Kirby Fighters 2

Scritto da il il Recensioni, 2 più
chiudi [x]

Kirby Fighters 2

Annunciato inaspettatamente in anticipo mediante un leak, il secondo capitolo di Kirby Fighters, titolo picchiaduro nato su Nintendo 3DS, approda con sorpresa nel Nintendo Eshop anche su Nintendo Switch ad un prezzo “budget”.

Trattasi, invero, di un gioco nato su una modalità di Kirby Triple Deluxe (platform disponibile per Nintendo 3DS), Nintendo ha deciso di creare un gioco stand-alone brawler che riprendesse detta modalità: piuttosto arcade con meccaniche basilari e semplici. Kirby Fighters è quindi un’IP alternativa con protagonista la palla rosa ed arriva, su Switch, alla sua seconda reincarnazione.
Se occorre definire, brevemente, Kirby Fighters 2, si potrebbe affermare che si tratta della versione “Kirby” di Super Smash Bros. Prodotto dallo storico HAL Laboratory, Kirby Fighters 2 propone una formula picchiaduro bidimensionale in un’arena con piattaforme sospese dove si possono affrontare lotte fino a quattro lottatori contemporaneamente (contro l’AI o altri giocatori). Il rooster a disposizione del giocatore sono nientemeno che tante, e differenti, versioni di Kirby (come ad esempio Wrestler mascherato, Spadaccino, Yoyò, Granata e così via), nonché gli storici avversari quali Waddle Dee, Meta Knight, King Dedede e tanti altri (per un totale di venti combattenti). Il moveset di quest’ultimi offre una formula semplice e assai intuitiva: vi è il tasto attacco, il tasto salto, il tasto parata (solo per un breve periodo per evitare eventuali abusi da parte dei giocatori) ed infine vi è la possibilità di assimilare i nemici e poi sputarli con forza contro gli avversari. Ogni personaggio possiede le proprie mosse peculiari che possono essere eseguite semplicemente spostando il tasto direzionale in simultanea con il tasto attacco o salto. È quindi lapalissiano l’ispirazione tratta da Super Smash Bros per quanto concerne il sistema di controllo, anche se risulta semplificato e con poche differenze fra i combattenti a disposizione.
I venti personaggi disponibili possono essere sbloccati espletando le varie modalità di gioco (tre per l’esattezza). Al completamento di ogni sfida/battaglia il giocatore guadagna i punti combattente i quali scandiscono la progressione (livello combattente): con ogni level up si sbloccano oggetti, personaggi, amuleti e vari collezionabili. Sotto questo aspetto vi è quindi tanta varietà e chi ama il collezionismo potrà quindi sentirsi appagato.
Le modalità di gioco nei colorati menù di sistema, sono la classica battaglia (locale o online fino a quattro giocatori) e la modalità storia “Rivali fatali”. La prima è semplicemente una modalità di battaglie personalizzate dal giocatore, mentre la seconda è una sorta di scalata di torre in cui Kirby e il giocatore (scegliendo fra il rooster), all’inseguimento di Re Dedede e Meta Knight, devono affrontare molteplici sfide. Dopo un tot numero di battaglie, ogni piano propone, infine, una boss fight ispirato alle passate avventure della pallina rosa. La terza ed ultima modalità, chiamata semplicemente “un giocatore”, si tratta di una modalità survival in cui occorre affrontare diversi incontri in sequenza senza mai andare K.O., oltre che nel minor tempo possibile. Logicamente, considerato il nome della predetta modalità, non è previsto il multigiocatore locale o online.
Una produzione colorata e graficamente ispirata, con una cosmesi degna delle produzioni Kirby e che si sposa perfettamente con l’hardware di Nintendo, il tutto riprodotto a 60 fps costanti.  Tuttavia, questo spin-off di Kirby non è esente da difetti. Ciò che lascia perplessi dopo lunghe sessioni di gioco è la monotonia che questo titolo lascia trasparire. Per quanto Kirby Fighters 2 sia un titolo ben curato sotto l’aspetto del moveset e della cosmesi, le modalità sono fine a sé stesse e potrebbero risultare tediose. E meglio, oltre ai combattimenti, non vi è alcuna varietà in merito a sfide particolari. La storia potrebbe risultare un mero pretesto per aumentare il livello combattente per così sbloccare, al col tempo, i vari contenuti. L’intelligenza artificiale lascia, in diversi frangenti, assai desiderare: se logicamente la stessa è quasi inesistente nei primi combattimenti, la stessa non aumenta particolarmente nemmeno avanzando di livello o progredendo nella modalità storia. Non solo. Anche la varietà delle mosse e del gameplay risulta ripetitiva. In sostanza, i personaggi mettono a segno le stesse mosse ma con “grafica” ed “effetti” differenti a dipendenza della variante di Kirby scelta, senza tuttavia che una lottatore abbia una propria personalità. Tutto quanto appena descritto, lascia intendere che Kirby Fighters 2 è quindi più una sorta di minigioco che titolo stand-alone come, d’altronde, era in origine. La cura di alcuni dettagli contenutistici e di varietà nelle sfide lascia intendere quanto appena concluso.
Infine, altre problematiche sono state riscontrate durante le lotte online, laddove, purtroppo, i lag non mancavano. Non è chiaro se le problematiche riscontrate fossero temporanee o dovute al netcode del gioco.
Concludendo, Kirby Fighters 2 è un coloratissimo passatempo ma, appunto, non gratifica come un Super Smash Bros in quanto, alla lunga, potrebbe risultare monotono. Anzi, sarebbe stato opportuno rilasciare il presente “titolo” come una nuova modalità (DLC) scaricabile dal titolo principale del brand Kirby, come ad esempio Kirby Star Allies (come, per altro, era a monte nel caso di Kirby Triple Deluxe).

Ci piace

  • controlli semplici e intuitivi
  • tanti contenuti da sbloccare
  • è un buon passatempo...

Non ci piace

  • ...ma dopo qualche ora diventa monotono e ripetitivo
  • poca varietà del moveset fra i lottatori
  • concettualmente è un minigioco
4.25
Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Joypad è membro di