Chromecast with Google TV

Scritto da il il Recensioni Hardware

Chromecast with Google TV

L’abbiamo anticipato nella news di qualche giorno fa ma Google ha appena espanso la sua offerta di device in Svizzera.

Questa volta tocca a Chromecast with Google TV che più che succedere a Chromecast Ultra cambia completamente ideologia. Verso il meglio!

Un nome bello lungo

Chromecast with Google TV, d’ora in avanti CwGT, getta nella spazzatura il vecchio concetto di Chromecast. Nel caso non conosceste la linea di prodotti, Chromecast è un ricevitore wireless in grado di interfacciarsi con smartphone e tablet per trasmettere (o castare, se siete dei ggiovini) le immagini dal device portatile ad una TV o schermo compatibile con HDMI. È comodo esattamente quanto sembra se volete usarlo regolarmente e non in modo molto salutario. GwGT invece è un device che integra non solo una porta HDMI e un telecomando ma anche un intero OS, Google TV, basato ovviamente su Android. Questo significa una home screen, app preinstallate ed installabili e generalmente un’esperienza anni luce migliore rispetto al passato. Intendiamoci, di dongle TV Android ne esistono a bizzeffe ma il fatto che questo sia fatto da Google dovrebbe, in teoria, garantire un migliore supporto alle App.

Il device è di forma oblunga, 162 x 61 x 12.5mm e pesa 55 grammi. In pratica, è assai piccolo e può essere facilmente nascosto dietro la TV. Necessita un alimentatore esterno da 5V perché i classici 500mV delle porte USB non sono abbastanza e questo significa che il device sarà sempre acceso, anche con la TV spenta. Al suo interno troviamo una CPU quad-core ARM, 2GB di RAM, 4GB di storage e connettività Wi-FI AC, Bluetooth e HDMI 2.0. L’uscita video arriva fino a 4K@60Hz e supporta Dolby Vision, HDR10, HDR10+; Dolby Atmos, Digital e Digital Plus. Fondamentalmente siete coperti sia per la risoluzione standard fino al meglio del meglio delle tecnologie attuali, in particolare Dolby Atmos e Vision e HDR10+. L’unica funzione che non ha è il supporto a Stadia (errata: l’app Stadia è disponibile per il download) ma visto lo stato di salute della piattaforma di streaming gaming di Google, forse non è così un problema.

 

Hub unico

L’installazione è facilissima: colleghiamo il device alla TV e all’alimentazione e siamo pronti. Dopo aver configurato un account Google potremo anche impostare il telecomando per funzionare con la nostra TV, in particolar modo il tasto per il volume. Sul nostro combo Smart TV e Soundbar Samsung, la cosa funziona alla perfezione. Fondamentalmente CwGT può diventare il vostro unico hub per quanto riguarda i contenuti sulla TV e comandare senza fatica accensione e controlli di base del vostro televisore. Il telecomando è dotato di funzionalità di base che però, in tutta onestà, sono sufficienti per il 90% dei casi (nel nostro, di caso).

Troviamo un tasto direzionale, tasto selezione, tasti volume sul lato e una serie di tasti specifici. Home, indietro, muto, tasto dedicato a YouTube, tasto Netflix, assistente Google, accensione/spegnimento e tasto input. Quest’ultimo non siamo riusciti a farlo funzionare sulla nostra TV ma abbiamo risolto brillantemente il problema cambiando la funzione del tasto (tramite una app chiamata Button Remapper) da switch input a Plex. Generalmente il telecomando funziona bene anche ad una certa distanza dal device. Il telecomando funziona in modalità ibrida bluetooth e IR, per comandare diversi tipi di device allo stesso tempo. Oppure potete sfruttare HDMI-CEC, un sistema di cross-compatibilità tra sistemi via collegamento HDMI. Funziona bene per quanto abbiamo potuto vedere.

Una feature non particolarmente pubblicizzata da Google è la possibilità di collegare un hub USB Type-C sulla porta d’alimentazione e connettere a CwGT altri device come storage e controller, a parto che il nostro hub abbia la possibilità di fare un pass-through dell’alimentazione. Niente male! Segnaliamo anche che esiste un alimentatore ufficiale dotato di porta ethernet. Abbiamo avuto modo di provarlo ed effettivamente è una soluzione davvero pratica, se abbiamo una connessione cablata sotto mano.

Ci installo le app e ci guardo le cose

Chromecast with Google TV si presenta a noi con le più classiche (e famose) app: YouTube, Netflix, Disney+, Spotify e via dicendo. Ma possiamo installarne altre attraverso lo store integrato, il quale offre comunque solo una minima parte delle app disponibili per smartphone e tablet. Abbiamo già citato l’eccellente Plex ma ci sono anche Zattoo, Apple TV, Play Suisse, Twitch e via dicendo. C’è anche l’app della RSI ma, in modo estremamente deludente, non ha nulla a che vedere con quella per smartphone. In questo caso permette solo di vedere i canali SSR in diretta e basta. Il codice c’è già, RSI svegliati a portarlo su Google TV! Generalmente l’esperienza è buona anche se abbiamo notato qualche sporadico problemino di performances che abbiamo risolto chiudendo manualmente l’app.

CwGT rimane un Chromecast e per questo motivo possiamo ancora castare immagini e suoni da uno smartphone o tablet come in passato e possiamo anche integrare il device in una rete di device Google compatibili, come ad esempio una macro zona audio assieme a device Nest e Nest Hub.

Ci piace

Chromecast with Google TV ci piace. Fa esattamente quello che deve e lo fa con un’interfaccia ben strutturata e intuitiva. La funzione di ricerca con l’assistente Google funziona attraverso diversi servizi e possiamo usarla a voce visto che il telecomando integra un microfono. L’offerta di App è molto buona e le performaces sono altrettanto buone. Il prezzo non è nemmeno troppo elevato: 69,99CHF sullo store ufficiale svizzero. Non è indispensabile, specialmente se avete già una smart TV. Tuttavia, lo preferiamo alle app integrate della nostra TV (top di gamma 2021 poi!) e questo dovrebbe farvi capire che ci ha convinto. Certo, ci sono migliori possibili, in particolare dal punto di vista del software, visti i saltuari rallentamenti. Ma in generale, siamo soddisfatti.

Ci piace

  • Interfaccia
  • Semplicità
  • Supporto ad Atmos e Vision

Non ci piace

  • Qualche sporadico rallentamento

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad. Appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
the(G)net.ch