Le terze parti su Switch: quello che non ci aspettavamo

Protagonisti del Nintendo Direct del 14 settembre non solo le produzioni first party, ma anche un buon numero di titoli terzi. Ammettiamolo, molti utenti sono sempre stati scettici riguardante la capacità di Switch di offrire una line up al di fuori delle produzioni “Nintendo e progetti specifici in collaborazione con determinate software house”, simile a Bayonetta 2 per così dire. Della stessa opinione anche l’art director di Titan Fall 2 che, ironicamente, aveva deriso la console Nintendo e il suo potenziale tecnico.

Invece bisogna fortunatamente ricredersi, poiché le produzioni third party cominciano ad arrivare. È vero, magari ancora col contagocce per così dire, ma ne sono state annunciate un buon numero nel complesso. Non parliamo di remastered della passata generazione o Special Edition di giochi usciti anni fa, bensì titoli alla pari di PS4 ed Xbox One e disponili anche per PC. Infatti Bethesda ne ha annunciati l’altra notte ben due: Doom e the Wolfenstein II: the New Colossus.

Ammettiamo lo stupore di vedere quest’ultimi nella line up di Switch, anzi, molti pensavano che Nintendo Switch non sarebbe mai stata in grado di “farli partire”, o che fosse necessario applicare troppi compromessi per raggiungere un risultato godibile. Eppure Doom e Wolfenstein sono stati mostrati, anche se per breve tempo, nella loro rispettiva versione per Switch in game. Segno che dimostra com’è sempre possibile scalare gli engine ed adattarli alla specifica macchina, anche ad un’architettura ARM “compromesso” per il tipo di dimensioni della console. Buon auspicio anche per le produzioni terze parti future, magari con un maggiore supporto da parte di Ubisoft ed EA. Quest’ultime, in ogni caso, hanno già provveduto a progetti specifici o multipiattaforma di un certo calibro. Dapprima Rabbids + Mario: Kingdom Battle con il suo snowdrop engine, l’arrivo prossimamente di Steep e il neo Rayman Legends: Definitive Edition, per poi passare a FIFA 18 specificamente sviluppato per la piattaforma Nintendo sfruttando le peculiarità del multiplayer locale attraverso i due differenti Joy-con.

Ribadiamo anche l’arrivo di Skyrim: Special Edition il prossimo 17 novembre, con tanto di outfit esclusive come la tunica dell’eroe di Breath of the Wild, la spada suprema e lo scudo Hylia. Di seguito il trailer:

Alla lista si aggiunge 2K con i suoi titoli sportivi, in dirittura d’arrivo prossimamente (NBA 2k18), e la remaster di L.A. Noire da parte di Rockstar. Non si può affermare che Switch sia proprio a corto di terze parti. È obbiettivo osservare che, chiaramente, l’offerta rimarrà inferiore alle console concorrenti, ma non si può di certo escludere l’attuale impegno delle terze parti di sviluppare anche per Nintendo Switch (esclusi gli indie). In fondo la neo ibrida di Nintendo sta totalizzando il sold out praticamente ovunque (problemi di scorte e di produzione)…sarebbe un peccato per i publisher non sfruttare questa occasione.

Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.