AOC U3277PWQU

Scritto da il il Recensioni Hardware, 3 più
chiudi [x]

AOC U3277PWQU

Torniamo a parlare di monitor. Torniamo a parlare di AOC. Sotto la nostra lente oggi c’è il modello U3277PWQU, un nome decisamente poco sexy per un device invece piuttosto interessante. Se siete alla ricerca di un monitor 4K, continuate a leggere!

 

31,5 pollici!

L’AOC U3277PWQU è un monitor da 31,5 pollici con risoluzione 3840×2160, altrimenti conosciuta come 4K. Basato su un pannello LCD VA con refresh rate a 60 Hz e un color processing a 10 bit, in grado di mostrare fino a 1,07 miliardi di colori. La luminosità massima è di 350 cd/m2, contrast ratio di 3000:1 e il tempo di risposta è di 4 millisecondi. Dotato di connettori alimentazione (interna) VGA, Dual link DVI, HDMI 2.0 (con MHL e funzione di ricarica tramite lo stesso cavo) e DisplayPort 1.2 è anche dotato di un hubUSB con due porte USB 2.0 e due porte USB 3.0, di cui una utilizzabile come sorgente elettrica per caricare device quali smartphone e tablet. È anche dotato di una porta jack audio 3.5 IN e un’uscita cuffie. È dotato di due altoparlanti da 3 watt l’uno. Per finire le dimensioni e peso. L’altezza, con la base, può variare tra 496 e 659 mm mentre è largo 742 mm e profondo 229. Il peso è invece di 9,95 Kg.

Il U3277PWQU esteticamente non è nulla di particolare. Un bezel di colore piuttosto spesso corre attorno al pannello mentre il lato inferiore è in metallo spazzolato, così come la base rettangolare. Può piacere come non piacere ma di sicuro non è una presenza da monitor da gaming aggressivo e graffiante. Le connessioni si trovano sul retro mentre lo hub UBS è accessibile sul lato destro del monitor, un po’ rientrato rispetto al bordo del monitor. I bottoni per accedere all’OSD si trovano sotto alla cornice e sono per lo più comodi. Ma per evitarci di pigiare pulsanti a caso, AOC fornisce anche i-menu, un tool da installare nel computer che permette di regolare le impostazioni del monitor senza dover passare dai tasti fisici. Un’idea azzeccata che abbiamo trovato particolarmente comoda. Nel CD di installazione troviamo anche e-Saver, un tool dedicato alla gestione energetica del monitor in cui è possibile definire diversi profili in base a standby, spegnimento e screen saver.

Prova su strada

Questo monitor fa parte della serie dedicata ai professionisti e non ai gamer. In effetti la cosa è facilmente intuibile dalla mancanza di features gamer come G-Sync, Free-Sync o un refresh rate maggiore di 60 Hz. Questo ovviamente non ci ha impedito di giocarci, affiancando lo U3277PWQU alla GTX 1080Ti (recensita qui). Ma prima di tutto abbiamo dovuto spendere un po’ di tempo nel regolare luminosità e contrasto perché, appena tolo dalla scatola, i colori ci sono sembrati un po’ troppo accesi. Una volta sistemata questa incombenza abbiamo disattivato l’overdrive perché, nei test che abbiamo usato (gli ottimi Ufo test) più aumentavamo l’overdrive e più l’effetto di ghosting aumentava. Anche in situazioni reali abbiamo notato ghosting, specialmente in giochi veloci come Overwatch o Lawbreakers. Meglio la riproduzione di video o la visualizzazione di fotografie: colori vividi e un contrasto di tutto rispetto.

In realtà sottomettere questo monitor a test di gaming è ingiusto, non è stato pensato per questo e le performances in questo campo sono un po’ deludenti. Se usiamo il U3277PWQU per quello che è stato creato, ovvero lavorare, le cose vanno subito molto meglio. La dimensione del pannello, che ricordiamo è di 31,5 pollici unita alla risoluzione a 4K lo rendono un piacere per attività produttive. Che si tratti di scrivere testo o lavorare con programmi quali Photoshop o Premiere ne apprezzeremo maggiormente le qualità. Come già detto, la risposta colore è apprezzabile e i dettagli sono chiaramente percettibili grazie anche ad un buon contrasto tra zone scure.

Da valutare attentamente?

Se state cercando un monitor 4K per giocare, non siete nel posto giusto. Se invece vi serve un monitor onesto per lavorare, le cose si fanno più interessanti. Non solo perché la qualità dell’immagine è di tutto rispetto! Va però detto che, nonostante i tentativi, non siamo riusciti a fargli digerire uno spazio colore a 10 bit dal pannello di controllo Nvidia ma solo a 8 bit. Il deciso punto a favore di questo AOC è il prezzo. Non troverete un altro monitor di questa dimensione e risoluzione a 606 CHF. Facendo una rapida ricerca su Digitec abbiamo trovato, a parità di risoluzione e dimensione, un BenQ piuttosto simile che però costa 200 CHF in più dell’AOC. Eccolo il vero punto interessante! Uno schermo come questo, con features anche piuttosto avanzate come PIP, hub USB, MHL e due speaker decenti a 606 CHF sono tutte cose che ci spingono a considerare l’U3277PWQU come un prodotto vincente.

 

Ci piace

  • Prezzo
  • Dimesioni
  • I/O

Non ci piace

  • Non adatto al gaming
  • Ghosting
Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Se volete contattarlo, provate su twitter @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.

Speciale E3 2017

Speciale E3 2017