La gamma Pixel si rinnova totalmente con i nuovi Pixel 2 e Pixel 2 XL

È passato ormai qualche giorno dalla presentazione ufficiale della nuova gamma Pixel di Google. Mountain View ha mostrato al pubblico quello che già si sapeva da qualche giorno: i nuovi smartphone pixel, uno caratterizzato da un design standard e l’altro dalla nuova moda del borderless e una proporzione dello schermo di 18:9.

Quindi da un lato abbiamo Pixel 2, ovvero lo smartphone con cui Google non rinuncia ad un tradizionale schermo 16:9 da 5 pollici con risoluzione FullHD, mentre dall’altro troviamo Pixel 2 XL, lo smartphone che porta anche Google nel mondo dei borderless grazie ad un pannello da 5.99″ QHD+ da 2880 x 1440 pixel. Entrambi sono equipaggiati con la tecnologia P-Oled con alti contrasti tipico di quel tipo di schermo.  I due Pixel 2 condividono anche la maggior parte della scheda tecnica, ovvero che entrambi si basano sulla piattaforma Qualcomm Snapdragon 835 con GPU Adreno 540, 4GB di memoria RAM LPDDR4x e tagli di memoria da 64 o da 128GB. La fotocamera frontale è da 8 MP con rapporto f/2.4 e posteriore da 12.2 MP, ed è una componentistica molto interessante in quanto si colloca al primo posto nei test di DxOMark con un punteggio di 98. Più nello specifico i due sensori includono una grandezza dei pixel da 1.4 micron, un rapporto f/1.8, sensore da 1/2.6″, modalità HDR+ e lo stabilizzatore ottico OIS. Completa l’offerta della connettività che comprende il Bluetooth 5.0, GPS con supporto a GLONASS, Galileo, BeiDou e una Electronic SIM integrata, oltre ad essere impermeabile e resistente contro la polvere grazie alla certificazione IP67. Sparisce tuttavia il jack audio da 3.5mm, in favore della porta universale USB Type-C 3.1 gen 1 fino a 5 Gbit.

Lato Design sono molto simili nella back cover, proponendo una scelta cromatica bicolore e un rivestimento totalmente in metallo, oltre al sensore di impronte piazzato sotto la demarcazione dei colori. Le differenze in dimensioni hanno permesso di variare logicamente la capacità della batteria, con Pixel 2 che ci offre un’unità da 2700 mAh mntre 3520 mAh della variante XL. Presente anche la ricarica rapida QuickCharge 4.0 che offre sino a 7 ore di utilizzo in 15 minuti.

Per quanto concerne il software entrambi verranno lanciati con l’ultima distribuzione Android Oreo 8.0, con alcune eredità software della divisione HTC quale Active Edge che permettono di interagire con lo smartphone tramite la pressione dei suoi bordi, con cui richiamare Google Assistant. Confermata la funzione Always On a schermo spento ed infine il cambio del posizionamento della barra di ricerca Google, ora posta nella parte bassa della schermata home.

Pixel 2 sarà disponibile a partire dal 19 ottobre a 649 dollari nella versione da 64GB e a 749$ per quella da 128GB, mentre sarà necessario attendere il 15 novembre per Pixel 2 XL, che verrà proposto a 849 dollari per la variante base da 64GB e a 949$ per quella top da 128GB. Tuttavia non è ancora data nessuna disponibilità per il suolo elvetico, nessun prezzo ufficiale in CHF è stato rilasciato. Vedendo i prezzi per la vicina penisola in cui è previsto l’arrivo solo della variante XL, un prezzo ipotetico base è quello di ben 1000.– CHF minimo.

Ardral

Scritto da : Ardral

Studente, sportivo (nuotatore e crossfitter), redattore, tra le varie attività e passioni quella dei videogiochi rimane una delle principali. Amante delle proprietà intellettuali targate Nintendo e PC Gamer tramite un leggerissimo RoG da 5 kg, il Pusti è uno degli storici redattori in quel di Joypad.

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.