Le bombe del Nintendo Spotlight

Si concludono le conferenze dell’E3 con il Nintendo Spotlight, ultima dei big 3 a presentare i prossimi titoli in distribuzione. Seppur vero che la casa di Kyoto ha ormai abbandonato il palco fisico, i suoi innumerevoli ex Nintendo Direct hanno raccolto maggiori consensi in confronto allo stile tradizionale delle conferenze. Anche dalla scomparsa di Iwata, il format è stato mantenuto passando la staffetta alle nuove giovani leve che si occupano nel presentare le novità in arrivo. Dopo questa sera possiamo promuoverli a pieni voti, in soli 25 minuti hanno droppato bombe di un certo peso capaci di far risplendere la storica casa di Mario agli occhi della concorrenza. Vi elenchiamo i motivi, per così dire.

Apre le danze un breve video teaser dedito agli esport, che ritrae Splatoon 2, FIFA 18, ARMS, Mario Kart 8, Pokkèn Tournament DX, insomma, tutti titoli incentrati sul multiplayer locale e online. Fra questi si aggiunge, con un certo stupore, persino Rocket League (distribuito entro la fine di quest’anno). In breve un gioco incentrato sul calcio in cui le automobili prendono il posto dei giocatori, ed ha riscosso tantissimo successo su Steam.

Ma la vera presentazione deve ancora prendere il volo, Nintendo gioca subito uno dei suoi assi: un nuovo trailer di Xenoblade Chronicles 2. Rivisto nel character design, questo sequel del primo capitolo uscito per Nintendo Wii ripropone un’esperienza più JRPG classica incentrata parecchio sulla trama, offrendo un mondo ancora più vasto del già Xenoblade Chronicles X pubblicato per Nintendo Wii U.

Successivamente si mostrano dei first look, vale a dire titoli non annunciati. Sentivamo la mancanza di un buon vecchio platform bidimensionale sulla neo Nintendo Switch. Eccoci accontentati, con Kirby e Yoshi in arrivo per il prossimo anno.

Le vere bombe arrivano però ora, dove Nintendo ufficializza, dopo ben 10 anni dall’ultimo capitolo, Metroid Prime 4. Ammettiamo che lo sentivamo nelle ossa, cosa più strana fu la sua assenza su Nintendo Wii U. Ora, con Switch sul mercato, il momento è propizio per ripresentare la sexy Samus Aran nella sua tuta da combattimento. Dopo il Nintendo Direct della scorsa settimana, l’annuncio di Pokémon Ultrasole e Ultraluna aveva lasciato cadere le speranze per un titolo della serie principale anche per Nintendo Switch. The Pokémon Company ha smentito la questione, confermando che una versione principale è tutt’ora in sviluppo per la neo ibrida di Nintendo.

Non manca The Legend of Zelda: Breath of The Wild, e le sue prossime due principali espansioni in arrivo, entrambe, per quest’anno. Il DLC Pack 1 “Master Trials” offre delle sfide di altissimo livello di difficoltà, pari alla Master Quest dei precedenti capitoli, con una Master Mode, Hero’s path, nuovo equipaggiamento e via dicendo, al fine di completare ulteriormente il già acclamato capitolo. Il DLC Pack 2 “Champions Ballad” rimane ancora un mistero, Nintendo si impegnerà ad aggiornare i suoi utenti sui contenuti per il prossimo autunno.

Si conclude il Nintendo Spotlight con due trailer delle prossime esclusive in arrivo. La prima, in collaborazione con Tecmo Koei, Fire Emblem Warriors ricalca la collaborazione beat’em all Hack’n slash che fu per Hyrule Warriors per Nintendo Wii U, a tema, questa volta, di Emblema di fuoco. Dulcis in fundo Super Mario Odyssey che si mostra in tutto il suo splendore in un trailer creato ad hoc per la convention di Los Angeles. Interessante e promettente l’introduzione ai poteri del cappello di Mario, capace di far prendere il controllo dei suoi nemici in una vera e propria trasfigurazione in loco. Ciò lascia presagire a dei “simil power up” capaci a variare tantissimo le scelte di level design. Siamo molto curiosi di testarlo dal vivo.

Chiaramente non ci dimentichiamo dei titoli third party sempre in arrivo per Nintendo Switch annunciati in altre sedi. Fra questi il promettente Mario + Rabbids: Kingdom Battle in collaborazione con Ubisoft che offre, nell’insieme, uno strategico a turni simil XCOM dai comici contorni.

Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

  • Legnada

    FigatA, mi aspetto qualche bella offertona per natale e sarà mia.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Speciale Gamescom 2017

Speciale Gamescom 2017