Just Dance 2020

Scritto da il il Recensioni, 6 più
chiudi [x]

Just Dance 2020

Come da tradizione, ogni anno (dal 2009) mamma Ubisoft rilascia una nuova versione del tanto amato Just Dance, il gioco must have per tutte le feste che quest’anno compie il suo decimo anniversario. Disponibile dal 5 Novembre, Just Dance 2020 torna sugli scaffali di tutti i negozi, pronto a far divertire ancora una volta tutta la famiglia.

Quali novità avrà in serbo per noi questo nuovo capitolo della serie? Noi abbiamo provato la versione per Nintendo Switch e questa è la nostra recensione. Scopritela con noi!

Let’s Dance!

Per chi ancora non lo conoscesse, Just Dance è un gioco di in cui potremo sfidare amici e famigliari sulle ultime canzoni del momento o i grandi successi del passato, semplicemente seguendo le siluette dei ballerini su schermo. Quest’anno Just Dance 2020 propone in comparto multiplayer che arriva ad un massimo di sei giocatori anche da smartphone, grazie ad una app dedicata che trasformerà il vostro cellulare in controller con cui divertirsi con gli altri giocatori. Per accumulare più punti dovremo seguire al meglio che potremo i movimenti dei ballerini sullo schermo.

Il solito gameplay

Una delle novità di questo titolo riguarda la parte offline di questo titolo, che si arricchisce con una modalità storia molto semplice. Dovremo affrontare dieci brani provenienti dai capitoli precedenti della serie per poter sbloccare il brano High Hopes degli Imagine Dragons. Oltre a questa modalità storia tornano naturalmente la classica modalità libera, in cui potrete sfidare gli amici sul ritmo di 49 grandi successi (tra cui Bad Guy e per i più piccini (e non) Baby Shark). L’interfaccia di gioco di Just Dance 2020 è la stessa del capitolo precedente della serie. Potremo ordinare casualmente tramite playlist o preferiti (quelli che abbiamo ballato più volte) i brani del gioco.

Just Dance 2020, inoltre, ripropone la modalità Just Sweat, in cui dovremo svolgere degli esercizi o insiemi di canzoni (ottima modalità per fare un po di allenamento mattutino) e torna anche Just Dance Kids, dove trovereno i brani dedicati ai più piccolini. Si può dire che Just Dance (come sempre) guardi ogni età e tipologia di giocatore. Fa il suo ritorno anche la valuta speciale del gioco, il Mojo, guadagnabile nel World Dance Floor, che come negli altri titoli ci servirà poter sbloccare nuovi avatar, sfondi e titoli per le nostre dancer card personali. Il gioco propone un servizio d’abbonamento mensile di nome Just Dance Unlimited, che con 3,99 € mensili, ci propone 500 canzoni prese dai precedenti capitoli del brand (a rotazione) e alcuni brani inediti (una cosa essenziale se amate il party game, dato che il gioco vi propone solo 49 brani) anche se potreste benissimo giocare al 2019 e al 2020 senza dover spendere quei soldi mensilmente.

Un comparto tecnico che non smacchia

In un gioco come Just Dance non c’è molto da dire sul comparto tecnico se non che abbiamo notato una maggiore cura per i fondali e dei dettagli delle coreografie, una grafica che presenta i soliti colori sgargianti della seire, una selezione di canzoni che farà contenti un po tutti anche se la playlist non è per niente numericamente ricca, rispetto ai titoli precedenti della serie e un feedback migliorato dei Joy-Con della Nintendo Switch, sia in Modalità TV che in Modalità tabletop. Il gioco, in fine, è completamente in italiano, come sempre.

In definitiva

Con il suo decimo anniversario, Just Dance 2020 si riconferma essere il solito Just Dance di sempre, non azzardando con particolari novità e proponendoci i punti forti dei titoli passati. Ci è piaciuto molto ripercorrere i brani dei precedenti titoli della serie, grazie alla breve modalità storia e affrontarci nei 49 brani che il gioco ci propone. Ma questo non è bastato a convincerci del tutto, forse per le poche vere aggiunte al titolo o per una playlist che, senza l’abbonamento mensile Just Dance Unnlimited, si presenta a noi povera di brani. Il gioco comunque rimane un buon titolo con cui divertirsi con gli amici e famigliari, essendo alla portata di tutti, e che sicuramente saprà scatenare i ballerini da salotto di tutto il mondo.

Ci piace

  • Fino a 6 giocatori (anche da smartphone)
  • Il solito divertimento che coinvolgerà tutta la famiglia

Non ci piace

  • Pochissimi brani
  • Pochissime differenze dal titolo precedente della serie
3.75
Alberto Foroni

Scritto da : Alberto Foroni

Cameraman - Videomaker un tempo youtuber ma da sempre appassionato di videogames

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.