Just Dance 2017

Scritto da il il Recensioni, 8 più
chiudi [x]

Just Dance 2017

Just Dance. Sono anni che non parliamo di questa serie su Joypad. Un po’ perché nessuno di noi ha la coordinazione necessaria per ballare, un po’ perché dopo esserci dimenati su giochi simili all’epoca di Kinect, abbiamo riportato contusioni e dislocamenti vari. Ma il 2017 è un nuovo anno e, con una nuova console tra le mani (con un deficit piuttosto importante di titoli di lancio, aka, Switch) abbiamo deciso di riprovarci. Just Dance 2017, versione Nintendo Switch, facci del male!

 

Balli portatili

Just Dance 2017 è il seguito di una delle serie che quando a episodicità fa tranquillamente concorrenza a Call of Duty e Battlefield. Una fabbrica di soldi a sforzo ridotto che Ubisoft sforna a cadenza annuale da un bel po’ oramai. Just Dance 2017 su Switch è un port del titolo uscito lo scorso autunno sulle altre console che, come suo solito, è stato snobbato dalle redazioni di mezzo mondo.

Per chi non lo sapesse, in Just Dance bisogna ballare. Impugnando i joy-con di Switch o uno smartphone, bisogna seguire diligentemente le mosse mostrate sullo schermo e seguire delle coreografie di ballo, più o meno semplici. Le modalità di gioco sono Just Dance (in cui si balla e basta), Just Dance Machine (in cui agli alieni serve la nostra energia di ballo per tornare a casa), World Dance Floor (la modalità sfida online), Just Dance TV (una imbarazzante collection di teenager che si sono filmati ballando in gioco, che comunque non possiamo realizzare con Switch perché non è dotato di una camera frontale), Dance Quest e Sweat+ Playlists. Sembrano tante ma in realtà sono tutte uguali, bisogna ballare e raggiungere determinati obbiettivi di punteggio, che sia in cooperativa o competitiva contro gli amici. Per seguire le coreografie basta seguire delle semplici indicazioni in basso sullo schermo e mimare quello che fanno i ballerini a schermo. Semplice e al contempo difficile, specialmente se non conosciamo bene i movimenti in anticipo. Possiamo giocare da soli o in 2, 3 o 4 persone, per comporre veri e propri corpi di ballo.

La tracklist di base contiene i maggiori successi pop degli ultimi anni, più alcune tracce più vecchie ma comunque iconiche. Maroon 5, PSY, Sia ft. Sean Paul, DNCE, Silento, Calvin Harris, Jordan Fisher, Justin Bieber e molti, moltissimi altri. Oltre alle canzoni incluse, Just Dance 2017 offre anche il servizio Ulimited, gratis per i primi 90 giorni. Si tratta di un servizio in abbonamento che espande di qualche centinaio le canzoni disponibili. L’unico problema è che si tratta di canzoni in streaming, quindi è necessario che la console sia connessa ad internet. Nessun problema se si è in casa, un po’ più complicato con la console in giro. La selezione di tracce è di qualità (specialmente se siete delle pre-teenager amanti del ballo e della musica pop commerciale) e siamo sicuri siano frutto di un’attenta selezione da parte degli sviluppatori. Dal momento che si tratta del nodo centrale del titolo, ne siamo soddisfatti.

Dancing with the Switch

Just Dance 2017 è palesemente un gioco da modalità TV. D’altra parte è nato sulle altre console casalinghe, concepite per essere usate su schermi grandi. È possibile giocare in modalità portatile ma lo schermo da 6,2 pollici di Switch rende la visione delle mosse da fare difficoltosa, specialmente perché ci vuole una certa quantità di spazio per muovere braccia e gambe liberamente, senza urtare oggetti e mobilio. Non che sia impossibile, per lo meno per un singolo giocatore, farsi una partita veloce on the go, ma da due o più l’unica soluzione seria è una TV.

Just Dance 2017 è un titolo rivolto esclusivamente ai giovanissimi amanti del ballo. Non offre particolare profondità oltre a quello che è stato creato per fare. I joy-con sono senza dubbio preferibili ad uno smartphone come metodi di input, vista la loro precisione e versatilità. Killer app per Switch? No. Killer app per la vostra sorellina iperattiva? Yes.

Versione recensita: Nintendo Switch

 

Ci piace

  • Tracklist
  • Servizio unlimited

Non ci piace

  • Poco adatto alla modalità portatile
4.75
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Se volete contattarlo, provate su twitter @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.