LogitechG Pro Wireless Mouse

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più
chiudi [x]

LogitechG Pro Wireless Mouse

LogitechG è un brand che ospitiamo spesso su Joypad. Non solo per la vicinanza geografica (la ricerca è sviluppo la fanno a Losanna) ma anche perché decisamente non è gente che se ne sta con le mani in mano. Oggi parliamo del nuovo arrivato della linea Pro che va ad affiancare tastiera e headset: il Pro Wireless Mouse.

Semplice ma complesso

La via da seguire è tracciata per noi, dapprima le specifiche tecniche di questo mouse. Il Pro Wireless è un mouse sia wireless (basato sulla tecnologia Lightspeed di Logitech) sia wired (compreso nella confezione un cavo non braided da 1.8 metri). Il centro del device è il sensore Hero 16k con risoluzione da 100 a 16’000 DPI senza smoothing, accelerazione o filtraggio. L’accelerazione massima supportata nel tracciamento è 40 G mentre la velocità massima supera i 400 IPS.

Grazie al ricevitore Lightspeed il Pro Wireless ha una velocità di refresh di 1kHz o, se preferite, di 1 ms. I tasti principali sono garantiti per 50 milioni di clic e la distanza di scorrimento è di 250 Km. Sul fianco troviamo due tasti avanti e indietro sia sul lato destro che quello sinistro. Questi tasti sono attaccati magneticamente al mouse e possono essere tolti o scambiati in tutte le configurazioni che vogliamo. Non si tratta di certo di una novità unica nel mondo dei mouse ma è sempre un enorme piacere trovare un sistema del genere. Se i due tasti ci distraggono, possiamo semplicemente rimuoverli e coprirli. Vogliamo usarne 4? Si può fare! Ne vogliamo uno da un lato e uno dall’altro? Fattibilissimo. Insomma, avete capito cosa intendiamo. Particolare la rimozione dei tasti per cambiare i DPI, una delle features più comune in questo tipo di periferiche da gaming. In realtà il tasto c’è ma è stato spostato sotto il mouse, di fianco al sensore Hero. Il motivo, secondo LogitechG, è che nessuno quasi usa i tasti DPI in modo così intenso, anzi, in realtà si tratta di una cosa che non usiamo mai, specialmente durante una partita. Per questo motivo si è pensato di togliere una parte “inutile” e spostarla sotto il corpo del mouse in modo da offrire lo stesso un cambio di DPI rapido, dovesse sorgere la necessità. È una scelta che, tutto sommato, condividiamo ma comprendiamo che per alcuni di voi possa essere un fastidio. All’interno troviamo anche un processore ARM da 32 bit e una memoria integrata per 5 profili e configurazioni diverse. Il mouse è anche dotato di una zona RGB sul logo di LogitechG compatibile con il sistema Lightsync. Volendo possiamo anche inserire un adattatore Powerplay (venduto separatamente assieme al tappetino Powerplay) per ricaricare il Wireless Pro in modalità senza fili, senza interrompere l’utilizzo. La batteria interna comunque ha un’autonomia di 48 ore con illuminazione predefinita e di 60 senza illuminazione. Il tutto racchiuso in un device da 125 x 63.5 x 40 millimetri e, attenzione, solo 80 grammi di peso.

Per ottenere un peso tanto ridotto LogitechG ha sviluppato un sistema ingegnoso per assemblare il device. Al posto di rendere la scocca esterna la parte “portante” del mouse, dovendola fare spessa a sufficienza per poterci montare la componentistica interna, si è optato per uno scheletro interno. Dentro il Wireless Pro c’è una sorta di gabbia in plastica che supporta sia i componenti che il guscio esterno che, in cambio, può essere più fine e meno pesante rispetto ad una costruzione tradizionale. Il risultato è un mouse talmente leggero da sembrare finto in mano, come se ci trovassimo di fronte alla classica unità vuota da dimostrazione. E invece no, è il mouse vero!

Performance

La configurazione si fa con Logitech Gaming Software oppure, per i più avventurosi, con il nuovo Logitech G Hub (che al momento si trova ancora in fase beta). La configurazione è semplice ed immediata, possiamo impostare l’assegnazione dei tasti, la colorazione RGB e salvare i diversi profili sia nel PC che nella memoria del device.

A questo punto non resta altro da fare che giocare! Abbiamo provato il Pro Wireless con Doom, Destiny 2, Overwatch, Shadow of the Tomb Raider e Ghost Recon Wildlands. In generale ci siamo trovati benissimo: il mouse è rimasto precisissimo che si trattasse di cecchinare qualcuno a diverse centinaia di metri in Wildlands, dare la caccia ad un Rinnegato in Destiny 2 o nel tentare di restare col payload in Overwatch. La leggerezza estrema del mouse (sono abituato al Mamba 2015 di Razer, che pesa ben 133 grammi) è stata inizialmente un fattore di confusione che però, devo ammettere a malincuore da amante dei mouse pesanti, si è ben presto dissolto. Anche il “fattore wireless” è una cosa del passato. Se alcuni dei maggiori pro player del mondo si affidano a questa tecnologia (oltre che ad altri di altri costruttori, è ovvio) significa che per noi comuni mortali non ci sono problemi. In effetti non abbiamo mai notato un’incertezza o una sbavatura nel tracciamento di questo Pro Wireless. Se non riusciamo a fare quel trickshot a cui teniamo tanto la colpa non è del mouse, ma nostra. La batteria dura “solo” 48 ore in modalità RGB ma basta un’oretta per ricaricarla completamente e, nel caso, possiamo sempre usare il mouse col cavo USB che troviamo nella confezione.

Bottom line

Il Pro Wireless Mouse di LogitechG è un mouse d’altissima gamma. Creato con i pro in mente, è dotato di tutto quello che un gamer regolare possa desiderare. Certo, se siete dei giocatori di titoli specifici, in cui magari avete bisogno di molti tasti sul mouse (più dei 4 programmabili del Pro Wireless) o non sopportate i device troppo leggeri, dovreste guardare altrove. Anche il suo design estremamente semplice potrebbe far storcere il naso ai fan dell’estetica esagerata (a noi piace molto!).

Ma quello che sarà evidente per tutti è che offre performances e confort ampiamente sopra la media. La personalizzazione fisica secondo noi è uno dei punti di forza assoluti e la sua versatilità (wireless, wired, powerplay) è un fattore assolutamente determinante. Tutto bello, tutto perfetto? Beh, se i soldi non sono un problema, sì. Il Pro Wireless è un mouse decisamente caro: si trova a 169 CHF su Digitec al momento in cui scriviamo questa recensione. Si tratta probabilmente di una cifra che molti di voi non si sentiranno davvero di spendere per un mouse. Se siete dei casual gamer, forse non vale la pensa spendere tutti questi soldi, specialmente perché là fuori ci sono tanti altri device meno cari e con performance abbastanza simili, sia di LogitechG che di altri. Ma se volete un mouse per il gaming serio con performances stellari, beh, tanto meglio del Pro Wireless al momento è molto difficile trovare sul mercato.

 

Ci piace

  • Design
  • Performances
  • Modulare

Non ci piace

  • Prezzo molto elevato
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.