disciplina è un minigioco che comprende le meccaniche basilari, senza una modalità competitiva di rilievo.

Concettualmente è lacunoso in tutti gli ambiti, ogni minigioco sportivo offre una semplice modalità torneo contro un IA altrettando scadente. Non aiuta la modalità multiplayer locale, altrettando limitata. Se tradizionalmente i giochi sportivi di Mario esprimevano il loro potenziale con il multiplayer locale, in questa versione all-in-one per Nintendo 3DS non possiamo dire lo stesso. Questa versione manca dell’opzione Download 3DS, che consiste di accedere al multiplayer semplificemente collegando più console a una sola scheda di gioco. Un prodotto che nasce castrato se confrontato all’illustre Mario Kart 7, o il già discreto Mario Tennis Open. Citando quest’ultimo, non aspettatevi gli stessi power up con le combo dei tasti. Esiste ma limitato a sole due combinazioni.

Per lo meno l’online risulta attivo e funzionante, ed è fruibile da ogni disciplina. Unico elemento che salva la discesa qualitativa di questo prodotto.  Il multiplayer online consente di sfidare tranquillamente amici e utenti casuali. Con gli amici è possibili creare specifiche lobby, ma anche qui non risulta perfetto: esse sono accessibili solo se l’utente ha scelto preliminarmente la disciplina. Non possibile collegarsi a una lobby del golf se l’utente ha optato per Tennis (magari non trovando nessuno in quest’ultimo). Si tratta di una scelta limitata nell’interfaccia che inficia l’esperienza utente. Invece di proporre lobby alternative nel caso di un fallimento nel trovare una partita, l’utente, ogni volta, deve uscire dalla modalità online, cambiare sport e riconnettersi. Inutili passaggi che prendono troppo tempo.

Troppo base il gameplay di ogni disciplina,come già ripetuto più volte. Anche a livello di contenuti siamo al minimo sindacale. Citiamo il Golf che offre solamente quattro percorsi per un totale di sole nove buche, o Baseball, Tennis e Calcio con solo quattro stadi. Gli unici che risultano una novità, nella line up DS-3DS, è il ritorno del Calcio e del Baseball. Dimenticatevi Mario Strikers, non è per niente comparabile. Il gameplay di quest’ultimi risulta divertente, ma troppo scarno e basilare allo stesso tempo. Per non parlare dell’equitazione, gare che dopo 10 minuti hanno un effetto soporifero disarmante. Solo 12 percorsi sono disposinibili e, seppur disponibile la modalità giro libero per “affezzionarsi” al proprio puledro, graficamente parlando i tour con il cavallo nelle praterie sono un pugno in un occhio. 3DS sarà una console portatile con un hardware “vecchio” e poco performante, ma è capace di una qualità grafica e visiva migliore. Per fortuna che la modalità libera consente almeno di portare benefici alle performance del cavallo, che consente di vincere facilmente i pochi tracciati disponibili.

Insomma, l’idea di Mario Sports Superstars è sicuramente carina e aveva del potenziale. Per contro offrire un’esperienza basilare dove in nessuna disciplina eccelle, lo rende un software che non è ne carne ne pesce. Graficamente parlando può sembrare carino, ma la paletta colori applicata lo rende un rengo dei funghi alquanto spento, diverso dai soliti titoli con protagonista Mario e soci. Persino il supporto agli amiibo non è soddisfacente, sbloccando solo gli stessi personaggi ma leggermente più forte per vincere i già facili tornei.

In sostanza questo prodotto all-in-one fa un po’ acqua da tutte le parti, soprattutto se il confronto nasce con altri titoli usciti in passato che hanno abituato gli utente a tutt’altre esperienze. Poteva essere un esercizio di stile, invece è una semplice raccolta di minigiochi sportivi semplificati fino al midollo. Mario Sports Superstars riesce solo nell’obbiettivo di offire quel passatempo adatto a 10-15 minuti di sessione di gioco.

Ci piace

  • adatto per una sessione veloce
  • Cinque differenti sport

Non ci piace

  • IA scarna e power up praticamente assenti
  • Graficamente scialbo
  • Download 3DS non implementato
  • Multiplayer online macchinoso
3.5
Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.