Una partita a Lawbreakres durante l’E3

Lawbreakers è un FPS rapido e nervosissimo, sviluppato da Boss Key, studio fondato dall’ex Epic Games e assoluta leggenda Cliff Bleszinski.

Dopo aver passato quasi un anno in alpha, il titolo è stato mostrato in versione quasi-beta durante l’E3. Incuriositi dalla promessa di Cliff, durante la conferenza PC Gaming Show, che l’anno di alpha fosse davvero servito ad aggiustare il gioco, siamo andati a provarlo. Perché va detto, la prima alpha dell’anno scorso non ci aveva affatto convinti. Il gioco era pesantemente squilibrato, con personaggi troppo potenti rispetto ad altri. Il gioco non aveva nemmeno una sua fluidità causata da un sistema di movimenti che semplicemente non sentivamo “giusto”. Abbiamo discusso per pochi minuti della cosa con Cliff Bleszinski in persona e con Dan Nanni, lead deisgner del gioco, ed entrambi hanno confermato che il gioco semplicemente non funzionava. Un anno dopo, ci siamo avvicinati a Lawbreakers con pochissime aspettative. E abbiamo cambiato idea.

Nell’unica partita a cui abbiamo potuto partecipare abbiamo giocato in compagnia di altri 9 giocatori. Sebbene Boss Key non punti specificatamente a far diventare Lawbreakers un eSport, è chiaro che i match 5v5 di questo titolo si presterebbero perfettamente a tornei competitivi. Lo scopo della modalità che abbiamo provato è molto semplice: al centro della mappa si trova una sfera che i due team devono raccogliere e portare nella base avversaria per segnare un punto. Il giocatore che ha la spera in mano non può difendersi in modo efficace e sta ai suoi compagni di squadra spianare la strada e proteggere il portatore fino alla base nemica In pratica, una sorta di cattura la bandiera con la variante che le bandiere non sono due ma solo una. La prima squadra a raggiungere 5 punti, vince la partita.

Lawbreakers è un gioco che richiede del tempo per essere compreso e giocato a dovere. Ci sono diversi personaggi, tutti diversi per abilità, armi e capacità di movimento che richiedono approcci strategici molto diversi tra loro. In modo simile ad Overwatch ed altri shooter moderni, è possibile cambiare il personaggio ad ogni respawn oppure entrando nella zona iniziale della mappa. Sfortunatamente per noi durante la nostra partita un bug ci ha impedito di cambiare personaggio e abbiamo quindi dovuto usare sempre lo stesso. Non che ci sia da lamentarsi perché tra pistola, coltello, scivolata e tripli salti abbiamo dovuto spendere qualche tempo per capire le potenzialità del nostro personaggio! Passata l’incertezza iniziale siamo finalmente entrati in partita. Lawbreakers è incredibilmente rapido e, dal momento che molti personaggi saltano, rocket saltano e volano, non basta tenere d’occhio gli angoli ma bisogna sempre prestare attenzione ad ogni direzione. A differenza di un anno fa, Lawbreakers ora è immediato e divertente. Certo, apprendere le peculiarità di ogni personaggio diventa ben presto una necessità ma questo non preclude anche al neofita di divertirsi.

Le premesse ci sono e i problemi più gravi sono stati risolti. Il gioco avrà una beta pubblica questa estate prima del suo rilascio, su PC e PlayStation 4, l’8 agosto. L’incertezza riguarda la ricezione da parte del pubblico. Il booth del gioco a Los Angeles era costantemente zeppo di persone, segno che almeno i visitatori dell’E3 hanno apprezzato l’ultima fatica di Boss Key. Se Lawbreakers saprà costruirsi una community di giocatori appassionati, ne sentiremo ancora parlare a lungo.

 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Se volete contattarlo, provate su twitter @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.