IFA 2017, quello che ci ha più colpito!

L’IFA (Internationale Funkausstellung Berlin) è una delle fiere più importanti al mondo della tecnologia in cui i grandi produttori presentano diverse novità per il mercato consumer. Anche quest’anno non sono mancati grandi nomi come ASUS, Acer, Sony, Dell, Lenovo, con nuovi interessanti prodotti di vario genere. Vi elencheremo di seguito quelli che ci hanno colpito maggiormente:

Xperia XZ1 compact

Ebbene sì, Sony torna all’attacco con una linea “nuova di zecca” della sua gamma Xperia. Abbiamo parecchio apprezzato il ritorno della serie compact, modelli altamente tascabili caratterizzati da un display di 4.6 pollici e 64/65 mm di larghezza, per un’impugnatura top a una singola mano. Xperia XZ1 compact riprende praticamente tutte le caratteristiche del modello principale XZ1: Snapdragon 835, fotocamera Sony Exmor con supporto alla registrazione 960 fps e tutte le caratteristiche tipiche del sensore, stesso amperaggio della batteria (2700 mah) e l’elaborazione di oggetti tridimensionali tramite la fotocamera posteriore. Chiaramente il piccolo compact deve scendere ad alcuni compromessi sul display, infatti egli non supporta, a differenza del fratello maggiore XZ1 e XZ Premium, l’HDR10, e non supera l’HD come risoluzione. Un vero peccato, invece, anche al supporto alla cat15 LTE (contro la 16 di XZ1 ed XZ Premium) e il taglio della memoria interna limitata fino a un massimo di 32 GB (contro i 64 del modello principale). In un mercato dove i grandi produttori puntano unicamente al design borderless, Xperia Xz1 Compact fa totalmente marcia indietro riprendendo fedelmente il tipico design “omnibalance”, marchio di fabbrica della casa nipponica.

LG V30

Non nascondiamo che LG G6 è stato soggetto a numerose critiche. Smartphone equilibrato sotto ogni aspetto, quest’ultimo è stato pesantemente criticato per il prezzo spropositato in relazione all’hardware, componentistica che, escluso lo schermo, era datata al 2016. La svalutazione infatti è stata una delle più pesanti, raggiungendo i 430 fr su digitec (contro i 750 fr del prezzo di lancio) per poi stabilizzarsi a 480 in breve tempo. LG V30 è il successore di V20, la gamma V della casa sud coreana che, piano piano, sta prendendo il posto della principale serie G sta sempre offrendo componentistica di tutto rispetto. In primis il processore (snapdragon 835), il nuovo modulo della fotocamera posteriore (Sony IMX 351), lo schermo oled fullvision 18:9 di generose dimensioni (6 pollici), dac audio dedicato per tutti i mercati, una capiente batteria da 3330 mah e una resistenza certificata Mil-STD 810G oltre all’IP68. Insomma, molti pensano che queste caratteristiche dovevano essere presenti nell’LG G6 al lancio…ma tant’è, meglio tardi che mai.

PC Gaming per ogni gusto

Passando invece al reparto PC gaming, i produttori quest’anno hanno presentato diversi aggiornamenti delle loro gamme più famose. Cominciando con ASUS, ROG Strix Chimera fa la sua comparsa offrendo una componentistica di tutto rispetto (GTX 1080,  i7 7820 HK con supporto all’overclock)…in un chassis di ben oltre i 4 kg con uno schermo da 17 pollici. Schermo che ha da subito catturato la nostra attenzione che risulta possedere un refresh rate di 144 hz e un tempo di risposta di soli 7 ms. Non male considerando la natura “portatile”.

Acer e Dell non stanno a guardare e propongono soluzioni desktop già assemblati e funzionanti out of the box, perfetto per i PC Gamer più pigri nell’assemblare la propria macchina (un po’ come il sottoscritto). Acer Predator Orion 9000 e, rispettivamente, Alienware Aurora si aggiornano all’attuale componentistica in circolazione. In particolar modo l’arrivo delle nuove schede grafiche AMD Radeon Vega RX e degli intel i9 extreme edition hanno marcato un nuovo standard per la fascia alta, in modo di variare le solite soluzioni marchiate NVidia. Infatti il tower Orion in questione supporta fino a 4 schede grafiche Radeon RX Vega o due schede NVIDIA GeForce GTX 1080Ti in SLI, fino a 128 GB di memoria RAM DDR4 e fino a 44 terabyte di memoria interna. Alienware Aurora, invece, offre una singola AMD RX Vega 64 con 4096 stream processor e ben 484 GB/s memory bandwidth.

Dell tuttavia ha un occhio di riguardo anche per chi non punta ai 4k nativi a 60 frame al secondo, ed offre le soluzioni economiche della gamma Inspiron: sia portatile (Inspiron 15 7000) che desktop (Inspiron gaming desktop), con diverse opzioni di personalizzazione a seconda delle proprie esigenze.

Una finestra oltre l’altra risoluzione

Non mancano anche le interessanti e nuove proposte dei produttori per quanto concerne i monitor da gaming di fascia media e alta. Tra questi citiamo gli LG 32GK850G (32″) e 27GK750F (27″).  Il modello da 32 pollici offre una  risoluzione è 2560 x 1440 (QHD), la luminosità si attesta a 350 nit e offre un alto refresh rate di 144 hz più il supporto a Nvidia G sync. La dotazione software comprende il Black Stabilizer (garantisce la massima visibilità tramite un intervento sul contrasto), il Dynamic Action Sync che minimizza l’input lag. Il modello da 27 pollici, invece, porta la frequenza di aggiornamento a 240Hz e supporta la tecnologia FreeSync di AMD. La dotazione comprende 1ms Motion Blur Reduction, Black Stabilizer, Dynamic Action Sync e Crosshair (posiziona un mirino al centro del monitor per migliorare la precisione negli FPS).

Asus invece propone il ROG Strix propone il modello XG35VQ: caratterizzato da un importante pannello curvo da 35″ con risoluzione UWQHD (3440×1440), frequenza di aggiornamento a 100Hz, rapporto di forma 21:9 e tecnologia Adaptive-Sync.

Anche Samsung non si trattiene presentando il monitor CHG90: un QLED (LCD con Quantum Dot di tipo VA) curvo da ben 49 pollici da 32:9 da 3840×1080 pixel.  Le specifiche riguardano un tempo di risposta di 1 ms (misurato MPRT, Motion Picture Response Time), l’angolo di visione è di 178° lungo entrambi gli assi ed è possibile visualizzare 1,07 miliardi di colori (il pannello sembrerebbe quindi a 10-bit). Il refresh rate è settato a 144hz, di una copertura dello spazio colore DCI-P3 pari al 95%, mentre in sRGB è garantita una copertura del 125%, una luminosità in HDR di 600 nit.

Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.