Animal Shelter Simulator

Scritto da il il Recensioni, 3 più
chiudi [x]

Animal Shelter Simulator

Più si cresce e più si diventa nostalgici. Leopardi parlava di come i ricordi spesso ci sembrino più dolci di quello che in realtà siano, e a quanti di voi è capitato di imbattervi in un videogioco della vostra infanzia e accorgervi che è invecchiato davvero male? Sia Nintendogs che The Sims 2 PETS sono palesi esempi di simulatori che purtroppo risentono del passare degli anni, e per quanto io ci abbia passato interminabili ore della mia adolescenza, riconosco che ormai è giunto il tempo di riporre le cartucce di gioco del Nintendo DS su uno scaffale e custodire con affetto i ricordi che ci hanno portato. Ma non disperate; se come noi siete amanti dei simulatori di ogni tipo, il team di Games Incubator ha fatto sbarcare il 23 Marzo 2022 su Steam Animal Shelter Simulator.

Il vostro rifugio personale

In Animal Shelter Simulator avrete la possibilità di aprire il vostro personale rifugio per animali. Per cominciare, sceglierete se occuparvi di gatti o cani, ma non disperate, dopo un breve tutorial iniziale per farvi comprendere le meccaniche di gioco, potrete accogliere entrambe le specie, prendervi cura di ogni animale, imparare a conoscerlo e poi trovargli la sistemazione perfetta, dandolo in adozione al proprietario che più soddisfa i requisiti dell’animale. Facendo ciò, guadagnerete esperienza che vi servirà per ampliare il vostro rifugio e donazioni, che serviranno a comprare ogni tipo di materiale e cibo necessario alla cura dei vostri piccoli amici pelosi. E questo è quanto. Non c’è molto altro da fare in questo gioco. Come ogni simulatore, è ripetitivo. Malgrado le sempre nuove missioni da fare, alla fine dei fatti il gioco si basa sulla meccanica di accogliere un animale solo, ferito e/o abbandonato, curarlo, renderlo felice, e trovargli un nuovo padrone il più adatto possibile al suo carattere e le sue esigenze, per poi ampliare il proprio rifugio per poter accogliere altri animali, in un’uroboros infinita. È un male? Possiamo solo dirvi: dipende. Se i simulatori e le missioni ripetitive non fanno per voi, allora sarebbe meglio optare per altri giochi. Oppure, potete perdervi in ore di puro relax a cervello spento, come adoriamo fare noi.

La maledizione dei simulatori

Come molti rifugi nella vita reale, il gioco vi permette di prendervi cura non soltanto della salute mentale dell’animale, facendolo giocare e coccolandolo, ma anche della sua salute fisica grazie a una delle prime espansioni che il gioco vi chiederà di fare: la clinica. Per quanto off-screen spesso i rifugi creino delle partnership con degli studi veterinari, nel gioco siete una one-man army che si occupa di ogni cosa, dall’accogliere l’animale, al fasciargli arti feriti, al nutrirli e togliergli zecche. Vi occuperete anche della più noiosa pratica d’ufficio, cioè quella di aggiungere gli annunci per gli animali – con tanto di foto – e ispezionare le case dei potenziali padroni, per accoppiare al meglio animaletto e potenziale nuovo proprietario. Quindi, anche se ripetitivo, le cose da fare sono molte: pulire, occuparsi degli animali, giocare con loro, curarli, ordinare nuovo materiale da uno strano ed istantaneo negozio online (il tutto vi verrà recapitato tramite dei droni) e infine far sì che i vostri piccoli amici a quattro zampe trovino la loro forever home. La grafica realistica ma semplice e la colonna sonora tranquilla donano al gioco un’atmosfera semplice e gioiosa, rendendolo un gioco molto carino e leggero a cui giocare, anche se sono più le volte che ci siamo buggati dentro i recinti degli animali che altro. Inoltre, ha dei requisiti davvero minimi, siamo abbastanza sicuri che anche il vostro smart fridge possa reggerlo.

Beneficenza a 360°

Dunque, vi consigliamo il gioco? Al momento il gioco ha un 10% di sconto su Steam, passando da circa una ventina di franchi a 17.55 CHF. Parte dei ricavati del gioco vanno a diversi rifugi in giro per il mondo, e il team di Games Incubator ha già donato 6000$ (2000 dollari americani a ognuno) a Ziggy’s Poezenparadijskilkurtonie, rifugio belga, il rifugio tedesco Look dein Tierschutzverein e infine a Galgos del Sol, rifugio situato a Murcia, Spagna. Il team pianifica di donare altri 4000 dollari a Feral Feline Friends of East Tennessee e Best Friend Dog and Animal Adoption, due rifugi americani. E la loro missione non è finita, siccome pianificano di rilasciare la colonna sonora del gioco e, grazie ai ricavati, fare ancora più donazioni per aiutare gli animali in giro per il mondo.

Quindi, se già passate ore con altri simulatori, e volete non solo supportare un team di sviluppatori indipendente, ma anche aiutare gli animali che vengono spesso abbandonati e maltrattati, questo gioco vi permette di fare entrambe le cose a un prezzo decisamente contenuto.

 

Ci piace

  • Gioco semplice e leggero
  • Beneficenza grazie ai ricavati del gioco

Non ci piace

  • Ripetitivo
5

Scritto da : Duckie

Conosciuta anche come Duckie, Giulia è una redattrice un po' impacciata, appassionata di indie e studentessa di Media Management.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

SGN Logo

Altri membri di SCN:
games.ch
the(G)net.ch