FAR: Lone Sails, grande vincitore della sesta edizione dei SGDA Swiss Game Awards

Lo Studio Okomotive di Zurigo vince il premio della giuria e del pubblico durante la serata degli awards dell’industria svizzera. Lo studio Momo-π della Svizzera romanda ha ricevuto il premio «Excellence in Gameplay» per il gioco Persephone. La «Ludicious & SGDA Game Awards Night» è stata inaugurata dall’icona degli sviluppatori Rami Ismail.

La giuria della sesta edizione dei SGDA Swiss Game Awards ha incoronato lo Studio Okomotive di Zurigo con il premio principale per la FAR: Lone Sails. Il gioco ha ricevuto anche il premio del pubblico. Okomotive ha convinto la giuria e l’industria locale con il suo lavoro di debutto poetico e di successo mondiale.

Rami Ismail dai Paesi Bassi, icona degli sviluppatori, ha aperto la serata di premiazione – visibilmente impressionato dalla crescita, dal sostegno politico e dall’istituzionalizzazione dell’industria svizzera del videogioco.

Lo studio Momo-π della Svizzera romanda ha ricevuto il premio «Excellence in Gameplay» per il gioco Persephone. Il puzzle game ha convinto la giuria con il suo nuovo modo di trattare la vita extra.

I vincitori:

Gran premio e Audience Choice Award: FAR: Lone Sails, Okomotive (Zurigo)
Excellence in Gameplay: Persephone, Momo-π (Bulle)

FAR: Lone Sails

Il premio dell’industria svizzera esiste dal 2013 ed è stato consegnato quest’anno venerdì 1 febbraio 2019 nell’ambito del festival «Ludicious» durante il galà «Ludicious & SGDA Game Awards Night», nella vecchia caserma a Zurigo. Oltre al premio della giuria il pubblico è stato invitato ad incoronare i vincitori dell’Audience Choice Award.

Persephone

I giochi nominati:

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.