Jump Force

Scritto da il il Recensioni, 4 più
chiudi [x]

Jump Force

Siete dei fanatici dei manga giapponesi? Vorreste vedere i vostri eroi preferiti suonarsele con altri personaggi di manga/anime differenti? Ebbene, Jump Force è il gioco che fa per voi!

Presentato al precedente E3 di Los Angeles questo videogioco si è subito distino riunendo tutti gli eroi più famosi dei migliori manga/anime giapponesi in un unico picchiaduro con un comparto grafico impressionante e un ritmo di gioco frenetico. Le premesse per un ottimo gioco ci sono, ci avrà convinto? Scopritelo con la nostra recensione.

Incontri inconsueti

Tutto incomincia da un’inaspettata invasione nel nostro mondo reale, causata dalla collisione della nostra dimensione e quella di Jump, ovvero l’universo in cui vivono tutti i dei manga che conosciamo. Freezer sarà il primo cattivone che incontreremo e lo vedremo combattere, naturalmente, contro Goku. Dopo un frenetico combattimento, Freezer riesce a colpirci fatalmente. A questo punto Trunks, insimere al robottino Navigator, corrono subito in nostro soccorso, assimilando la nostra “anima” in un cubo, dandoci la possibilità di “rinascere” in un nuovo corpo. Da qui inizia la nostra storia.

Il gameplay

Inizia tutto quindi dalla modalità creazione del nostro nuovo personaggio. Prima di tutto dovremo scegliere la nostra classe di appartenenza che influenzerà lo stile di combattimento del nostro personaggio. Le classi disponibili sono Guerriero (lo stile di combattimento di Dragon Ball), Ninja (quello di Naruto/Boruto) e Pirata (lo stile di One Piece). Dopo di che ci verrà data la possibilità di scegliere tra tantissime caratteristiche fisiche dei personaggi di tutti i manga più famosi, dandoci quindi la possibilità di mischiare i vari stili e creare il nostro personaggio, in stile manga giapponese, perfetto. Finita la personalizzazione del personaggio (che sarà sempre accessibile) saremo ufficialmente uno dei componenti della Jump Force, una squadra speciale composta da tutti gli eroi buoni, con l’obiettivo di fermare l’invasione nemica e riportare la pace tra la nostra dimensione e quella di Jump. Dall’altra parte invece troveremo il temibile Kane e l’avida Galena, in possesso del Libro d’onice, un artefatto speciale con la capacità di controllare la volontà di qualsiasi persona, compresi gli eroi degli anime e manga. Il roster è sicuramente una delle cose migliori di questo gioco.

Troveremo gli eroi di Dragon Ball, Naruto, One Piece, Hokuto no Ken, Bleach, City Hunter, Dragon Quest, My Hero Academia, Yu-Gi-Oh! e tanti altri, per un totale di quarantadue eroi, un numero destinato ad aumentare con le future espansioni, comprese del Season Pass del gioco. Inoltre potremo usare il nostro personaggio della storia, che assimila gli stili di tutti gli eroi provenienti dai manga elencati precedentemente. Tutto molto bello, se non fosse che un numero così elevato di combattenti causa inevitabilmente delle limitazioni al gameplay, portando gli sviluppatori a dover ridurre drasticamente il numero di mosse dei nostri personaggi, dovendole bilanciare tra tutti loro. Quello che infatti si percepisce fin da subito è un gameplay che presenta delle strozzature, che non riesce ad esaltare i singoli personaggi, se non quelli di Dragon Ball e Naruto. Le arene sono abbastanza grandi e sono dislocate nei vari mondi dei manga che conosciamo (oltre al nostro mondo). I combattimenti si svolgono in squadre da tre componenti che condividono una sola barra di energia (una cosa che non abbiamo apprezzato molto, non potendo sfruttare e goderci a pieno certi personaggi della nostra squadra… avremmo preferito un trattamento alla Marvel VS Capcom). Uno dei sistemi che dovremo apprendere e sfruttare fin da subito (essendo fondamentale per la sopravvivenza nei combattimenti) è il sistema di parata che ci viene proposto in 2 tipologie: quella classica che blocca il colpo in arrivo oppure quella che spezza la guardia del nostro avversario.

Inoltre potremo utilizzare diversi consumabili che ci permetteranno di alterare i parametri vitali e d’attacco di ciascun personaggio in modo temporaneo oppure permanente (come alcune abilità passive). Potremo gironzolare con il nostro personaggio in un Hub che segue lo stile di Dragon Ball Xenoverse, dove non troveremo tutte le attività e le funzionalità del medesimo, ma avremo disponibile comunque un negozio dove sbloccare e acquistare nuovi costumi e accessori, lo stand delle partite offline e online e i vari eroi da cui accettare le missioni della storia. Portando a termine le medesime, il nostro personaggio otterrà punti esperienza e denaro, per sbloccare e acquistare le cose nei negozi presenti nell’Hub. Queste missioni sono spesso missioni di salvataggio e attacco che variano in base al team da cui vengono impartite. Il team Alpha, capitanato da Goku, quello Beta da Rufy e quello Gamma da Naruto. Ogni Team ha la sua zona nell’Hub che si contraddistingue l’una dall’altra dallo stile di quel manga/anime. La cosa che non ci è piaciuta molto è il sistema di combattimento fin troppo basilare, con poche mosse e combo quasi inesistenti. Di sicuro fa la sua parte l’azione frenetica e il caos generato da questi combattimenti, che vengono accompagnati da effetti particellari d’alta qualità.

Il comparto tecnico

Tralasciano i lunghissimi caricamenti del gioco, le animazioni e le espressioni facciali dei nostri personaggi un po legnose, Il gioco presenta un comparto grafico piuttosto elevato in confronto a i soliti picchiaduro tratti dai manga/anime giapponesi. Forse non tutti potranno apprezzare lo stile grafico “gommoso” a discapito di quello in stile fumetto, ma lo spettacolo videoludico regalato dai frenetici combattimenti e gli effetti particellari scaturiti dai medesimi fanno la loro parte! In oltre il frame rate sembra essere migliorato dalla fase beta del gioco.

Botte botte botte!

Sicuramente Jump Force è un gioco che potrebbe essere apprezzato da tutti gli appassionati di manga e anime giapponesi, ma non di certo da chi cerca un ottimo picchiaduro di questo genere. Lo scarso numero di mosse e combo rendono il gameplay nei combattimenti fin troppo semplice e se vogliamo dire scarno e monotono dopo non poco. Sicuramente il fiore all’occhiello di questo titolo è il numero di personaggi utilizzabili provenienti dai nostri manga/anime preferiti, nonostante siano minori quelli dei manga/anime ritenuti meno famosi. In oltre il comparto grafico del gioco e visivamente piacevole, soprattutto sui televisori 4K e se giocato su One X o PS4 Pro. Jump Force è un gioco divertente, fatto apposta per gli appassionati dei manga/anime, ma è lontano da essere un ottimo picchiaduro.

Ci piace

  • Poter utilizzare gli eroi dei manga/anime più famosi
  • Possibilità di creare un proprio personaggio con mosse diverse
  • Comandi semplici da padroneggiare…

Non ci piace

  • … rendono il gameplay molto basilare e monotono.
  • Troppe poche mosse/combo per un picchiaduro
  • Solo i manga più famosi contano più di 3 personaggi
4
pirletto the neg

Scritto da : pirletto the neg

Da sempre appassionato di videogames, da qualche tempo youtuber!

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.