Dragon Ball FighterZ

Scritto da il il Recensioni, 4 più
chiudi [x]

Dragon Ball FighterZ

Da tempo i fan della serie di Dragon Ball sognavano il videogioco che si avvicinasse di più all’anime. Ebbene, Dragon Ball FighterZ è ciò che tutti i fan aspettavano da anni.


E’ vero, Dragon Ball Xenoverse non era poi così male come titolo, ma se alla fine si è tornati al caro vecchio fighting game in 2D ci sarà pure qualche motivo. Noi grazie ad Xbox l’abbiamo provato, e ne siamo rimasti inaspettatamente affascinati.

Il Dragon Ball che tanto volevamo

Dragon Ball FighterZ viene già definito da molti come il gioco per eccellenza della serie Dragon Ball Z. Ma grazie l’enorme successo che in Giappone ed in Occidente sta riscuotendo Dragon Ball Super non potevamo non aspettarci le trasformazioni in Super Sayan God Super Sayan, Goku Black, Zamasu, Lord Beerus e compagnia bella, nel suo roaster. Detto ciò, Dragon Ball FighterZ non segue, dal punto di vista della trama, il nuovo anime e manga della serie, ma semplicemente Dragon Ball Z. In fatti ci troveremo a ripercorrere i momenti più importanti della serie, dalla Saga dei Sayan, fino a quella di Majin Bu.

Il gameplay

Possiamo dire innanzitutto che Dragon Ball FighterZ non presenta un livello altissimo di difficoltà, partendo dalla semplicità dei comandi, che non vi terranno attaccati mesi e mesi allo schermo per poterli apprendere al meglio. Apprendere le nuove mosse sarà una cosa rapida e ce lo dimostra un tutorial iniziale che dopo pochi minuti ci lancia direttamente in battaglia contro avversari molto potenti. Stiamo parlando quindi di un fighting game all’antica, in sitle Street Fighter per intenderci, ma pensato per un tipo di fruitore moderno che non ha tempo da perdere dietro il frustrante apprendimento di “millemila” mosse e combo. Parlando della gestione del personaggio che sarà affidata completamente al nostro controller, saremo in grado di impartire attacchi a distanza o ravvicinati, potenti o leggeri.

Sullo schermo ci verranno mostrate 2 barre: una indica la Salute, l’altra la stamina. Quest’ultima si compone di barre, necessarie per eseguire le potentissime mosse Super dei personaggi.
Per quanto riguarda le modalità di gioco, Dragon Ball FighterZ ci propone scontri 3 VS 3, online o contro l’intelligenza artificiale. Ogni giocatore controllerà quindi tre personaggi, che potranno avvicendarsi in campo in un certo ordine ma anche scambiarsi di posto (più o meno come accade nella serie di Marvel VS Capcom). In oltre abbiamo la classica Modalità Storia, che ci viene presentata in 3 archi narrativi predefiniti. Con nostro dispiacere possiamo dirvi che non è molto longeva (stiamo parlando comunque di un picchiaduro classico e non del solito gioco della serie) ma a noi non ha dato l’idea di puro contentino per i giocatori. In fine c’è la Modalità Scontro Libero, dove potrete affinare le vostre abilità contro i bot, e la modalità Multiplayer sia Online che in Locale. Soffermandoci sull’online i disagi non sono pochi, infatti i server di Dragon Ball, al momento, sono piuttosto instabili, ma comunque il comparto online (che per questo genere di gioco è fondamentale) è presente e sicuramente non farà altro che aumentare la longevità del gioco.

Il comparto tecnico

Il comparto tecnico si può definire come un qualcosa di eccezionale. Parlando della grafica e del sonoro si può specificare come lo stile grafico del cel-shading raggiunge dei livelli tali da diventare l’elemento che avvicina un videogioco ad un cartone animato interattivo. Invece per quanto riguarda la colonna sonora, posiamo dire che presenta delle musiche ben composte e molto curate.

In definitiva

Che dire se non FINALMENTE! Se siete fan come noi della serie di Dragon Ball e amanti del genere picchiaduro, è il gioco definitivo della serie fatto apposta per voi. Se siete legati al genere 3D o non siete amanti del picchiaduro beh, dovreste ripensarci un attimo prima di acquistarlo. Il gioco prima di tutto è un fighting game puro (stile Street Fighter, per citarlo ancora), differente dai titoli vecchi dell’Anime (per esempio gli Xenoverse erano anche degli RPG con un minimo di missioni secondarie con un comparto online/social più sviluppato). Dal canto suo, però, Dragon Ball FighterZ ha saputo regalarci parecchie ore di gioco divertenti e per quegli istanti ci siamo sentiti come la prima volta che guardavamo il cartone della serie, perché alla fine è sempre la prima volta.

 

Ci piace

  • Ottimo Bilanciamento della difficoltà
  • Grafica paragonabile alla serie televisiva
  • Tecnicamente impressionante

Non ci piace

  • Stessi personaggi, stessa storia
  • Roaster dei personaggi povero rispetto ad altri titoli dell’anime
  • Un genere che potrebbe non piacere a tutti
4.75
pirletto the neg

Scritto da : pirletto the neg

Da sempre appassionato di videogames, da qualche tempo youtuber!

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.