LEGO Star Wars: Il Risveglio della Forza

Scritto da il il Recensioni, 9 più
chiudi [x]

LEGO Star Wars: Il Risveglio della Forza

Dopo 5 anni dal mitico LEGO Star Wars III: La Guerra dei Cloni, finalmente torniamo nella galassia lontana lontana che tanto amiamo, catapultati questa volta negli avvenimenti più recenti della saga, che ormai tutti conosciamo (se avete visto il film sapete cosa aspettarvi). Parliamo infatti del Risveglio della Forza! Ringraziamo Xbox per averci permesso di giocare a questo simpatico gioco.

Lego-star-wars-the-force-awakened-logo

Il Gioco

Come il brand ci ha abituati, il gioco riprende le scene del film aggiungendoci un tocco di humor, con molte interazioni tra i personaggi e con le loro battute sarcastiche e commenti che danno piccoli indizi sugli enigmi. L’aver utilizzato doppiatori diversi dagli originali, però, fa perdere un po’ di emotività al tutto, scelta fatta probabilmente per delle limitazioni di budget. Visivamente il titolo risulta simile ai precedenti ma da l’idea di aver effetti migliorati e una maggior quantità di particellari e modelli a schermo rispetto al passato. Non mancano come sempre i numerosi easter eggs, sempre presenti nei vari titoli del brand. Per quanto riguarda il comparto audio, le musiche e gli effetti sonori sono perlopiù ripresi dai film della serie, quindi su questo campo possiamo stare tranquilli.

legoswforcescreen (2)

Il Gameplay

Ormai tutti conoscono il gameplay della serie LEGO: si tratta di platform in 3D dove saremo concentrati nel distruggere ed assemblare i mattoncini disposti lungo il gioco, con molti collezionabili da raccogliere e nemici da abbattere nel frattempo. Chiunque abbia provato almeno uno dei passati titoli LEGO non avrà alcuna difficoltà a ritrovarsi in questo capitolo.

legoswforcescreen (1)

Le Novità

Il gameplay si è evoluto, soprattutto dopo gli ultimi titoli (come LEGO Marvel Avengers) di cui ne è decisamente influenzato. Sono state inserite, infatti, sezioni gameplay che esulano dalla colonna portante platform del titolo, a partire dalle battaglie blaster. In alcune situazioni, il gioco abbandona la classica visuale isometrica per passare a una visuale in seconda persona, tipica dei generi TPS con il classico sistema di coperture dei sparattutto come Gears of War. Il giocatore in questo caso però non si potrà muovere liberamente: potrà solamente spostarsi in orizzontale, muovendosi da una copertura all’altra, per poi sporgersi e sparare contro i nemici.

legoswforcescreen (4)

Questa novità ci ha sorpreso molto in quanto i giochi LEGO sono sempre stati immediati e semplificati, tale aggiunta rende il gameplay più profondo e dinamico. Il dinamismo si vede anche nella volontà di far usare più personaggi all’interno di un livello, a differenza dei titoli passati, dove ci spingevano ad usare tutti i personaggi a disposizione anche nella modalità storia. Ci sono poi le multi-costruzioni, che a differenza dei titoli passati, quando ci troveremo di fronte ad un mucchio di mattoncini in attesa di essere assemblato potremo scegliere cosa costruire. Grazie a questa meccanica di gioco potremo progredire nella storia in tanti modi diversi. Troveremo infine sezioni di shooting su binari a bordo delle astronavi, in cui saremo liberi di muovere il nostro mezzo dove su 3 dimensioni. La difficoltà, come tra tradizione della serie, è non è altissima, proprio per permettere un’esperienza adatta a tutta la famiglia. Se cercate invece la sfida potrete cercarla trovarla nella raccolta dei collezionabili, che vi permetteranno di sbloccare personaggi aggiuntivi, costumi alternativi e altro ancora. L’avventura, come in passato, è interamente affrontabile in cooperativa con un secondo giocatore, ma solamente in locale. Sembra che dovremo ancora attendere per vedere nei titoli LEGO la possibilità di giocare online con un amico… peccato.

legoswforcescreen (5)

In Conclusione

LEGO Star Wars: Il Risveglio della Forza si presenta a noi come un titolo divertente da giocare, soprattutto dopo aver visto il film al cinema o in DVD. Un titolo che seppur mantiene caratteristiche classiche del brand aggiunge quel pizzico di innovazione che rende comunque ogni esperienza unica nel suo genere. Ma questo non significa che non ci sia qualche ritocco qua e là al gameplay. Nel complesso ci siamo divertiti a giocarlo perché alla fine si ha sempre bisogno di un gioco del genere per rompere la monotonia e farsi due risate ogni tanto.

 

Ci piace

  • Star Wars!
  • LEGO!
  • Un minimo d'innovazione

Non ci piace

  • Co-op solo locale
  • Alla fine è l'ennesimo gioco LEGO
4.5
pirletto the neg

Scritto da : pirletto the neg

Da sempre appassionato di videogames, da qualche tempo youtuber!

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.