Corsair MM800 RGB Polaris

Scritto da il il Recensioni Hardware, 2 più
chiudi [x]

Corsair MM800 RGB Polaris

L’avete già visto nella puntata del 26 ottobre di Lunch Unbox di Joypad ma ora è tempo di discutere in dettaglio del Corsair MM800 RGB Polaris, un tappetino del mouse decisamente d’alta gamma.

cg_logo_1b_800px

Led dappertutto

Il trend dei led ovunque continua a mietere vittime, anzi, a generare prodotti. Non contiamo più i produttori che hanno lanciato delle linee di hardware da gaming sia d’alta gamma che mid range che si avvalgono di illuminazione led sia RGB che statica. Corsair ovviamente non può fare altrimenti, vista la nostra sete di illuminazione. Diamine, solo il nostro PC principale in redazione ha luci led nel case, sulla GPU, sulla CPU e sulla motherboard! Ecco dunque l’arrivo del MM800 RGB Polaris, mousepad che ci ricorda “vagamente” il Firefly di Razer di cui abbiamo parlato l’anno scorso.

Cominciamo da qualche dettaglio tecnico. L’MM800 ha dimensioni 350 x 260 x 5 millimetri ed è dotato di 15 distinte zone RGB, illuminate da led PWM (pulse width modulation) per una migliore resa del colore. Il device, che si collega al PC con un lungo cavo braided USB 2.0, è dotato di una porta pass-through che permette al contempo di risparmiare una porta USB sul PC e di connettere una periferica a vostra scelta (quella più ovvia è ovviamente il mouse, come abbiamo fatto noi con il Corsair M65 PRO RGB di cui parleremo a giorni). La superficie a bassa frizione è rigida e ha una texture più ruvida al tatto di quanto ci aspettassimo. Dietro al device troviamo invece una gomma antiscivolo che offre una perfetta aderenza alla scrivania, in modo che l’MM800 non si muova nemmeno un po’ durante concitate partite competitive. Non c’è molto altro da dire per quanto riguarda le features fisiche.

mm800_01

Utilizzo quotidiano

L’MM800 inizialmente mi ha fatto un’impressione meno che ottima. Complice la mia abitudine al Firefly, ho trovato questo device di Corsair più rumoroso rispetto alla controparte di Razer. Il problema si è nettamente ridotto quando mi sono accorto che buona parte del rumore che mi dava tanto fastidio era dovuto al cavo del mouse che grattava sul tappetino! Risolta questa imbarazzante svista daparte nostra, il rumore si è nettamente ridotto (anche se è sempre presente). Intendiamoci, si tratta di una cosa che sparisce dalla nostra mente in pochissimo tempo ma è giusto citarla. Per quanto riguarda la precisione del tracciamento nulla da dire di negativo. Dopo aver condotto test con diversi mouse (Corsair M65, Razer Mamba e Roccat Kone Pure) non abbiamo nessuna lamentela. Una volta calibrati i vari device su questa superfice, non vi sono esitazioni di sorta.

mm800_03

Luce smagliante

L’effetto di luce dell’MM800 è ottimo. I colori sono brillanti, ben staccati l’uno dall’altro se usiamo i vari effetti come l’arcobaleno, il cambio di luce, i colori pulsanti e via dicendo. Ci sono diversi preset che possono anche essere sincronizzati con un altro device Corsair (come il già citato M65) anche se per qualche motivo il legame di luce (l’effetto combinato insomma) non resta salvato e ad ogni riavvio del PC i due device tornano alla colorazione di default. Un piccolo bug che probabilmente sarà sistemato in una prossima versione del software di gestione. Possiamo anche gestire le 15 zone di colore singolarmente anche se, attivandone una sì e una no, l’effetto bleeding (ovvero l’illuminazione che scappa anche nelle zone teoricamente spente) è evidente. D’altra parte non ci aspettavamo nulla di diverso. Il nostro consiglio è di attivare tutte le zone oppure di impostare un’animazione, in modo da evitare l’effetto bleeding.

mm800_05

Bottom line

Il Corsair MM800 RGB Polaris è un buon tappetino. Vi serve tutta questa illuminazione RGB? Certo che no! Come non vi serve sulla tastiera, sul mouse o nel case! Ci piace lo stesso? Certo che sì! A parte la superficie un pelino più rumorosa di quanto vorremmo, questo MM800 ha dalla sua la comodissima porta USB pass-through che ce lo fa preferire al Firefly di Razer che ne è sprovvisto. Certo, un device così andrebbe accompagnato da periferiche dello stesso costruttore, in modo da beneficiare di effetti RGB coordinati (che possono accompagnare solo). Ad un prezzo di vendita di 79 franchi svizzeri è ovviamente una cosa superflua, uno sfizio. Ma d’altra parte, per i fan della Master Race questi sfizi stanno diventando quasi un obbligo!

 

Ci piace

  • USB pass-through
  • Effetto LED

Non ci piace

  • Un pelino rumoroso
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.